Fabrizio Miccoli non le manda a dire. Ha un ginocchio inguaiato ma la lingua corre veloce, due o tre cose su Lippi tanto per gradire. Ha parlato a Radio 2, in «Chiambettopoli»: “Non sono andato in Sudafrica soltanto per l’infortunio al ginocchio, Lippi non mi avrebbe ugualmente portato. Di certo io non avrei mai accettato di giocare sulla fascia, non ne sono capace. Sono una seconda punta, come Di Natale e ho segnato diciannove gol occupando questo ruolo”. E qui incomincia la sua arringa: “Di Natale? Io non lo lascerei mai in panchina. Con tutto il rispetto che ho per Giardino e Iaquinta che sono grandi calciatori”. Si entra nei dettagli: Balotelli, Totti, Cossu, Cassano, Sirigu, Miccoli, tutti a casa: “Ditemi voi perché in questa squadra azzurra non ci sia nemmeno uno del Palermo. Sapete perché? Perché Lippi non è mai venuto a vederci, non è mai sceso a Palermo. Gli stranieri del Palermo fanno il mondiale, noi italiani del Palermo no, siamo arrivati quinti e siamo a casa mentre gli juventini sono in gruppo”.

(il giornale)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here