NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Roma travolta a Bodo, idea rimborso tifosi. Già in quota l’esonero di Mourinho.

Seppure sia un’ipotesi remota secondo i bookmakers, l’eventualità di un esonero o delle dimissioni di José Mourinho prima di Natale è data a 12, anche i tifosi sui social sono parsi piuttosto contrariati da questa batosta, tanto che i pochi presenti a Bodo hanno rifiutato la maglia di Lorenzo Pellegrini e hanno chiesto (e ottenuto) un confronto con i giocatori sotto al settore ospiti. Ma potrebbero ottenere anche un rimborso del biglietto, la società starebbe valutando già da diverse ore questa possibilità. La decisione spetterà ai Friedkin. Oggi, intanto, molti sono intervenuti sul tema ko, da Damiano Tommasi, che non ne ha fatto un dramma: “Una partita non cambia il giudizio su Mourinho”, al calciatore del Napoli Demme che non si fida dei capitolini: “Avranno voglia di rivalsa”. Con anche Lino Banfi che ha detto la sua sull’argomento: “Se perdi così vuol dire che lo spogliatoio non c’è più”.

E’ già Roma-Napoli, Zaniolo ancora a parte a Trigoria

Rientrata nella notte con un charter, la Roma non ha perso tempo. La squadra ha dormito a Trigoria, dove in mattinata si è subito allenata per il Napoli, atteso domenica alle 18 all’Olimpico. Nella seduta mattutina delle 11.30, solita divisione in gruppi post partita tra chi ha giocato ieri e chi è rimasto in panchina. Chris Smalling, Leonardo Spinazzola e Nicolò Zaniolo hanno lavorato individualmente. Anche se il 22 giallorosso dovrebbe essere in grado di recuperare, così come ha anticipato il tecnico portoghese in questi giorni. Domani alle 19 l’allenatore capitolino interverrà in conferenza stampa e fornirà più dettagli sul match.

Stadio Olimpico, attesi 50mila tifosi

La Roma ha bisogno di risollevarsi e in fretta, e i tifosi in tal senso non rinunciano mai a supportarla. I numeri di questa stagione, con gli stadi appena riaperti, stanno raggiungendo grandi cifre. E la partita contro il NApoli non farà eccezione, anzi. Sono attesi circa 50mila supporters sugli spalti dell’Olimpico domenica. Ad oggi i tagliandi venduti sono 45mila, ma la previsione è che almeno altre 5mila persone si uniranno per assistere al match all’interno delle mura casalinghe giallorosse. I giallorossi sono ancora quarti in classifica, a +1 sulla Lazio. I tre punti farebbero bene non solo al morale, ma aiuterebbero la squadra di Trigoria ad avvicinarsi all’Inter e, forse sorpassarla, visto che è attesa dall’impegnativo match con la Juve.

Roma, concorrenza City per Zakaria

Il Manchester City di Guardiola avrebbe messo nel mirino Denis Zakaria, almeno secondo le indiscrezioni provenienti dalla Spagna. Se fosse così, la Roma non dormirebbe sonni tranquilli, visto che lo svizzero del ‘Gladbach sembra essere uno dei principali obiettivi del mercato di gennaio. Mourinho ha più volte evidenziato quanto siano necessari rinforzi, anche a centrocampo, ieri dopo la batosta con il Glimt il portoghese ha lanciato quel che è parso un vero e proprio grido di aiuto. E il classe ’96 è il nome accostato a Trigoria con sempre più insistenza, per cui potrebbe essere un primo innesto, anche se i capitolini dovrebbero prepararsi ad affrontare la concorrenza.

L’intervista a Dzeko

Edin Dzeko ha svelato alcuni retroscena del suo passato giallorosso alle pagine de La Gazzetta dello Sport: “Tante cose non mi sono piaciute, tante persone mi hanno deluso. Preferisco pensare ai sei bellissimi anni trascorsi lì. Avrei voluto vincere qualcosa, soprattutto il secondo anno avevamo una squadra molto forte, ma poi è difficile riuscirci se ogni volta vendi i giocatori più importanti.”, e su Mourinho: “Mi ha allenato, per un mese. Dico la verità: mi sono divertito. Mourinho è Mourinho, sempre. E’ in privato proprio come è in pubblico. Con lui c’è tutto: sa scherzare e arrabbiarsi. Sono stati allenamenti molto belli e la squadra si divertiva”.

Senti chi parla…

Al centro dell’attenzione sulle frequenze radio romane c’è ovviamente la clamorosa sconfitta della Roma in terra norvegese, con gli opinionisti che non riescono a spiegarsi un tale crollo e dicono la loro sui ‘colpevoli’, Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Non posso non partire da Mourinho se parliamo delle responsabilità di quanto accaduto ieri. Per me lui è al primo, al secondo e al terzo posto nel podio dei responsabili. Ma non è possibile nemmeno dare alibi ai giocatori. Poi è evidente che parlare oggi di Villar, di Diawara e di Kumbulla ha poco senso. Fermo restando che la squadra che va in campo ieri doveva chiudere il primo tempo avanti 3 a 0, perchè sono comunque nettamente più forti di un Bodo/Glimt che in Serie A faticherebbe a salvarsi…”, e Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattina rincara la dose: “Mourinho ieri ha fatto un errore di valutazione perché ha messo tutti insieme quelli che non vuole, ma anche quando sono entrati i titolari le cose non sono migliorate. Non c’è stata nessuna reazione. Se andiamo sui singoli in pochi possono superare il 3 in pagella. Tragedia sportiva senza precedenti, e domenica c’è il Napoli…”. C’è chi parla anche dell’imminente gara con il Napoli, Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma sarà completamente un’altra squadra contro il Napoli. La Roma l’ha persa prima di scendere in campo ieri. Domenica secondo me la Roma farà una buona partita, nei primi 11 è una buona squadra. Mi aspetto una reazione, sono sicura che ci sarà. Dopo una cosa del genere o sbraghi, e non credo, o reagisci. Il Napoli non dev’essere contento di quello che è successo ieri.”.

1 commento

  1. Credo che l’ottimismo sul recupero di Zaniolo domenica debba essere lasciato da parte. E’ rischiosissimo schierarlo. Facciamolo curare e seguire per altri sette gg, poi dentro col Milan, se tutto va bene.

Comments are closed.