ROMA CROTONE SERIE A NICOLA – Alla vigilia della decima giornata di Serie A Tim, è intervenuto ai microfoni di FCTV, emittente televisiva ufficiale del Crotone, l’allenatore rossoblu Davide Nicola. Con queste parole il mister degli squali ha presentato il turno infrasettimanale contro la Roma:

Sicuramente la seconda partita in tre giorni contro un avversario molto difficile e tosto. Lo sapevamo, questo prevede il calendario e il Crotone è un insieme di ragazzi che lavorano per diventare competitivi e per diventare squadra. Le nostre tre parole fondamentali sono attenzione, sacrificio e adattabilità in questo momento. Attenzione rivolta a come si interpretano le partite e a come si fanno. Ci sono partite che di per sé non sono facili o difficili, sono partite che devono essere interpretate in un modo e altre variando questa interpretazione. Il sacrificio risiede nel fatto che in questo momento abbiamo bisogno di mettere, non solo una grande attenzione, ma dobbiamo sopperire quindi sia a chi gioca, sia a chi non gioca, sia alla mancanza di alcune alternative e dobbiamo farlo con l’entusiasmo e con la voglia di scoprire nuove risorse come per altro stiamo facendo. L’adattabilità è riguardo il fatto che incontriamo squadre che hanno diverse strategie, diversi valori  e dobbiamo riconoscere velocissimamente in campo come interpretare la partita e cosa fare per poterci esprimere. O perché magari una squadra avversaria è molto qualitativa e quindi ti lascia meno campo, o in un momento in cui magari riesci a schiacciare di più l’avversario, credo che queste siano interpretazioni che devono essere fatte in campo e che dobbiamo migliorare. Da questo noi non possiamo prescindere, anche nella partita contro la Sampdoria i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano però è chiaro che si tratta di una partita in cui nei primi 20 minuti ti trovi in una condizione di cambiare immediatamente strategia perché sei sotto 2-0. La nostra forza è quella di tenere le partite vive per un minutaggio più lungo possibile cercando poi di sfruttare quello che riusciamo a costruire soprattutto contro certe squadre. Da questo punto di vista mai mollare, anche quando magari non si riesce ad ottenere quello che vogliamo, questa è una caratteristica del Crotone. Noi proviamo svariate volte, migliaia di volte fino a raggiungere il risultato che ci interessa, questo dovrà valere mercoledì contro una squadra che ha un potenziale enorme. Riguardo un lavoro di gruppo che prevede sia l’intervento dei miei collaboratori e dello staff medico e la responsabilità dei giocatori stessi. Questa è una squadra dove giocano tutti e tutti avranno la loro chance. In questo momento con questi partite ravvicinate dove ci sono delle defezioni è chiaro che ognuno deve cercare di sfruttare l’occasione per far vedere che è un’ulteriore risorsa. Ad oggi il Crotone può contare su tutti i giocatori della rosa, forse ad eccezione di uno o due che hanno avuto meno spazio ma che lo avranno. Sta a noi e a tutto il gruppo lavorare nella direzione che ci permetta di completare questo percorso e poter contare su tutti“.