23 Maggio 2022

News della giornata. Mkhitaryan verso il recupero per la finale; Olimpico, 45 mila biglietti venduti; Dybala: è sfida tra Roma e Inter

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Verso la finale di Conference

Per la Roma è arrivato il momento di indossare lo smoking delle grandi occasioni. Mercoledì c’è una finale da giocare, alle 21, riflettori puntati sull’Arena Kombëtare di Tirana per il big match tra Roma e Feyenoord. Appena terminato il campionato, con una Europa League in mano per il prossimo anno, Mourinho è pronto a schierare il suo arsenale migliore. Qualche acciacco per i giallorossi, ma la sensazione è che nessuno si tirerà indietro e tutti saranno a disposizione. In porta inamovibile Rui Patricio, Mancini e Ibañez faranno compagnia a Smalling, che stringerà i denti e partirà dal 1′. A centrocampo torna Cristante con Oliveira, con Karsdorp e Zalewski sulle fasce, anche se Spinazzola resta una valida opzione. E poi Pellegrini dietro ad Abraham e Zaniolo. Resta il dubbio Mkhitaryan, che a Torino non è andato. L’armeno potrebbe partire dalla panchina.

Le condizioni di Mkhitaryan

In attesa della finale a Tirana in programma 25 maggio, nella giornata di ieri gli uomini di Josè Mourinho hanno ripreso gli allenamenti a Trigoria. A parte Mkhitaryan, tutti i giocatori della Roma hanno recuperato dai loro rispettivi problemi fisici. Nonostante ciò, l’armeno partirà con la squadra in direzione Albania anche se non al massimo della condizione. Il tecnico spera di recuperare l’armeno per averlo a disposizione dal primo minuto anche se sarà molto difficile. Mkhitaryan si gioca un posto con Zaniolo, anch’egli recuperato quasi pienamente.

Olimpico, 45 mila biglietti venduti

“Con la voce all’Olimpico e con il cuore a Tirana” è stato lo slogan che la Roma ha scelto per ufficializzare la decisione di aprire lo stadio per permettere ai tifosi giallorossi di vedere la finale di Conference contro il Feyenoord il 25 maggio dagli spalti. Non si è fatta aspettare la risposta dei romanisti che confermano il proprio sostegno nel match più importante per la squadra di José Mourinho. A 48 ore dalla finale sono stati infatti 45 mila i biglietti venduti su circa 50 mila messi a disposizione dalla società. A Roma l’attesa è tantissima.

Dybala, è sfida tra Roma e Inter

Il calciomercato estivo deve ancora entrare nel vivo ma già da questa settimana si stanno registrando movimenti di diversi club e giocatori. Uno dei nomi su cui ci sono più voci in questo periodo è sicuramente quello di Paulo Dybala. Il fantasista argentino, dopo aver deciso di non rinnovare il contratto con la Juventus, è in cerca di una nuova squadra (sia in Italia che all’estero). Oltre al nome della Roma, sull’ormai ex numero 10 bianconero, è molto forte anche la concorrenza dell’Inter di Inzaghi. Come riporta calciomercato.com, il dirigente dei nerazzurri Beppe Marotta non ha chiuso la porta a Dybala affermando invece di voler sfruttare qualsiasi occasione possibile sul mercato. Nei prossimi giorni, dunque, l’Inter potrebbe piazzare l’affondo decisivo per il gioiello argentino.

Senti chi parla..

Sulle principali frequenze radio romane oggi si è parlato principalmente della finale di Conference e della stagione della Roma. Damascelli a Radio Radio Mattino: “La Roma è arrivata dopo la Lazio, eppure si parla della propaganda per la finale della Conference League. La classifica dice sesto posto. Un punto in più della Fiorentina.” Marione a Centro Suono Sport: “Mourinho il miglior tecnico della Serie A, ha portato una squadra italiana in finale dopo 11 anni. Da Mourinho a Mourinho. Secondo me non aveva la rosa per vincere, la finale di coppa è un merito.” Moretti a Radio Radio Pomeriggio: “La vittoria del Milan è uno schiaffo in faccia a Roma e Lazio. Mourinho è un allenatore da un certo tipo di progetto, la crescita dal basso che porta anche risultati è un’altra cosa. È fondamentale la sua figura, è riuscito a creare una sintonia col pubblico della Roma, cosa che non è irrilevante, anzi. Portare un milione di persone allo stadio è certamente un segnale di rinascita.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Cris ha detto:

    Dibala non verrà siamo onesti, io cercherei di prendere Bernardeschi parametro zero e in un ambiente diverso con meno comvorrenza potrebbe diventare un trascinatore.