NAPOLI SPALLETTI – Il Napoli per il futuro ha Luciano Spalletti nei pensieri. Il rapporto fra Gattuso e De Laurentiis sono ai minimi storici, nonostante il grande momento partenopeo. Per questo l’ex tecnico giallorosso sarebbe la prima scelta se si dovesse interrompere il rapporto con l’attuale tecnico. A parlare di un possibile approdo di Spalletti sotto al Vesuvio è stato Maurizio Zamaparini, ex presidente del Palermo, che ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha detto questo: “Spalletti? Mi auguro che venga a Napoli, è un grande allenatore, quando lo presi io era talentuoso, poi ha dimostrato il suo valore. Ha però un grande difetto perché è toscano cioè ha un carattere difficile è supponente e crede di essere tra i migliori al mondo. Feci tutto il campionato con il terzo portiere con Spalletti. Lui vestiva sempre di nero e lo chiamavo becchino e gli dicevo che portava sfiga. Contro il Torino stavamo 2-0 al 90′, pareggiammo 2-2. Lo esonerai perché pensai che portasse sfiga. A Venezia me lo perdonarono. Ma è bravissimo, poi lo richiamai, sbagliai ad esonerarlo ed infatti poi tornai indietro”. “Non so se è l’ideale per la piazza di Napoli – aggiunge -, andrebbe chiesto a De Laurentiis, se gli fa la squadra può far bene. Sinceramente non penso che Aurelio rinunci a Gattuso così facilmente”. “Spalletti però costa – conclude Zamparini -, non so quanto ma credo che almeno 4 milioni all’anno glieli devi dare”.

Leggi anche:
Napoli, si punta Spalletti per il post Gattuso

2 Commenti

  1. Zamparini dimentica che poi lo esonerò di nuovo dopo lo 0-5 contro la Roma…questo signore lo intervistano anche? uno che dice che ha esonerato un allenatore perché portava sfortuna? Questo ha esonerato due volte in un anno anche Gasperini, Guidolin…lo intervistano…in che serie ha lasciato il Palermo che nemmeno pagò a Sensi? Comunque Spalletti con Napoli non c’entra nulla, come Sarri non c’entra nulla con la Roma.

Comments are closed.