CALCIOMERCATO ROMA – Tiago Pinto continua a studiare le possibilità per il prossimo mercato. sulla fascia destra il nome caldo delle ultime ore è quello di Diego Dalot. Un’operazione complicata da portare a termine mediando con il Manchester United, club con cui i giallorossi hanno già avuto a che fare per portare a termine l’estenuante affare Smalling.

Lo United chiede l’obbligo di riscatto per Dalot

Il terzino portoghese, nonostante la volontà di sbarcare nella capitale, rischia di rimanere a fare la riserva a Old Trafford fino a giugno. Lo United, scrive Il Corriere dello Sport, non vuole lasciarlo partire con la formula del prestito con diritto di riscatto, ma vorrebbe un obbligo oltre i dieci milioni. Troppo secondo la Roma per un giocatore con il contratto in scadenza nel 2023. Tiago Pinto continuerà a provarci ma intanto si è già tutelato con Bartosz Bereszynski– Il polacco della Sampdoria è stato individuato come il profilo ideale nel rapporto qualità-prezzo per fare da vice Karsdorp da gennaio alla fine della stagione. Per una cifra vicina ai sei milioni l’affare si può chiudere con un prestito con diritto di riscatto, oppure con l’inserimento (in prestito) di un giovane della Roma come Calafiori.

La situazione a centrocampo

Proseguono intanto i contatti tra la Roma e l’entourage di Denis Zakaria, sempre più lusingato però dalle avances di diversi club esteri. Il Borussia M’gladbach si è rassegnato nel perderlo a zero a giugno e vuole cercare di monetizzare il più possibile nella finestra invernale: ecco perché Pinto oltre a parlare con il giocatore sta portando avanti anche i contatti con il ds Max Eberl. La Juventus è in pressing, così come l’Arsenal, la Roma contemporaneamente sta studiando Florian Grillitsch, ventiseienne in scadenza di contratto con l’Hoffenheim e ufficialmente sul mercato: può partire a gennaio per 7-8 milioni.

Leggi anche:
FLORENZI: “SONO AL MILAN PERCHE’ MI HANNO VOLUTO PIU’ DI CHIUNQUE ALTRO”

19 Commenti

  1. Fra Dalot/Zakaria e Bereszynski/Grillitsch c’è la stessa differenza che passa fra il Brunello da Montalcino e il Tavernello. Ci vuole coraggio a chiamarli rinforzi questi due.

  2. Quindi Dalot sarebbe un Brunello!?!
    Ma su, siamo seri!
    In molti nemmeno l’hanno mai visto giocare ma ora che pare destinato altrove è assurto a fenomeno….
    E lo stesso dicasi di Zakaria, che è un buon giocatore ma niente più: tra l’altro, vive di è visto venerdì, in velocità se la gioca con Cristante… Quindi non proprio un fulmine di guerra…

  3. e ci risiamo di nuovo, lo sapevo, quando arriva il calcio mercato escono i problemi….ok ho capito la tattica dei friedikn o come si chiamano LORO, hanno preso mou per far salire le azioni roma, per chiedere soldi agli investitori-azionisti, abbonamenti ai tifosi, sponsor, etc etc. insomma business business business solo questo sanno fare gli americani tutto per loro deve essere tornaconto (sono capici di tutto per i soldi i made usa), non gli interessano vittorie, non gli interessano i tifosi, ma solo i maledetti soldi.
    Ora penso che vogliono tirare la corda per far andare via mou perchè possano dire “è andato via lui, noi volevamo fare una grande roma”….non ne usciremo mai…spero che uno sceicco un giorno compri questa squadra e ci porti a vincere tutto, noi tifosi ce lo meritiamo.
    AHHHH AMERCà SE NON SPENDI NON GUADAGNI, SE SPERI CHE I BROCCHI DIVENTANO CAMPIONI SIAMO FRESCHI…

    • 2 note:
      1) la prima cosa che i Friedkin hanno provato a fare, non appena insediatisi, è stata di uscire dalla borsa: ricordi l’Opa? Quindi tutto può essere rimproverato loro, tranne che di voler/aver voluto speculare sul titolo!
      2) i Friedkin hanno iniettato nelle casse della Roma una liquidità impressionante ed altrettanto si sono impegnati a fare nei mesi a venire: ahimè Pallotta ha lasciato una situazione finanziaria drammatica che non lascia spazio a voli pindarici ma impone di prevedere quanto prima a risanare i conti.
      Chi non se ne renda conto o lo neghi farebbe meglio a tornare sulla propria astronave aliena 😁
      Malgrado tutto quanto sopra, la proprietà ha ingaggiato un top manager ed investito pesantemente sul mercato!
      Mi chiedo come ci si possa lamentare di tutto questo.
      E la risposta che mi do è duplice:
      o si è male informati, nel qual caso l’invito è a giudicare i fatti senza pregiudizi;
      o si è in mala fede, e a quel punto sarebbe più serio dichiararlo ed astenersi da certi tipi di commenti e dai siti dei tifosi veri

      • spero che la redazione pubblichi la mia risposta…la liquidità in società li hanno messi i fridikin????? oppure li hanno chiesto agli azionisti???? informati tu.
        non voglio difendere pallotta, lungi da me, ma lui ha detto e le carte sono visibile che la asroma l’ha lasciata senza debiti (vero), come prima ancora l’aveva sostenuto rossella sensi (vero), allora???? quando loro guidavano la roma guarda caso c’erano i debiti (non ti puzza?), quindi cosa è vero che ci sono i debiti alla asroma o no???? oppure come sempre sono i proprietari ad averne?????
        pallotta aveva il debioto fatto per acquistare la roma non la asroma, i sensi avevano i debbiti con la loro holding non la asroma, ed ora padre e figlio….fanno lo stesso mestiere ma appoggiati dalle banche.
        informati amico mio e cerca di capirle anche le cose, in quanto all’opa perchè questi signori non l’hanno fatta????? – non gli conveniva??? c’era uno che diceva, i debiti li metto in borsa i guadagni me li tengo io….dire faccio l’opa per poi non farlo è come dire mi piace volare ma ho paura di cadere e non ho i soldi del biglietto…inoltre la vera proprietaria della asroma è unicredit-goldman, mai visto banche che non vogliono utili amico mio? – se ne conosci una consigliamela!
        questi vogliono lo stadio per fare bussines, per riofarsi dei debiti (loro) pallotta aveva capito l’andazzo ed ha venduto il vendibile, compreso trigoria…apri gli occhi compà!
        spero di essere stato chiaro, non ti scrivo di prendere l’astronave come tu hai detto a me, però ti invito a studiare perchè altrimenti fai la figura dell’asino!

  4. Ma come, aveva già preso tutti, tutti campioni, nessun problema economico ed invece…
    Suggerisco di guardare i 18enni nella serie b albanese, li ci sono ottimi affari per pochi euro…
    Ridicoli

  5. Ai Pallotta bis suggerisco di andare in chiesa e chissa´ raccattare qualche offerta per comprare due scappati di casa per Gennaio….Al poggio non ce´mai fine

  6. @ Luigi
    Hai messo talmente tanta carne al fuoco (cosa tipica di chi voglia buttarla in caciara) che per risponderti nel merito servirebbero troppo spazio (non ce n’è) e troppo tempo (il mio preferisco dedicarlo a cose più serie, non volermene 😏).
    Ciononostante, ribadisco che l’Opa è stata fatta eccome ma semplicemente non ha ottenuto la % di adesione richiesta.
    Gli aumenti di capitale li hanno versati i Friedkin proprio per aumentare le proprie quote di proprietà, rispetto a quelle in mano ai piccoli azionisti! Cosa c’è di strano? Nelle società quotate in borsa funziona così! Cos’è che non ti torna?
    Inoltre tra perdite e debiti c’è una differenza abissale che evidentemente non conosci.
    Detto questo, dalle tue parole traspare un astio generico verso chiunque negli anni abbia gestito la Roma.
    Porta al tuo pianeta i saluti dell’asino! 🤪

    • spero mi pubblichino il post…dici che metto carne al fuoco e si è vero sono uno concreto.
      chissà quando va avanti sta storia, comunque ci sto perchè mi diverto a risponderti visto che hai stuzzicato…in pratica secondo te non hanno raggiunto la % desiderata per l’opa?
      è come dire voglio andare alle olimpiadi ma i 100 metri li faccio in 21 secondo, posso? – sai che bisogna correre sotto i 10 vero?
      secondo te uno sceicco, se avesse avuto la voglia, avrebbe avuto difficoltà a fare l’opa?
      uno sceicco avrebbe avuto difficoltà ad acquistare campioni? (vedi psg e city)
      sai che gli sceicchi hanno tanti soldi (petrol-dollari) ed una passione in particolare, e cioè sfidarsi tra loro…mi spiego facevano e fanno la corsa ad acquistare le auto più prestigiose, le donne più belle, orologgi con diamanti, e negli ultimi tempi squadre di calcio.
      bene, sai che per 2 volte gli sceicchi degli emirati hanno fatto offerte per acquistare la asroma, ma ne la sensi ne pallotta hanno accettato, why for you?
      la mia – perchè la asroma è gestita dalle banche e debbono cementificare per far introito…quindi l’opa è una fesseria per il pubblico (aooo se lo fanno meglio per tutti), amico mio le banche speculano e vogliono introiti-business, all right!
      torniamo agl sceicchi, oltre quello descritto sopra hanno un altra grande passione, i cavalli da corsa…li trattano come re, hanno stalle da sogno con piscine per allenarli, i migliori veterinari al mondo, e tutto questo solo per farli partecipare alle corse e battere il fratello o il cugino etc.
      lo fanno non per un ritorno economico, è solo uno sfizio- è lo stesso sfizio quale sta diventando ora il calcio…detto questo, credi davvero che i nuovi proprietari siano come uno gli sceicchi (da come scrivi tu sembrerebbe..) e giochino a perdere?
      la mia è, e da quanto leggo sui post è un idea di molti, che questi so come pallotta e sono sotto unicredit-goldman, loro con le banche stanno provando a fare un opzione rilancio della asroma e quindi sembra che si stiano muovendo ma c’è poco arrosto sulla griglia, come detto ad ogni campagna acquisti non si cacciano soldi ma si vende sempre prima…esempio mercato di settembre, kluivert+lopaz+under 35 milioni di incassi, spesi per quest’anno (ripeto quest’anno) abram+patricio+vina+shomurodov circa 30 spesi, allora?
      infine ti do un consiglio, chiedi allo sceicco se puoi entrare nella sua scuderia, anche se amano i cavalli potrebbe essere che gli possa piacere anche un asinello.
      forse hai ragione sono extraterrestre per te, forse scrivo complicato, quindi ti sembro un marziano bho

Comments are closed.