3 Settembre 2022

Mourinho: “Il primo posto adesso non vale niente”. E poi chiede ancora un rinforzo. La Roma patteggia con l’Uefa

– Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Foto Tedeschi

La conferenza di Mourinho

Josè Mourinho, che è stato eletto Allenatore del mese di agosto della Lega Serie A, ha risposto alle domande dei giornalisti oggi al Centro Sportivo Fulvio Bernardini in vista della gara contro l’Udinese, in programma domani alle 20.45: L’Udinese è molto forte, sono aggressivi, palle inattive. E’ una squadra difficile, tra le più difficili del campionato”. Sul FFP: ” E’ un meccanismo onesto, non dico il contrario, ma ovviamente ci sono quelli che vogliono farlo in maniera virtuosa e chi no.

Mi colpisce di più il fatto è che a livello competitivo non è un meccanismo di fair play, magari doveva avere un altro nome perché non c’è fair play tra una squadra che può spendere 300 milioni nel mercato e una che ne può spendere 30″. Ed infine il mercato: “Guardiamo avanti, complimenti al direttore e alla società perché nelle limitazioni hanno fatto un lavoro fantastico. Però ho una piccola speranza che mi possano aiutare un pochino di più.”

Roma a Udine

I giallorossi intanto sono volati ad Udine dove domani alle 20.45 incontreranno l’Udinese alla Dacia Arena. Per i giallorossi seduta di rifinitura mattutina prima della partenza, ma senza gli infortunati. Out Kumbulla, El Shaarawy, Zaniolo e Wijnaldum. Aggregati alla squadra Tripi e Keramitsis.

La Roma patteggia con la Uefa

Ne hanno parlato sia Pinto che Mourinho del Fair Play Finanziario. Intanto, la Roma ha firmato un settlement argeement quadriennale e si dovrà adeguare alle nuove norme introdotte dall’Uefa per il FFP. I giallorossi sono chiamati a prestare attenzione particolare al rapporto costi/ricavi con una percentuale che dovrà scendere al 70%. Da Trigoria, in tutto ciò, è stata fatta una trattativa per una multa complessiva da 35 milioni anche se solo 5 verranno trattenuti subito, grazie agli introiti dell’Europa League. La Roma, per evitare maggiori rischi, dovrà rispettare alcuni paletti fino al 2027 con monitoraggi semestrali altrimenti avrà una riduzione nelle liste e il pagamento degli ulteriori 30 milioni di multa.

Venditti: “Zaniolo ama Roma”

Antonello Venditti è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport e ha parlato della Roma e del concerto di ieri, che ha visto Nicolò Zaniolo salire sul palco e cantare a squarciagola “Grazie Roma”: “Ho detto che quella squadra, quella società non era degna del nostro inno. Oltretutto lo voleva anche togliere. Questa cosa qui, ad una persona che ha scritto “Roma, Roma” e che indegnamente cerca di rappresentare con le parole i nostri sentimenti, che vuol dire? Che questa città oggi è “Roma, Roma”, è “Grazie Roma” e se lo merita. La cosa più bella di Roma era il tifo, adesso invece è il tifo, la città e la squadra e non mi pare poco. Zaniolo ama Roma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.