Foto Tedeschi

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Le ultime di mercato

Con la stagione attuale in via di conclusione, la Roma si proietta già verso la prossima finestra di mercato estivo alla ricerca di opportunità, ma anche di profili in grado di accontentare mister Josè Mourinho e rendere la rosa più competitiva. Il club giallorosso non segue soltanto il fantasista argentino Paulo Dybala, ma anche altri nomi che sono già usciti nei giorni scorsi: uno su tutti è il centrale del Feyenoord Marcos Senesi. Il difensore argentino ha il suo contratto in scadenza nel 2023 e corrisponde al profilo di centrale mancino richiesto dal mister. In orbita centrocampo, circola sempre il nome di Matic e oltre a lui, sono stati fatti anche i nomi del centrocampista del Sassuolo Maxime Lopez e del centrocampista del Rennes Benjamin Bourigeaud. Sulla destra piace Diogo Dalot. Si parla anche di un interesse verso Christensen del Salisburgo ed Henrichs del Lipsia.

Le condizioni di Zaniolo e Mkhitaryan

In tribuna contro il Venezia per motivi precauzionali, secondo le ultime indiscrezioni le condizioni di Nicolò Zaniolo non preoccupano e già con il Torino venerdì dovrebbe tornare a disposizione. La finale di Tirana il 25 maggio non è a rischio e il numero 22 ci sarà. Dopo essere uscito per infortunio durante la semifinale d’andata di Conference League contro il Leicester, l’assenza di Mkhitaryan è pesata molto nelle ultime partite disputate dalla Roma. L’armeno sta pian piano recuperando dalla lesione di primo grado al flessore e Mourinho spera che riesca a recuperare in tempo per poter tornare dal primo minuto in campo nella finale di Tirana in programma 25 maggio.

Fiorentina sconfitta

Dopo la vittoria per 2-0 contro la Roma, la Fiorentina non riesce a confermare il suo gioco ed esce sconfitta 4-1 dal Ferraris contro la Sampdoria di Giampaolo. Risultato positivo per la Roma di José Mourinho che torna ad avere il destino nelle proprie mani per assicurarsi il posto in Europa League. Con la sconfitta di oggi infatti, i viola rimangono settimi in classifica con 59 punti, uno in meno rispetto ai giallorossi che quindi in caso di vittoria contro il Torino venerdì prossimo si assicurerebbero l’accesso alla competizione.

La Roma prepara la finale

La Roma sarebbe vicina a raggiungere un accordo con il Coni per poter accendere i maxi schermi all’Olimpico il 25 maggio. Sarebbe un’occasione per riunire i tifosi in una gara importantissima che potrebbe portare ad un risultato storico per i giallorossi, che hanno la chance di aggiudicarsi la prima edizione della Conference League. Sino ad ora l’impianto casalingo ha sempre sostenuto la squadra di Mou in questa stagione in maniera ineccepibile, e potrebbe farlo una volta in più, seppure a distanza, nella partita più importante.

Senti chi parla..

Sulle principali frequenze radiofoniche romane oggi si è parlato principalmente delle prestazioni non brillanti della Roma e del sostegno che la squadra sta ricevendo dai propri tifosi. Orsi a Radio Radio Mattino: “E’ tutto il campionato che la Roma è sfortunata… sai perché la gente si commuove? Perché c’è la finale. Se non avessero la finale non farebbero così. È un nuovo modo di tifare forse. Alla fine il senso dello sport dovrebbe essere questo, seguire la propria fede.” Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma di chiunque altro allenatore se avesse buttato via i punti a Firenze e a Venezia, sarebbe stata inseguita con i fischi. Invece ho visto il giro di campo, che la Roma ha fatto quando ha vinto lo scudetto. Evidentemente c’è una realtà e c’è una finzione. La finale non vuol dire che ha vinto la coppa, se gioca come contro il Venezia, io credo sia difficile vincerla. E’ come andare a teatro, si prescinde da tutto: i tifosi si sono innamorati di Mourinho perchè di questa squadra se gioca male come fai a innamorarti?” Pruzzo Radio Radio Pomeriggio: “Qui c’è un sostegno incessante e vi invito ad andare all’Olimpico per capire di cosa stiamo parlando. Va oltre ogni logica: è uno spettacolo di emotività che non ha eguali. Non può passare il messaggio che si prescinde dal risultato. La Roma è in corsa per un obiettivo europeo che non avveniva da 31 anni. E’ chiaro che se a fine stagione la Roma arriva ottava e non vince la Conference, parleremo di stagione fallimentare. Questo non impedirà alla tifoseria romanista di fare 40 mila abbonamenti.”