NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

La vigilia di Roma-Manchester United

Sarà un’impresa titanica, quella che aspetta la Roma che dovrà ribaltare il pesante 6-2 incassato dal Manchester United all’Old Trafford, ma i giallorossi faranno di tutto per riuscirci: parola di Fonseca ed Ibanez. L’allenatore e il difensore brasiliano hanno presenziato la consueta conferenza stampa pre match e hanno cercato di mantenere alta la tensione, nonostante l’uragano mediatico dell’arrivo di Jose Mourinho per la prossima stagione. Queste le parole del tecnico: “Se giocheremo con le due punte? Vediamo domani. Non è facile vincere 4-0 contro il Manchester, ma nel calcio ho visto e vissuto tante cose. Non c’è impossibile e io credo in tutto. Manchester riposato? Sì, è vero non hanno fatto la partita contro il Liverpool, mi aspetto una partita difficile. Giocare contro il Manchester è sempre difficile, hanno un risultato confortante, ma noi vogliamo vincere e lottare fino alla fine”. E sull’arrivo dello Special One: “Per me la professionalità è un valore sacro. Sto bene, sono qui come quando sono arrivato il primo giorno: motivato e voglioso di fare il meglio per la Roma fino all’ultimo giorno che sarò qui. Mourinho è un grande allenatore, tutti noi lo sappiamo. Penso che farà un grande lavoro, perché è un grande allenatore. Non è una delle prove più difficili della mia carriera lavorare in questa situazione, vivo questo momento con la stessa normalità, da professionista focalizzato nel mio lavoro fino all’ultimo giorno. Se avrei voluto continuare? Io, parlando onestamente, penso che è tempo di seguire cammini diversi. Devo confessare questo. E’ normale”. In conferenza, poi, è stato il turno di Ibanez che ha parlato sia del match di domani, sia dell’arrivo dell’ex Tottenham dalla prossima stagione: “Domani è una partita importante, dobbiamo avere lo stesso atteggiamento. Servirà una rimonta, nel calcio nulla è impossibile: faremo di tutto. Non giocheremo per Mourinho, ma giochiamo per fare il nostro meglio. Non ci sentiamo sotto osservazione del nuovo allenatore”.

Leggi anche:
Le parole di Fonseca a Sky

La probabile formazione per il Manchester United

Fonseca domani dovrà fare a meno degli infortunati Pau Lopez, Spinazzola e Veretout. La possibilità di vedere le due punte è concreta, ma non scontata. Davanti a Mirante, difesa a tre con Mancini, Smalling ed Ibanez. A centrocampo spazio a Cristante e Villar con Karsdrop e Bruno Peres sulle fasce. Davanti insieme a Dzeko dovrebbero esserci capitan Pellegrini e Mhkitaryan. Panchina almeno dall’inizio per Borja Mayoral, pronto a subentrare.

Da Zaniolo a Dzeko: chi resta nella Roma targata Mou

Sarà rivoluzione con Mourinho in panchina la prossima stagione. Molti giocatori, però, potrebbero rimanere o addirittura tornare dai loro rispettivi prestiti. Un ruolo chiave con il nuovo assetto, ossia quello del 4-2-3-1, potrebbe averlo Nicolò Zaniolo, per cui il portoghese stravede, tanto da averlo ricercato la scorsa estate per il Tottenham. Edin Dzeko con lo Special One potrebbe trovare a Roma una seconda giovinezza ed essere ancora centrale per la squadra capitolina. Chi potrebbe tornare potrebbero essere i vari Florenzi, Under e Justine Kluivert, tutti in prestito, che una volta ritornati a Trigoria potrebbero rimanerci e diventare importanti. Spinazzola e Karsdrop torneranno a fare i terzini, con centrali il punto fermo sarà Gianluca Mancini, ma anche Smalling, Ibanez e soprattutto Kumbulla saranno centrali nel progetto. In attesa ovviamente di nuovi rinforzi dal mercato: all’ex Inter piacerebbero anche il centrocampista austriaco Sabitzer  del Lipsia e Dier già avuto al Tottenham. Occhio anche alla possibilità di compiere il grande colpo in porta, con De Gea del Manchester United che potrebbe diventare un nome concreto.

Leggi anche:
Roma, il duo Zaniolo-Mourinho per far sognare i tifosi giallorossi

Calciomercato Roma, Isco e Matic i big per Mourinho

Una Roma grandi firme, quella che potrebbe essere gestita ed allenata da Jose Mourinho. Tanti sono i nomi che in queste ore circolano fra i tifosi, ma due di queste hanno accesso ancora di più l’entusiasmo dei tifosi: Matic del Manchester United e Isco del Real Madrid. Il centrocampista serbo è un fedelissimo del tecnico portoghese infatti, ha giocato sotto gli ordini dello ‘Special One’ sia al Chelsea che con la maglia dei ‘Red Devils’ e ora, chissà, che il binomio non possa ricostruirsi nella Capitale. Per quanto riguarda il fantasista spagnolo, Tiago Pinto potrebbe fiutare il colpo, visto che Isco abbandonerà presumibilmente il Real Madrid a fine stagione. La valutazione si aggira sui 30 milioni di euro: da battere ci sarebbe la concorrenza del Siviglia di Lopetegui.