NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Problema muscolare per El Shaarawy

Brutte notizie per la Roma. Stephan El Shaarawy ha riportato una lesione dal flessore destro. Le sue condizioni verranno valutate giornalmente anche se si preannuncia uno stop per il giocatore azzurro di circa 15 giorni. Sarà certa la sua assenza per le partite di Europa League contro l’Ajax così come quella di campionato con il Bologna. La speranza per Fonseca è di poterlo convocare per il match contro il Torino.

Torna a parlare James Pallotta

L’ex presidente della Roma James Pallotta, molto attivo su Twitter a rispondere ai suoi ex tifosi, è tornato a parlare ad una testata degli USA, The Athletic. Molte le tematiche affrontate dal tycoon di Boston. Il 63enne del Massachusetts si è soffermato molto sul progetto stadio che si è poi arenato parlando anche di un interesse della Coca-Cola: “Avevamo molti grandi sponsor in attesa. Coca-Cola era uno di questi. Andai ad Atlanta. Avevamo una grande formazione di sponsor che volevano essere coinvolti. Fa male non avere lo stadio.  Non avremmo fatto fare pazzie per i prezzi dei biglietti del nuovo stadio. Avremmo avuto box privati e cose del genere. Sapevamo di avere una enorme opportunità di generare ricavi e francamente sarebbero stati iniettati nella squadra” Molte parole anche sull’ritiro di Francesco Totti: “È stato a Roma per 30 anni. Ogni giorno si alzava e andava a Trigoria. Accettammo di onorare l’impegno della proprietà precedente con un contratto da 6 anni come dirigente. Ebbi una discussione con lui, chiedendogli cosa avrebbe voluto fare nella vita dopo il ritiro.” L’ultimo argomento trattato è stato quello della sua poca presenza nella Capitale durante la sua presidenza: “Penso che se chiedi ai dirigenti che lavoravano per me, molti desideravano che mettessi meno le mani, ma non è una cosa per me. Mi chiedevo perché dovessi andare lì e sentire questa m***a? Non è piacevole.”

Cristante squalificato salterà il Bologna

Sono uscite le decisioni del Giudice Sportivo dopo la 29esima giornata di Serie A. Per quel che riguarda la Roma c’è da registrare la squalifica per una giornata di Bryan Cristante che quindi salterà la partita contro il Bologna che si giocherà domenica 11 aprile alle ore 18:00 allo stadio Olimpico. Entra in diffida Lorenzo Pellegrini per il nono cartellino giallo stagionale mentre è la seconda ammonizione per Amdou Diawara.

Senti chi parla…

Due giorni dopo la partita giocata dalla Roma a Sassuolo nelle emittenti sportive romane si parla già della prossima stagione giallorossa ragionando anche sui possibili nuovi allenatori come fatto da Ilario Di Giovanbattista a Radio Radio: ““Allegri è la prima scelta della Roma, che aveva fatto un pre accordo, ma c’è la famosa clausola della qualificazione alla Champions, e per andarci ormai penso debba vincere l’Europa League. La strada dal campionato sembra ormai chiusa .A Trigoria c’è stata tensione.” Del momento della squadra ne ha parlato Nando Orsi a Radio Radio soffermandosi sulla differenza tra i giallorossi e le altre: “Fino a tre domeniche fa la Roma era diversa in classifica, la Roma non è che sia crollata, è che nelle ultime partite la Roma ha perso e le altre vinto, ecco qua.” Problemi di testa tra i giocatori secondo Roberto Pruzzo sempre a Radio Radio: ” La Roma contro il Sassuolo aveva la testa da un’altra parte. Ci sono tante assenze, gli attaccanti non segnano, queste partite sono punti pesanti, vanno portate a casa. Quando abbassi la concentrazione così tanto può succedere. È una squadra senza motivazioni in campionato.”

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

5 Commenti

  1. L ennesima stomachevole intervista al sig pallotta mi lascia senza parole. Insomma lui non veniva perché i suoi dipendenti glielo ordinavano? Ma stiamo scherzando? Come se un architettonon va sul cantiere perché i suoi operai non lo.vogliono..se succedesse che fine farebbero gli operai secondo voi? A pallotta ma per piacere..
    Ma perché ancora gli date spazio?

  2. Gli hanno prima fatto togliere i grattacieli .ed il progetto..cacciando un sindaco onesto!!.poi la lega, L uefa..penso li di mezzo c era sempre là politica sportiva Italiana con i designatori ..insomma pallotta ha pagato il fatto che alla Roma vogliono un presidente politico…non uno trovato dalla banca..è stato insultato da 4 delinquenti spacciatori pseudo tifosi di curva..e il giornalismo servo del potere nordico calcistico ..ha fatto una crociata per mandare il tifoso medio contro di lui..così che il sindaco messo dalla destra …poteva bloccare lo stadio è finanziariamente la società..poi sportivamente ci pensava la lega..io invece dico grazie..perché ci hai salvati dal disastro e ci hai messo adesso in buone mani..adesso vediamo cosa si inventerà il sistema contro i nuovi proprietari…

Comments are closed.