Mourinho contro Berardi e arbitro. E la Figc apre un’indagine. Bandecchi fonda una nuova radio a tema Roma

Valerio Bottini
02/12/2023 - 23:01

Getty Images
Mourinho contro Berardi e arbitro. E la Figc apre un’indagine. Bandecchi fonda una nuova radio a tema Roma

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Mourinho, alla vigilia del Sassuolo nel mirino Berardi e Marcenaro

Domani alle 18 al Mapei la Roma affronta il Sassuolo nella 14a giornata di Serie A. Josè Mourinho ha parlato ai microfoni della stampa per presentare la partita contro gli uomini di Dionisi. Tra i temi trattati i neroverdi, lo ‘sfogo’ post-Servette e il mercato. “Mi preoccupa l’arbitro (Marcenaro ndr.) anche, lo abbiamo avuto tre volte come IV uomo e non ha la stabilità emozionale per questo livello”, ha detto Mou riguardo il direttore di gara di domani. “Non mi lascia tranquillo il profilo dell’arbitro e nemmeno quello del Var. Abbiamo avuto sfortuna con lui”. Poi la critica a Domanico Berardi: “Deve avere più rispetto per gli avversari e per il gioco, fa troppo per destabilizzare il gioco, per prendere rigori inesistenti. Quel profilo di comportamento in campo, se fosse stato un giocatore mio, avrebbe avuto dei problemi”.

La Procura della Figc apre un’inchiesta sulle parole di Mou

La procura federale della Federcalcio, riporta l’ANSA, ha aperto un procedimento per dichiarazioni lesive dopo quanto dichiarato da Jose Mourinho nei confronti dell’arbitro Marcenaro, designato per la partita di domani Sassuolo-Roma. Mou si era detto preoccupato della scelta del direttore di gara perchè a suo dire “la sensazione è che non abbia la stabilità emozionale per una gara di questa livello”.

Una nuova radio giallorossa. Bandecchi pronto a fare ‘spesa’ nelle altre emittenti

Il mondo delle radio romane sta per essere stravolto. L’imprenditore e attuale sindaco di Terni, Stefano Bandecchi, è in procinto di lanciare una nuova trasmissione nella capitale, direttamente su una stazione di sua proprietà. La radio farebbe il suo esordio a inizio 2024, più precisamente l’8 gennaio dopo Roma–Atalanta. Tra gli speaker nel mirino, anticipa La Repubblica, ci sarebbero Peppe Lomonaco (storico direttore artistico di TeleRadioStereo) e Riccardo Angelini, meglio conosciuto come ‘Galopeira’.

Spinazzola corteggiato dall’Arabia

Le sirene d’Arabia continuano a suonare vicino alle orecchie di Leonardo Spinazzola. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, infatti, un club saudita avrebbe chiesto informazioni sull’esterno Azzurro, il cui contratto con la Roma scade nel 2024. Al momento, però, non sembrano esserci segnali di prolungamento, ecco allora che potrebbero aprirsi per il numero 37 nuovi orizzonti.

Senti chi parla…

Sulle frequenze dell’etere capitolino si discutono le insidie della gara di Reggio Emilia e le responsabilità di Mou riguardo le difficoltà della squadra. “La partita contro il Sassuolo è un trappolone, ma la Roma non può permettersi di sbagliare”, commenta Roberto Pruzzo a Radio Radio. “Il Servette? Ormai è andata, purtroppo vedo giocatori che faticano ancora a trovare la condizione giusta”. Poi Fabrizio Aspri: Mourinho deve cominciare a darci qualche comunicazione diversa, le conferenze sono noiose, con rispetto parlando, perché i temi sono sempre gli stessi. Non sento una frase o un atteggiamento che sia all’insegna del prendersi qualche responsabilità. Anche i grandi condottieri l’hanno fatto. A questo punto mi domando se lo è o meno”.

Vedi tutti i commenti (6)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Embe’, Sarri dice che l’arbitro e’ incapace e tutto tace. Mourinho dice che l’arbitro non e’ all’altezza e si apre un fascicolo. Ridicoli, buffoni e corrotti. Mourinho tutta la vita

  2. Di solito se un qualsiasi lavoratore non è adeguato al ruolo che svolge, lo si segnala al suo superiore. Se nemmeno questo prende in considerazione la cosa, si va sempre più in su. Le reazioni così infervorate sono sintomo che qualcosa ha azzeccato… altrimenti reagisci serenamente.

    1. Vero ma si parla non prima di una partita, casomai dopo, così facendo si destabilizza la gara e ci portiamo dietro odio e rancore da tutti

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...