ROMA NAPOLI, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico azzurro Carlo Ancelotti in occasione di Roma-Napoli, match valido per la 29esima giornata di Serie A.

POST PARTITA

ANCELOTTI IN CONFERENZA STAMPA

In Napoli ora sa gestire i momenti?
“Il primo tempo dovevamo gestirlo meglio. La seconda parte l’abbiamo fatta molto bene”.

Otto gol in 2 partite…
“Chi ha giocato di meno sono più freschi e molto motivati, Verdi ha fatto molto bene. Stanno aumentando il livello qualitativo della squadra”.

Il suo Napoli è stato più maturo dopo il gol subito, come ha visto questo cambio di atteggiamento?
“Eravamo delusi per quello che era successo alla fine del primo tempo”.

E’ un successo che fa sì che la squadra diventi più matura? Mancava un successo in trasferta con una grande…
“Lo desideravo, i segnali erano positivi. Avevo visto un spirito molto positivo, una squadra fresche, queste partite aumentano l’autostima. Vincere qui a Roma è importante per questo, al di là dei 3 punti”.

ANCELOTTI A SKY SPORT

Si aspettava tutta questa differenza tra le due squadre?
“No, ma mi aspettavo una prestazione così. Siamo stati un po’ leziosi bel primo tempo, poi abbiamo fatto meglio. Questi giocatori stanno crescendo, come Verdi e questo ci arricchisce”.

Verdi può diventare il più bravo?
“Non lo so, è molto bravo. A sprazzi ha mostrato le sue qualità. Ha perso condizione e autostima dopo l’infortunio. Oggi è un giocatore ritrovato di cui abbiamo bisogno”.

Siete più forti ora che due mesi fa…
“Aver finito il primo tempo in pareggio è stato un segnale negativo. Ci siamo adattati al loro ritmo. Il primo tempo doveva finire con un più ampio vantaggio per noi. In questo dobbiamo crescere”.

Oggi dopo il primo gol avete cambiato modulo a centrocampo…
“In linea generale la costruzione dietro cambia in base alla disposizione della squadra. Non sapevamo se la Roma avrebbe giocato col 433, poi visto dove stava Cristante abbiamo continuato così”.

Favoriti per l’Europa League?
“È un onore che si pensi che siamo favoriti ma abbiamo una sfida difficile. Adesso dobbiamo mantenere questa concentrazione perché non sarà facile”.