2 Settembre 2020

Nehuen Perez, fisico roccioso e feeling con il gol: ecco l’identikit dell’argentino in orbita Roma

romanews-roma-nehuen-perez-atletico-madrid-argentina

CALCIOMERCATO ROMA PEREZ – Archiviato il passaggio di proprietà è ora di pensare al calciomercato. La sessione estiva è stata posticipata rispetto al solito e tutte le trattative potranno essere chiuse dal 1° settembre al 5 ottobre. In attesa di capire quale sarà il reparto offensivo della prossima stagione, con il futuro di Dzeko in bilico tra la Capitale e la Juventus, la Roma valuta il da farsi per quello arretrato. I giallorossi sono al momento alla ricerca di un difensore, visto che 1/3 della difesa potrebbe lasciare la capitale: Juan Jesus e Fazio, infatti, sono con le valigie in mano, e i capitolini non sanno ancora quale sarà il futuro di Smalling. Per questo è stato fatto un nuovo nome, quello di Nehuen Perez, giocatore dell’Atletico Madrid in prestito al Familacão, in Liga NOS

Gli inizi

Classe 2000, nasce in Argentina, in provincia di Buenos Aires, il 24 giugno. Nehuen Perez si interfaccia per la prima volta col mondo del pallone con il calcio a 5 in uno dei club del suo quartiere bonaerense. Lasciato il calcetto, si inizia con il vero e proprio calcio: inizia a giocare nell’Union de Taxis, dove viene notato dall’Argentinos Junior. Viene, quindi, acquistato previo provino dal club porteño e nelle giovanili delle Formiche Rosse Perez inizia come attaccante, oltretutto con un discreto feeling con il gol. Con il passare del tempo ha arretrato la sua posizione fino ad arrivare ad essere un pilastro della difesa. Il suo talento viene notato anche dalle nazionali argentine giovanili tanto da diventare il capitano dell’albiceleste Under 20 nel Sub20. Trova la convocazione anche con la Nazionale maggiore nel 2019 contro l’Uruguay. Poi, a causa del coronavirus, non ha più preso parte all’albiceleste. Cresciuto con i modelli di Sergio Ramos e Nicolas Otamendi, il vero idolo del giovane Perez è il papà.

L’Atletico Madrid

Acquistato in estate del 2017, viene lasciato in prestito fino a febbraio. Nella sessione invernale del calciomercato 2018 passa definitivamente dall’Argentinos Junior all’Atletico Madrid, che lo inserisce anche nella lista Champions League. I biancorossi, quando si tratta di acquistare un calciatore sudamericano, difficilmente sbagliano. Con i Colchoneros però non trova molta fortuna e infatti non riesce a debuttare in Liga; trova, invece, solo due convocazioni nelle quale rimane in panchina. Più precisamente nella sfida contro l’Alaves e il Celta Vigo. Vista la poca considerazione da parte del Cholo Simeone, passa in prestito in Liga NOS al Famalicão.

Il Famalicão

L’avventura al Famalicão ha tutto un altro sapore rispetto a quella con i rojiblancos. In Portogallo trova 23 presenze e un gol contro il Desportivo Aves nella quarta gara giocata della Liga NOS. L’allenatore lo schiera dal primo minuto fin dalla prima gara di campionato, e gioca sempre titolare per tutti i 90′ dalla 1^ alla 14^ giornata, quando lascia Braga per raggiungere la Nazionale. Al suo ritorno si riappropria della titolarità e viene schierato in ogni partita, ad eccezione di quella con Benfica e Boavista nelle quali rimane in panchina. In totale con il club lusitano in campionato conta 2.016 minuti di gioco.

Caratteristiche

Centrale difensivo alto 184 cm e dal fisico roccioso, Perez è un difensore molto attento e concentrato, con una discreta tecnica di base, senso della posizione e dell’anticipo. “Sono un centrale alto, mi piace giocare con la palla, dare il primo passaggio. Sono abbastanza veloce e forte nella marcatura”, ammette lo stesso argentino. Bravo nel gioco aereo, viste le sue origini come attaccante predilige anche gli inserimenti sui calci piazzati mostrando un discreto senso del gol. Nato in una difesa a quattro, per caratteristiche fisiche ed atletiche, può adattarsi perfettamente anche ad una difesa a 3.

Claudia Belli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 commenti

  1. E' SVANITO UN SOGNO........ ha detto:

    Smalling, ibanez e nehuen perez………
    Wow!!!

  2. Lupantonio ha detto:

    Proviamolo!

  3. adiba ha detto:

    ottimo approfondimento.
    Per una volta non solo chiacchiere e gossip.
    grazie

  4. doktor ha detto:

    Brava Claudia . . . fosse vero arrivarci, di questi giocatori abbiamo bisogno, non di rottamati in cerca di spuntare l’ultimo contratto, e noi a fare la figura dei polli !