NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Friedkin, via libera all’aumento di capitale

La Roma, attraverso il proprio sito ufficiale, ha reso noti i provvedimenti dell’ultima assemblea ordinaria degli azionisti. Nel comunicato si fa menzione di un ulteriore aumento di capitale che potrebbe toccare la cifra monstre di 460 milioni, più del doppio di quanto preventivato a dicembre 2020. Sono stati resi noti anche i compensi di alcuni ex dirigenti giallorossi. Tra tutti spicca quello dell’ex Ceo Guido Fiernga che ha percepito 1,75 milioni di euro come “compensi fissi in forza al contratto stipulato nel febbraio 2021” più un’indennità di 250 mila euro. Nel testo si fa menzione anche della transazione con Mauro Baldissoni: all’ex amministratore delegato 1,38 milioni di euro lordi da corrispondere entro lo scorso 30 settembre.

Pinto prepara tre colpi per gennaio

Continua il campionato della Roma che batte il Cagliari per 2-1 e si porta in solitaria al 4° posto. In parallelo c’è anche il lavoro di Tiago Pinto che già a gennaio proverà a migliorare la rosa di Josè Mourinho. Il gm della Roma, Tiago Pinto, è al lavoro per il mercato di riparazione. Secondo il Corriere dello Sport, Josè Mourinho ha convinto i Friedkin a correggere l’organico già a partire da gennaio. Tra gli esuberi, sono molte le offerte per Villar per il quale è probabile un ritorno in Spagna. Su di lui le due squadre di Siviglia e il Valencia con i giallorossi che chiedono 15 milioni. Diawara è nel mirino di molte squadre inglesi e del Milan. Per i rinforzi, Josè Mourinho vorrebbe qualcosa soprattutto a centrocampo e in difesa. In mediana il nome che piace di più è Dani Ceballos del Real Madrid. Per il regista il nome principale rimane quello di Zakaria che potrebbe arrivare a Roma per meno di 10 milioni. Sulla destra piace molto Marcus Pedersen, classe 2000 del Feyenoord che può giocare anche da centrale difensivo ed ha una valutazione di circa 3 milioni.

Alla scoperta di Afena-Gyan: ecco chi è il baby lanciato da Mourinho

La Roma di ieri, nella vittoria contro il Cagliari per 2-1, ha scoperto un nuovo gioiellino proveniente dalla Primavera. Come riportato da gazzetta.it, fin dal suo arrivo nel febbraio scorso, Morgan De Sanctis e tutti i rappresentanti del settore giovanile hanno sempre cercato di tenere i riflettori bassi su Felix Afena-Gyan, il giovane attaccante messo in campo ieri sera da Josè Mourinho. Lo Special One ha indicato lui per giocare vicino ad Abraham dopo il vantaggio dei padroni di casa con Pavoletti. Il giovane ha corso tanto, fatto sportellate e sfiorato il gol, regalando alla Roma profondità e pericolosità. Una mezz’ora nella quale ha conquistato più di qualche tifoso. Per lui, classe 2003, l’innamoramento ai colori giallorossi è arrivato grazie alla storica rimonta sul Barcellona. Una vita vissuta in Ghana tra mille difficoltà con la mamma che cercava di farlo studiare prima dell’arrivo dell’agente Oliver Arthur che lo ha indirizzato all’EurAfrica Academy e poi nella Capitale. Nella primavera di Alberto De Rossi gioca accanto a Voelerlig Persson ma ha già dimostrato di poter svariare su tutto il fronte offensivo. Pensare che fino ad un anno fa si allenava nel proprio paese senza tutti i mezzi che ha ora a Trigoria. Lo Special One lo ha voluto con sé durante la sosta per le nazionali ed è rimasto colpito dalla sua rapidità fuori dal comune. Felix vive nel convitto della Roma insieme ad altri ragazzi delle giovanili ed ha intenzione di portare presto la sua famiglia nella Capitale. Ieri ha dedicato il suo esordio alla mamma.

Abraham, numeri deludenti: serve una scintilla (e un po’ di fortuna)

La Roma vince a Cagliari ma mancano ancora i gol di Tammy Abraham. L’attaccante ex Chelsea ha segnato solamente 2 volte in questa Serie A pur avendo giocato già 863 minuti. Lui è uno dei cinque attaccanti, nel campionato italiano, ad aver giocato per più di 700 minuti ma è ultimo per media gol. Per l’inglese, una media di 1 rete ogni 432 minuti, numeri troppo bassi per il numero 9 giallorosso. Anche nell’ultima sfida contro il Cagliari i suoi numeri in fase offensiva sono abbastanza negativi e al di sotto delle aspettative: solamente 2 le conclusioni tentate contro le 6 di Pellegrini e Zaniolo o le 4 di Cristante senza trovare mai la porta di Cragno. Fino a questo momento ha tentato ben 23 conclusioni, risultando il secondo della Roma dietro a Lorenzo Pellegrini trovando, però, la via del gol solamente contro Salernitana e Udinese. C’è da dire anche che la fortuna gli ha spesso voltato le spalle come dimostrano i 3 legni colpiti in campionato che lo posizionano in vetta a questa speciale classifica di Serie A.