Foto Tedeschi

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

La vigilia di Verona-Roma: la conferenza di Mou e i convocati

Giornata di vigilia in casa Roma che domani, al Bentegodi, affronterà il Verona per cercare la quinta vittoria consecutiva in Serie A. Consueta conferenza stampa, dunque, per José Mourinho che, però, è ritornato anche su quello che non gli è piaciuto in Conference League contro il CSKA Sofia: “Sarebbe facile dire che con il 5-1 siamo stati perfetti. Sarebbe troppo facile e non voglio andare in questa direzione, in ogni partita analizziamo quello che abbiamo fatto bene e i problemi. Possiamo fare meglio, non dico a livello risultato perché non me lo aspettavo così, ma nella qualità del gioco e nella prestazione difensiva. A inizio partita e a inizio secondo tempo loro hanno avuto momenti di controllo”. Vina domani non ci sarà per un problema al ginocchio e, quindi, entra tra i convocati il Primavera Tripi: “Sarà convocato con noi. Tripi ha fatto prestagione con noi, ha giocato tante partite con noi, ha imparato il nostro modo di pensare ed è un ragazzino intelligente che può giocare in ogni posizione difensiva. Non ha esperienza, ma ha un cuore super romanista e con intelligenza per poter giocare”. Il tecnico allontana poi qualunque tipo di problema con Villar e Mayoral che in questo inizio di stagione non hanno trovato lo spazio sperato: “Villar ha perso entusiasmo? Non capisco. La domanda su Villar non capisco. Non capisco. Perché la domanda? Perché l’anno scorso era, titolare giocava sempre e quest’anno non lo fa? Che ti posso rispondere? Paulo aveva una visione di calcio diversa dalla mia, aveva visioni diverse dalla mia, così come il prossimo allenatore della Roma le avrà dalla mia. Non c’è nessun problema con Villar. Magari il problema di Villar è che Cristante e Veretout stanno giocando molto bene. Non c’è nessun problema e parlare di titolare, non titolare, nel nostro modo di stare qui dentro non ha un senso molto profondo, perché come hai visto abbiamo cambiato tanti giocatori contro il CSKA Sofia perché ci fidiamo di tutti. Cosa manca a Mayoral? Che la Fifa dia il permesso di giocare in 12. Se la Fifa dice di giocare in 11 ne giocano 11. E’ un modo scherzoso per risponderti, perché non gli manca niente. E’ un bravo giocatore e un bravo ragazzo, lavora tantissimo. E’ vero che ha giocato solo 16 minuti, ma per come lavora è solo da ringraziarlo per il fantastico professionista che è. E’ un giocatore che mi piace più oggi rispetto a due mesi fa. Abraham e Shomurodov stanno molto bene, possiamo giocare con due attaccanti. Quando abbiamo deciso di giocare in due davanti è perché possiamo farlo, col Sassuolo anche lo abbiamo fatto. E non è possibile giocare in due davanti senza avere qualcuno in panchina. Mi piace molto per intelligenza, è freddo davanti alla porta. Però mi piace anche Shomurodov e Abraham, ma lui ovviamente vuole di più ma arriverà perché è un giocatore bravo e un professionista”. Recuperato, invece, Mkhitaryan che è partito nel pomeriggio con la squadra e che sarà della partita nonostante un piccolo problema muscolare.

Roma, che entusiasmo: il settore ospiti del Bentegodi è soldout

Seconda partita del campionato in trasferta per la Roma che, però, sarà comunque in ottima compagnia. Sono andati esauriti in pochissime ore i 1700 posti disponibili nel settore ospiti dello Stadio Bentegodi per la sfida contro l’Hellas di Igor Tudor domani alle ore 18. La comunicazione arriva dalla Questura di Roma che invita ai tifosi giallorossi di recarsi allo stadio solo se provvisti di tagliando nominativo d’accesso al loro settore riservato. Non è possibile per i residenti nel Lazio acquistare i ticket in altri settori.

La Primavera si ferma sul 2-2 contro il Milan

Dopo le due vittorie iniziali, per la Roma c’è il primo mezzo passo falso. In casa del Milan i giallorossi non vanno oltre il pari. Finisce 2-2 un match pieno di occasioni. Per i giallorossi, due volte in vantaggio, in gol Felix e Olivares. I rossoneri pareggiano grazie a Di Gesù e Capone (su rigore). Un’occasione persa per la squadra di De Rossi, che più volte ha sfiorato il tris ma ha anche rischiato più volte la beffa.

Senti chi parla

Sulle principali frequenze radiofoniche romane i temi di discussione riguardano la sfida di domani contro il Verona. Nando Orsi, a Radio Radio, avverte i giallorossi: “La Roma a Verona rischia per il cambio d’allenatore e l’entusiasmo che ne può portare. Secondo me ci sarà un pareggio domani con la squadra scaligera che può puntare sul nuovo tecnico e la voglia di rivalsa”. Sandro Sabatini, sulla stessa emittente, parla di Pellegrini: “Pellegrini mi sembra un centrocampista di una squadra internazionale ora. Spero che non si monti la testa perché quello può essere un rischio. Deve giocare come sa per rimanere sempre sul pezzo. Le qualità ci sono sicuramente.”