Foto Tedeschi

ROMA VENEZIA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso José Mourinho in occasione di Roma-Venezia, match valido per la 37a giornata di Serie A.

Mourinho in conferenza stampa

Un giudizio su Spinazzola?
Lavora già da tanto ma non aveva avuto opportunità di giocare a parte i 5′ di Firenze. Gli manca ovviamente ancora qualcosa ma ha fatto abbastanza bene. Poi ha preso il giallo e l’ho cambiato, ma è un momento bello per lui e possiamo contare su di lui in queste 2 partite, non per 90′ ma l’anno prossimo potremo averlo senza fare mercato. Mi sono emozionato ed ero anche frustrato perchè questa gente merita tutto. Hanno trasformato il nostro ringraziamento in una festa e in queste 2 partite rimaste dobbiamo dare quello che abbiamo e anche quello che non abbiamo. Quello che si è visto qui è incredibile, forse si può vedere a San Siro ma dopo che avranno vinto il campionato Milan o Inter. Un fenomeno social assolutamente incredibile. Ho vissuto partite così solo dopo aver vinto campionati, non certo dopo aver pareggiato.

Alla società cosa chiederai?
Ho un accordo con la società e con la gente: io rimango qua, non c’è storia. Mi piacerebbe l’anno prossimo fare un grande salto di qualità per pensare di vincere quello che voi sapete. Non è facile, dobbiamo continuare a fare le cose con equilibrio ma sicuramente miglioreremo. Adesso pensiamo a vincere le partite che mancano, un ultimo sforzo. Sicuramente non viene Mbappè!

Perchè Zaniolo non era in panchina?
E’ infortunato così come Mkhikytarian e Felix. Non so se ci saranno per venerdì o per la finale. speriamo di sì.

46 tiri in porta, sono molti.
Sono tanti, Giocare contro 10 ti dà più possibilità di farlo, anche se non è più semplice giocare contro chi è in 10. La percentuale di gol che noi facciamo non è proporzionale a tutto quello che noi creiamo ed è stato così tutta la stagione.

Mourinho a Sky

Un giro di campo dopo un risultato negativo ma Roma abbraccia lei e la squadra…
“Siamo noi che abbiamo cercato di ringraziare la gente. Dopo la fine siamo stati ancora di più famiglia. L’obiettivo è sempre noi che ringraziamo loro. C’è un modo per farlo ed è dare tutto sempre. Anche oggi lo abbiamo fatto, alla fine possiamo anche dare un titolo e vincere una competizione sarebbe meritato per noi ma soprattutto per loro che meritano di più. Se succede questo quando Milan e Inter vincono il campionato, qua è molto di più. Famiglia quando si vince c’è sempre, altrimenti è una cosa diversa. Questo è un club speciale. Abbiamo provato a vincere giocando in 10 per tanto tempo dominando e creando. Un abbraccio al Venezia e alla sua gente sperando che possano tornare in Serie A”.

Le grandi squadre diventano grandi nei dettagli ma oggi siete partiti con una disattenzione…
“Se pensiamo a dove potevamo fare di più dico il contrario. Abbiamo una percentuale bassa di gol fatti sulle occasioni create. Bastavano 5-6 gol in più per avere più punti. Di solito siamo concentrati in difesa soprattutto negli ultimi 3 mesi. Purtroppo è successo, contro una squadra in 10 dovrebbe essere più facile ma loro erano tutti davanti la porta. Ora abbiamo qualche difficoltà con Pellegrini, Cristante, Smalling, Ibanez e Abraham a rischio. Dobbiamo continuare a prenderli per un’altra partita e poi pensiamo alla finale.”

Le condizioni di Zaniolo?
“Nessuno ha riposato. Chi non c’era oggi come Zaniolo, Felix e Mkhitaryan infortunati. Prima pensiamo in chiave Torino e poi al Feyenoord”

Mourinho a DAZN

Grande festa ma due punti buttati?
“Grande festa, siamo stati noi a ringraziare la gente, noi dobbiamo farlo. La gente sa che noi diamo tutto quello che abbiamo. La reazione del pubblico al nostro obiettivo di ringraziarli è speciale. Io ho visto e vissuto stadi così però dopo le vittorie in campionato. Sicuramente vedremo San Siro così quando Inter o Milan vincono il campionato. La gente è speciale, non so se sempre così”

In che modo sta lavorando per tenere alta la concentrazione?
“Non è facile. Con 3-4 cambi siamo in difficoltà. Ci sono molti che giocano tutti i minuti al limite. Purtroppo è così. Il Feyenoord è in vacanza così come il Real per la finale di Champions. Venerdì dobbiamo fare punti con più forza fisica e mentale per avere motore anche per la finale.”

Conta di recuperare qualcuno?
“Zaniolo, Felix e Mkhitaryan sono infortunati. Ora vediamo venerdì”

Aprire un ciclo di 2-3 anni le piacerebbe?
“Io sono venuto qua l’anno scorso ed ho già detto che sarò qui a giugno. Ho due anni di contratto e ci sarò. I tifosi sono tranquilli che i calciatori stanno crescendo dal punto di vista emozionale. Non ci sono dubbi sulla nostra professionalità. Facciamo il massimo che possiamo. Non posso entrare nello spogliatoio ed essere dispiaciuto. Abbiamo dato tutto e questo è bello”

5 Commenti

  1. La sfortuna fino ad un certo punto abbiamo giocato con un uomo in più quasi tutta la partita, la scintilla tattica da parte del tecnico la mossa per farti vincere la partita non c’è stata, ritmo monicorde gioco prevedibile al massimo, quando manca il gioco il senso del gioco diventa una impresa fare un gol.
    La Roma di Mourinho gioca malissimo, non si offenda nessuno, però è finita la stagione e adesso si può dire Mourinho come allenatore non ha dato niente, poi sarà bravo in tutto il resto, ma come allenatore non ci ha divertiti, non ci ha fatto vedere niente di niente la Roma di Fonseca aveva più senso di gioco e ho detto tutto, perché per me Fonseca è scarso forte come allenatore

  2. A parte i quattro legni (che per alcuni è sfortuna, per altri semplicemente dei tiri fuori) si conferma che abbiamo bisogno di alzare la qualità media dei giocatori, per colmare quella differenza che trasforma la mole di gioco in qualche goal in più.
    Motivo in più per stare super attenti in difesa, perché quando dobbiamo segnare per forza facciamo tanta fatica.
    Speriamo nel mercato.

  3. Se nn ti comprano nessuno vai via nn ti meriti una societa come questa..
    Noi purtroppo siamo tifosi e siami abituati a proprietà che ci sfruttano.
    Comunque grazie Mou per averci regalato un sogno anche se nn si avverrà

  4. Però primo posto nella iella. Lasciando stare gli arbitri ma tutte quelle traverse e i portieri mediocri come Maempà o Skorupsky che si trasformano in Neuer o Courtois solo quando giocano contro di noi, ormai è una roba che non è possibile vedere

Comments are closed.