Foto Tedeschi

ROMA UDINESE MOURINHO – José Mourinho, al termine di Roma-Udinese, ha risposto ai microfoni di Dazn. Ecco le sue parole.

Mourinho a Dazn

La reazione emotiva della squadra, dopo il calo è stata brava a portare via i punti.
“La prossima è sempre più difficile da un punto di vista emotivo. I primi 35 minuti sono quelli con più qualità del nostro campionato. Controllo totale della partita contro una squadra organizzata. Noi abbiamo creato e segnato solo un gol ma abbiamo controllato tutto. Secondo tempo una reazione della squadra che perdeva e noi abbiamo perso un po’ di controllo. In un momento duro con un giocatore in meno e 6-7 minuti per giocare nessun problema. La squadra ha giocato bene e portato la palla lontano. Tre punti meritati”.

Come sta Pellegrini?
“Io non conosco i meccanismi legali del calcio italiano ma li voglio conoscere, se ci sono per farlo giocare dobbiamo farli perchè ho tanti dubbi che qualcuno possa dire che questo è un secondo giallo meritato. Non so se gioca perchè non conosco i meccanismi legali”.

Complimenti mister. Lei dice sempre che vede 3-4 squadre più forti della sua, cosa le manca?
“Mi manca tempo però qualcosa in più del tempo ma che non vengo a discutere con te. Sicuramente però il tempo. Ora sono concentrato a far crescere la squadra e i giocatori. A livello organizzativo lavoro molto bene con le persone che abbiamo in controllo. Riesco a dare il mio contributo ma dobbiamo lavorare tanto. Serve tempo e qualcosa in più”.

Lei sottolinea sempre che manca qualcosa e ne parlerà con la dirigenza
“La dirigenza anche ha bisogno di tempo. Una proprietà pazza non si preoccupa del futuro e abbiamo tanti esempi di questo in Europa. Questa proprietà si preoccupa di oggi, domani e dopodomani. Il club deve essere sostenibile, la gente deve controllare le proprie emozioni. Oggi mi sono piaciuti tanti perchè sono stati molto vicini alla squadra. Da Trigoria a qui ho potuto dire ai calciatori che la gente è con noi anche dopo una sconfitta. Cinque partite e 12 punti molto buoni per noi, ora dobbiamo lavorare con le nostre qualità e difficoltà”.

Calafiori sta convincendo? Sono cresciute le sue quotazioni se manca Vina? Che vi siete detti?
“Lui ha giocato meglio che nell’ultima partita perchè ha rischiato di più. A Verona ha fatto solo il basico, qui invece una fantastica azione. Deve avere più fiducia in lui e nel suo corpo. A 19 anni ha avuto tanti problemi gravi ma non si deve spaventare. Non deve chiedere il cambio alla prima sensazione negativa. Lui è un ragazzo con un cuore giallorosso. Oggi sarà molto contento e io lo sarò con lui ma ci vuole tempo”.

Mourinho in conferenza stampa

Che indicazioni arrivano da questa partita a pochi giorni dal derby?
“Secondo me abbiamo giocato molto bene per i primi 45 minuti: molta qualità con la palla, grande reazione alla palla persa e controllo totale della partita. 1-0 era poco per quello che abbiamo giocato. Per me abbiamo giocato molto bene. Nel secondo tempo un po’ più di fatica con la loro reazione e anche un po’ di fatica fisica nostra, non abbiamo pressato come abbiamo fatto nel primo tempo. Abbiamo sofferto come squadra, non abbiamo creato molto per chiuderla, però abbiamo sofferto e giocato 6-7 minuti con l’uomo in meno, la squadra ha lottato per i tre punti”.

Sul rosso a Pellegrini…
“Dici severo? Per me è ridicolo! Abbiamo avuto una bellissima riunione super educativa con il signor Valeri, che è un arbitro di Roma e che non può stare nelle nostre partite. Ci ha spiegato tutto, siamo stati 2 ore con lui. E poi andiamo a fare la partita e succede un rosso così… Che posso dire? Non posso dire niente, se non utilizzare la parola ridicolo. Perché il calcio è calcio, sarà sempre calcio e non possiamo cambiare in un altro sport senza contatto. In questo caso il calcio è uno sport di contatto”.

Anche a Verona primo tempo bene, secondo meno bene…
“No, con il Verona non abbiamo giocato bene. La squadra che perde cambia atteggiamento, cerca di cambiare il risultato è anche merito loro della sofferenza del secondo tempo. Però sono arrivati i tre punti”.

La Roma è a +4 sulla Lazio. Cosa ha avuto in più la sua squadra?
“Non ho visto la Lazio. Domani lo faremo tanto, anche dopodomani. Ho visto highlights e gol, 2 o 3 minuti di partita, ma non ho ancora visto la Lazio”.