NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Cristante e Shomurodov raggiungono Mourinho. Florenzi resta a Roma e cerca squadra

Sta per iniziare il ritiro giallorosso di Bryan Cristante ed Eldor Shomurodov, il nuovo acquisto per l’attacco. I due sono partiti dall’aeroporto di Fiumicino con il volo TP833 delle 17.45 diretto a Lisbona, per poi spostarsi dalla capitale portoghese in Algarve, dove li attende José Mourinho. L’ex Atalanta è rientrato da poco dalle vacanze post-Europeo e torna tra le fila giallorosse da campione d’Europa. L’uzbeko, invece, è arrivato da poco in prestito (17,5 milioni più 2,5 di bonus) e a breve inizierà la sua avventura capitolina, dopo aver firmato il contratto (domani, secondo gianlucadimarzio.com) ed effettuato le visite mediche di rito. Domani entrambi si sottoporranno al primo allenamento sotto la guida dello ‘Special One’, e avranno presto occasione di scendere in campo, visto che la squadra di Trigoria ha in programma altre amichevoli oltre alle sei già disputate in questo precampionato. Mercoledì la Roma affronterà il Belenenses alle 12, sempre in Portogallo, mentre sabato toccherà al Betis Siviglia, match in programma alle 22 allo stadio Villamarin, situato nella città andalusa. In tutto questo, Alessandro Florenzi è rimasto invece a Trigoria. L’ex capitano giallorosso era stato convocato e sarebbe dovuto partire con i due compagni. Il giocatore romano è però rimasto in città, in attesa dell’offerta giusta. Il suo futuro, quindi, sarà lontano dai colori giallorossi. Su di lui ci sono le attenzioni di Fiorentina e Lione.

Stadio, primo incontro tra Raggi e Fienga

Dopo aver superato lo scoglio della revoca del Pubblico Interesse per l’area di Tor di Valle, ora, la Roma dei Friedkin vuole correre verso proposta per una nuova area su cui costruire lo stadio. Proprio per questo giovedì scorso, scrive La Gazzetta Sportiva, il ceo giallorosso, Guido Fienga, ha incontrato la sindaca Virginia Raggi, mettendo le basi per le future interlocuzioni. In ballo ci sono diverse zone (dall’Ostiense all’Eur, dalla Tiburtina alla Togliatti), ma occorrerà lavorare in sinergia per definirne una in tempi stretti, soprattutto dopo le elezioni.

Nuovo tentativo di furto a casa Smalling: rapina sventata

Un’altra notte di paura in casa Smalling. Dopo il furto subìto ad aprile scorso nella sua abitazione romana, nelle scorse ore due banditi incappucciati hanno provato nuovamente a entrare a casa sua. Come riporta Il Messaggero, era passata da poco la mezzanotte, quando la sorveglianza privata riceve una segnalazione da alcuni colleghi che stavano visionando le telecamere. Due figure sono riuscite a entrare nel giardino della villa di Smalling ma, fortunatamente, l’auto della sicurezza arriva in tempo per spaventarli, con i due malviventi che sono poi scappati a piedi. Per il momento, sono riusciti a far perdere le proprie tracce, ma la polizia indaga ovviamente sull’accaduto.

Le alternative a Xhaka: piace Delaney, torna di moda Koopmeiners

Mikel Arteta blinda Granit Xhaka. Dopo l’amichevole contro il Chelsea, infatti, in cui il centrocampista svizzero è entrato nella ripresa e segnato di testa il gol del momentaneo pareggio, il tecnico dei ‘Gunners’ ha rassicurato tutti sulla permanenza a Londra del mediano: “Granit resterà con noi. È un uomo chiave della nostra squadra”, ha detto l’ex vice di Guardiola al Manchester City. Una trattativa, dunque, che si avvia sempre più sul viale del tramonto con Tiago Pinto che si guarda intorno per trovate alternative: piace Delaney del Borussia Dortmund e torna di moda Koopmeiners su cui, però, c’è anche il pressing dell’Atalanta.