NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Pellegrini, rinnovo in pausa

C’è ancora da attendere per il rinnovo di Lorenzo Pellegrini, anche se la sensazione è che le parti arriveranno presto ad un accordo. In questo caso, però, il motivo sembra essere di natura extra calcistica. Perchè il gm Tiago Pinto si sarebbe presto qualche giorno di vacanza dopo la chiusura del calciomercato estivo. Il dirigente giallorosso sarebbe volato in Portogallo per un po’ di riposo e ogni discorso legato al prolungamento del capitano sarà affrontato al suo ritorno. C’è poi da dire che lo stesso numero 7 è al momento impegnato in Nazionale. In ogni caso, ci sarebbe distanza tra le parti, con il club che non vorrebbe far lievitare il monte ingaggi, e il giocatore che è consapevole dell’importanza del suo prossimo contratto. Mourinho, dal canto suo,l l’ha invocato a gran voce e non sembra avere dubbi sul buon esito della trattativa.

La lista UEFA della Roma

La Roma ha presentato la lista UEFA, ovvero l’elenco dei calciatori che potranno prendere parte ai prossimi impegni di Conference League. I giallorossi sono stati sorteggiati nel Gruppo C, insieme a CSKA Sofia, Zorya Luhansk e Bodo/Glimt. Qualche novità tra i nominativi. Si rivede infatti Leonardo Spinazzola, al momento alle prese con la rottura del tendine d’Achille. Ma la sorpresa è nella lista della Serie A, dove sono stati inseriti anche anche NzonziFazio e Santon, nonostante la situazione dei giocatori non sia cambiata, come confermato ieri dal gm Pinto. C’è però una ragione dietro a questa scelta. Il club ha dovuto inserire i giocatori per regolamento, perché tesserati, e soprattutto erano rimasti slot necessariamente da riempire. QUI le liste complete.

Parla l’ex allenatore di Viña

Alvaro Gutierrez, ex allenatore di Matias Vina, ha parlato ai microfoni di TeleRadioStereo del suo ex giocatore ai tempi del Nacional, ora alla Roma, e delle sue qualità tecniche: “In attacco è molto pericoloso, è forte di testa, è uno che occupa bene lo spazio, ha un piede sinistro con cui riesce ad essere utile alla sua squadra, ha una buona tecnica. A chi possiamo paragonarlo? Roberto Carlos: non ha quella potenza di tiro, ma ha quella capacità di accompagnare la squadra in attacco, altrimenti, anche se giocava in un ruolo diverso ed era destro, Javier Zanetti per la lettura della partita”.

Roma regina del mercato

La Roma è il club che in questa sessione di mercato ha speso di più in tutta la Serie A (97,75mln di euro in totale), dopo gli acquisti di Rui Patricio, Tammy Abraham, Matias Viña ed Eldor Shomurodov. I giallorossi sono secondi solo alla Premier League, secondo quanto riportano i dati pubblicati da Transfermarkt. Le maggiori società italiane hanno infatti comprato giocatori per 552,74 milioni di euro, mentre ne hanno incassati 502,27 dalle cessioni, per un bilancio di -50,47 milioni. La Premier League, anche quest’anno, nonostante una flessione dell’11% rispetto al calciomercato della scorsa estate, si conferma regina in Europa. È stato infatti pari a 1,35 miliardi di euro il capitale investito dagli inglesi, che possono vantare sia il trasferimento più oneroso (Jack Grealish al City per 117,50 milioni di euro), sia le squadre che in assoluto hanno speso di più in Europa: Arsenal (165,60 milioni), Manchester United (140 milioni), Manchester City (127,5 milioni) e Chelsea (120 milioni).

Senti chi parla…

Sulle principali frequenze radio romane molti opinionisti oggi hanno tirato le somme del mercato della Roma, come Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Il mercato lo ha fatto Mourinho, i giocatori che sono arrivati erano obiettivi espressi dallo Special One. C’è stata un’ottima collaborazione tra il tecnico e Pinto. Cessioni? Vendere giocatori in questo momento è molto difficile” . C’è chi ha parlato della conferenza di Pinto, Antonio Felici a Centro Suono Sport: “La cosa più significativa della conferenza di Pinto è in riferimento alle perplessità che lui non è direttore sportivo. Considerando che è la prima volta che lo fa ha fatto un bel mercato. Il fatto di auto assegnarsi un voto l’ho vista come calarsi nel meccanismo di comunicazione”. Ed infine, chi ha commentato l’ingresso di Veretout in Nazionale, Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “Io lo dicevo da tempo che Veretout è uno di quei giocatori fondamentali per un buon centrocampo e con Mourinho è tornato ad essere anche decisivo. La Roma aveva bisogno di essere rifondata e lo ha fatto in maniera giusta. Il voto è sicuramente positivo, rimane quel neo del centrocampista”.