NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Tegola El Shaarawy

Giornata di lavoro a Trigoria per la Roma in vista del big match contro l’Inter di sabato alle 18. I giallorossi devono fare i conti con tante assenze, da Abraham e Karsdorp per squalifica a Pellegrini per infortunio. Alla lista delle preoccupazioni di Mourinho si aggiunge anche Stephan El Shaarawy. Il ‘Faraone’ ha rimediato una lesione al polpaccio destro e dovrà stare fermo ai box, probabilmente per 2-3 settimane. In un momento in cui il suo rendimento in campo era in crescita, l’ex Milan si ferma, ma non si scoraggia. Sui social infatti scrive: “Difficile da accettare, ma dopo ogni stop c’è sempre una ripartenza”.

Roma in emergenza

Pellegrini ed El Shaarawy oggi hanno svolto terapie, mentre il lungodegente Spinazzola ha continuato il lavoro personalizzato. La lista degli assenti cresce in vista dell’Inter e Mourinho perde sia Karsdorp che Abraham, entrambi ammoniti contro il Bologna e precedentemente diffidati. Il giallo all’inglese ha fatto discutere, ed è sembrato assai severo. Lo stesso giocatore l’ha sottolineato sui social. In porta sarà inamovibile Rui Patricio, possibile che Mourinho torni a 4 con Ibanez terzino. A centrocampo Veretout e Cristante saranno confermati, sulla fascia sinistra potrebbe tornare Viña, in avanti a far compagnia a Zaniolo e Mkhitaryan saranno Shomurodov e Pérez.

Mourinho, niente conferenza pre-Inter

La Roma arriva alla sfida contro l’Inter piuttosto incerottata, ma Mourinho non vuole distrazioni, è concentrato sulla gara. Per questo non terrà la conferenza stampa di vigilia domani. Sabato è chiamato ad un faccia a faccia con il suo passato, e ritroverà i nerazzurri da avversario per la prima volta dopo il Triplete. Lo Special One non vuole sottrarre nemmeno un minuto al lavoro di preparazione della sfida con i Campioni d’Italia, ed inoltre non aggiungerebbe nulla di nuovo rispetto a quanto dichiarato nel post-gara al Dall’Ara. Queste le motivazioni che l’hanno condotto a tale scelta.

Multa a Zaniolo per simulazione

Oltre alla sconfitta a Bologna, la Roma deve portarsi dietro il fardello delle sanzioni, alcune delle quali piuttosto discutibili. In primis il giallo ad Abraham, ammonito per un fallo assai dubbio. E poi il cartellino a Zaniolo per simulazione in area rossoblù. Anche questo non ha riscosso consensi, visto che il contatto, seppur lieve, sembra esserci stato. In ogni caso, come comunicato dal Giudice Sportivo, per il 22 è arrivata una multa di 2mila euro “per aver simulato di essere stato sottoposto a intervento falloso in area di rigore avversaria”. Questo giallo, in più, si va ad aggiungere ai precedenti, e lo porta così ad essere diffidato. Mourinho nel post-gara è intervenuto sull’argomento, cercando di tutelare il suo calciatore non solo da questa decisione, ma da quelle prese nei suoi confronti negli ultimi tempi dai direttori di gara.

Scalera, addio alla Roma dopo meno di un anno

C’è già pronto un addio in casa Roma, si tratta di Stefano Scalera, il dirigente che avrebbe dovuto occuparsi della questione stadio. Ma con il progetto divenuto meno interessante per i Friedkin, sarebbe passato in secondo piano anche il suo ruolo, e il club potrebbe approfittarne per tagliare qualche costo. Inoltre, secondo quanto appreso da Romanews.eu, presto potrebbe essere proprio la società, tramite una nota, a fare chiarezza su questo divorzio anticipato. L’ormai quasi ex Head of Government Relations giallorosso, infatti, è un dirigente generale del Mef e sarebbe stato richiamato al Governo per ricoprire un nuovo incarico per occuparsi della messa a terra del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Senti chi parla…

La gara contro il Bologna e quella imminente contro l’Inter sono stati gli argomenti principali sulle frequenze radio romane, con pareri di diverso stampo, Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio: “Mourinho si metterà a 4 con Ibanez a destra. Sennò è un suicidio contro l’Inter. Se gioca Shomurodov al posto di Abraham non è proprio la stessa cosa. Non sei una vittima sacrificale, te la vai a giocare. Manca anche Pellegrini. I sostituti non sono all’altezza degli altri. Quando mancano i titolari manca tanta roba” , spazio anche all’arbitraggio, Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “La categoria degli arbitri è scarsa, non ne trovi uno giusto sui campi, anche se devo dire che ieri in Bologna-Roma il direttore di gara ha influito poco. La Roma prende gol in tutte le maniere, ed è questo il pericolo maggiore che non ti fa avere equilibrio nelle partite. Ieri un gol assurdo, e non hanno avuto la forza per reagire. E le partite ravvicinate così cambiano il quadro in poco tempo. Vediamo sabato, ma arriva la squadra più in forma del campionato”.

2 Commenti

  1. Adesso voglio vedere da qui in poi, tutti coloro che simulano verranno multati come Zaniolo.
    Poi con l’Inter metterei Borca Maioral avanti..

  2. Ma diteci di ZAKARIA ! viene alla Roma ? Pinto ha capito cosa deve fare ? i soldi ci sono ? non capite che senza un centrocampista vero ma con ectoplasmi come Diawara’ o purtroppo ultimamente anche Veretout o Cristante o ragazzi che giocano pure benino ma che il loro lavoro e’ portare il pane nelle case in bicicletta come Darboe, non si vince mai .. Pellegrini sara’ fuori almeno due mesi ed era l’ unico vero centrocampista della Roma .. gli altri tutti comprimari , tutti aspiranti giornalisti o calciatori .. che la Roma compri almeno 2 DUE centrocampisti di livello internazionale .. servirebbe anche il portiere che se avevamo Donnarumma col CACKTUS che quelli del Bolonia segnavano .. capish ? do you me capish ? daje Pinto .. sbrigate e cerca di capire .. che senno’ staltr’anno sei fuori ..

Comments are closed.