Foto Tedeschi

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Conference League, la vigilia in casa Roma

Prima l’allenamento a Trigoria, che non ha fatto segnare nessun recupero tra gli infortunati, poi la partenza per la trasferta di Sofia dove la Roma dovrà vincere contro il CSKA per sperare in un passo falso del Bodo e trovare il primo posto nel girone di Conference League. Una sfida importante come sottolineato a più riprese da Mourinho nella presentazione del match in varie interviste: “Come minimo ci dobbiamo dare la possibilità di arrivare primi e vincere. Sappiamo che non è facile, per me il CSKA è meglio del punto che ha. Anche contro di noi il risultato non era vero, la partita è stata difficile e sicuramente anche oggi sarà così ma cercheremo di vincere”. L’obiettivo dello Special One è chiaro: “Nel 2004 avevo il sogno di vincere la Champions League, ora sogno di vincere la Conference League. Sono due competizioni diverse, ma questa è la competizione in cui siamo e vedremo se sarà possibile vincerla. Vincere la prima edizione sarebbe storico”. Poi un messaggio ai tifosi della Roma, sempre vicini alla squadra anche nei momenti più difficili: “Quello che vogliamo dare ai tifosi è diverso dai risultati che abbiamo fatto. Una cosa è troppo ovvia, che i tifosi sono veri romanisti, non gli interessa vincere o non vincere. È facile tifare chi vince sempre, più difficile quando i risultati non sono i migliori. Però sapevamo dall’inizio cosa ci aspettava, non ci aspettavamo così tanti problemi, questo no. Al di là della rosa che inizia a costruirsi. Covid, infortuni, squalifiche tutti insieme è troppo. Dobbiamo anche far riposare qualche giocatore per forza, ti dico già Rui Patricio, Smalling e Mkhitaryan, non verranno con noi”.

Leggi anche:
Tutte le dichiarazioni di Mourinho

Insieme al tecnico, a parlare del match c’era Bryan Cristante che ha espresso tutta la volontà della squadra giallorossa di ripartire dopo i ko co Bologna e Inter: “Vogliamo vincere, veniamo da due sconfitte quindi siamo carichi per ripartire da qui. Che partita sarà? All’andata non è stato facile, domani ci sarà un clima difficile. Siamo carichi e vogliamo ripartire. Se saremo al 100% sappiamo di poter vincere”.

Leggi anche:
Tutte le dichiarazioni di Cristante

Calciomercato tra uscite e operazioni intelligenti in entrata

Manca meno di un mese all’apertura del mercato invernale e Tiago Pinto ha una missione difficilissima: portare rinforzi di qualità senza esagerare con gli investimenti, visto che i giallorossi hanno speso circa 90 milioni in estate per i nuovi innesti, da Abraham a Shomurodov a Rui Patricio. Come riporta Il Tempo, Tiago Pinto ha avvisato i procuratori che farà solamente operazioni in prestito. Le posizioni da rafforzare sono il terzino destro e il centrocampista tanto voluto da Mou. Ma prima di acquistare ci sono gli esuberi da piazzare: Fazio, Santon, e Reynolds. Più, probabilmente, Villar e Diawara. Operazione più delicata è quella di Borja Mayoral, che è già con le valige in mano, visto che la Roma deve accordarsi con lo spagnolo per interrompere anticipatamente il prestito e tornare al Real Madrid. I vari profili valutati negli ultimi giorni sono diversi con l’impressione che non siano solamente quelli che sono usciti allo scoperto, ma altri non ancora svelati. Quanto a Zakaria e Dalot, la strada è in salita, mentre per quanto riguarda Tolisso, Pinto l’ha definita un impresa impossibile. Resta un’alternativa valida Grillitsch.

Parlano anche Darboe e Shomurodov

Non solo Cristante e Mourinho. Alla vigilia della sfida contro il CSKA Sofia, ai microfoni dell’Uefa ha parlato anche Ebrima Darboe: “Il nostro obiettivo è arrivare il più lontano possibile e fare tutto ciò che è in nostro potere per vincere il torneo. È importante per tutti: per noi e per la società. Quindi stiamo facendo tutto il possibile per arrivare il più lontano possibile. Mourinho? Avere un allenatore come José Mourinho è molto soddisfacente perché sappiamo tutti che tipo di tecnico è e cosa ha fatto in carriera. È un privilegio per me essere qui con lui come mio allenatore. Ha ha vinto tutto, ha fatto tutto. È un grande mister. Lo sappiamo tutti. Non c’è molto da aggiungere”.

Sulla stessa scia Eldor Shomurodov: “Quest’anno il nostro obiettivo principale è qualificarci in Champions League e vincere la Conference League. La mia ambizione personale è sempre stata quella di aiutare la squadra il più possibile. Per aiutare la squadra a vincere le partite e i trofei. Perché quando vince la squadra, vinci anche tu”.