NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Ripresa degli allenamenti e Olimpico pieno: la Roma riparte dopo la disfatta

Dopo un giorno di riposo, seguito alla disfatta di sabato contro l’Inter, la Roma oggi ha ricominciato ad allenarsi in vista del match di Conference League contro il CSKA Sofia. La squadra è stata divisa come succede di consueto nei post-partita, tra chi ha svolto lavoro di scarico e chi, invece, è andato regolarmente sul campo. Per quanto riguarda i giocatori attualmente infortunati, Spinazzola, Pellegrini, El Shaarawy e Perez, hanno tutti lavorato individualmente.

Intanto, nonostante i risultati deludenti, l’Olimpico si riempie in vista dei prossimi impegni: sono già 40 mila i tifosi previsti per il match di lunedì contro lo Spezia e oltre 43 mila, invece, per la sfida con la Samp in programma il 22 dicembre alle 18.30. In campo la squadra di Mourinho fatica, mentre sugli spalti i tifosi continuano a dimostrare il loro affetto.

Parla Totti: “Tempo a Mou e Friedkin vogliono la Roma grande. Il mio ritorno? Vedremo…”

Da una parte Digitalbits e dall’altra Francesco Totti. In mezzo la Roma, di cui Totti è il simbolo e Digitalbits il main sponsor. È chiaro che l’associazione sia immediata, soprattutto dopo che Totti domenica scorsa è tornato allo stadio a vedere la sua Roma come global ambassador di Digitalbits. L’ex capitano, però, ha subito tenuto a smentire, nella conferenza stampa per presentare l’accordo, qualsiasi correlazione tra la partnership e un possibile ritorno alla Roma: “La mia presenza qui oggi non è collegata alla Roma. Il fatto che sia ambassador di Digitalbits non vuol dire che tornerò nella Roma. Anche se il futuro non so cosa mi riserverà, di sicuro da oggi in poi avrò più occasioni per parlare con la società. Poi magari in futuro tutto potrà succedere, questo è vero. Friedkin? Sabato l’ho solo salutato, come è giusto che sia”. Sulla squadra giallorossa, il 10 ha le idee ben chiare: “Per vincere servono i giocatori, un allenatore importante e una società che aiuti e che faccia sentire a casa chiunque nel club. La cosa primaria però sono i giocatori. Non voglio disprezzare la squadra che abbiamo, è importante ma non ci sono i campioni. Ci sono giocatori che possono far bene in un contesto di squadra. Sicuramente quando si parla di Roma c’è sempre una grande emozione. Da tifoso dico che non stiamo attraversando un grande momento – ha proseguito -, ma non sei tifoso della Roma se non soffri. Siamo abituati a queste annate altalenanti. Sono sicuro che mister e società vogliano far tornare a sorridere i tifosi. La Roma merita palcoscenici più importanti, diamo tempo anche se spero sia ristretto. Speriamo di tornare in campo internazionale e fare belle figure”.

Leggi anche:
La conferenza stampa di Francesco Totti

Staffelli ci riprova: altro Tapiro d’oro a Mourinho, che scappa via

Questa sera a Striscia la notizia, José Mourinho si aggiudica il terzo Tapiro d’oro della carriera dopo che sabato all’Olimpico la Roma ha perso 0-3 contro l’Inter. «Dopo il triplete c’è stata la tripletta. Dica la verità, ha perso apposta perché è ancora interista?», ha chiesto Valerio Staffelli al tecnico, che anche questa volta è andato via senza ritirare il premio, proprio come successo qualche mese fa dopo la disfatta di Bodo.