Foto Tedeschi

LAZIO ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso José Mourinho in occasione di Lazio-Roma, match valido per la 6a giornata di Serie A.

Mourinho a DAZN nel post partita

Lei ha parlato alla squadra in mezzo al campo, che cosa ha detto?
“Fra di noi e rimane così. Ho voluto fare subito il discorso lì ma è come se fosse nello spogliatoio”.

La Roma ha provato a vincerla, quanto ha pesato l’episodio del 2-0?
“Un feedback di una persona che è stata in Italia 10 anni fa è che il calcio italiano è migliorato tanto. Una partita fantastica ma l’arbitro e il VAR non sono stati di questo livello. Da 2-0 poteva essere 1-1. L’arbitro ha sbagliato in campo e il Var forse a Coverciano. Il secondo giallo a Leiva anche era importante. Due tre situazioni simili a quelle di Pellegrini oggi assolutamente nulla. Penso che i miei calciatori sono stati i più bravi. Se concedi 3 gol hai sbagliato ma il secondo e il terzo sono due contropiedi. Sul secondo la squadra aspettava il rigore. Abbiamo provato e messo la Lazio in difficoltà. Loro hanno gestito gli ultimi minuti bene anche grazie all’arbitro. Così, non ho altro da dire.”

Lei aveva esordito anche a Milano perdendo il primo derby, è preoccupato degli errori difensivi?
“No, non sono preoccupato. Lo sarei se non ci fosse il gioco. Sarei preoccupato se avessimo mollato. Il 3-1 è un gol di una squadra che deve rischiare.”

Sul primo gol l’errore è per un eccesso di emotività?
“Il calcio italiano è veramente cambiato. Dopo una partita così vuoi parlare di calcio e non di arbitri. Complimenti perchè il calcio italiano sta cambiando. Sapevamo perfettamente dell’inserimento di Milinkovic e abbiamo lasciato spazio centrale per la profondità a uno come lui che ha queste qualità. Certo che abbiamo sbagliato ma abbiamo avuto una grande reazione dimenticando il risultato e abbiamo reagito per segnare l’1-1. E ok”

Complimenti mister per la reazione della squadra, mancava un leader come Pellegrini ma Zaniolo si è trascinato la squadra. Lei pensa che crescano di più per lo step di crescita?
“Complimenti per la vostra vittoria. Io non voglio parlare di Pellegrini perchè dovrei parlare di nuovo di quella partita e non voglio. Nico ha fatto una buona partita e abbiamo avuto grandi situazioni dove fisicamente ha distrutto gli avversari con 2-3 giocatori in movimento. Però partita fantastica, un peccato che abbia avuto un affaticamento fisico e non ha potuto finire la partita. Parlare di individualità per me è difficile, alleno una squadra”.

Al di là della rabbia per gli episodi, rimane la serenità di una squadra con grande coraggio con una Lazio comunque in forma. Ha avuto la forza di venirne fuori con qualità. Non siete riusciti a passare da Abraham ma la prestazione c’è stata no?
“Serenità sempre anche in momenti di difficoltà al di là del risultato che è sempre stato giù. Al di là di questa situazione siamo stati in difficoltà per 10 minuti. All’intervallo ho detto che in transizione ci potevano fare male ed era un rischio che dovevamo prendere. Lo abbiamo fatto, orgoglio si e qualità si. Magari qualcuno non è d’accordo con me ma meritavamo un risultato positivo. L’arbitro ha influenzato il match”.

Poteva finire 3-3 o vincere voi
“Complimenti, ero sincero. Non ero sarcastico, quello era il tuo passato (riferendosi a Parolo, ndr)”

Mourinho a DAZN nel pre partita

In una partita così, il comunicatore Mourinho cosa fa?
“No, bisogna essere equilibrati. Se sei solo emotivo è difficile vincere, solo razionale non si può per una partita che è un po’ diversa. Serve equilibrio tra razionalità e emotività”.

Giocherà Mkhitaryan al posto di Pellegrini?
“Sono giocatori diversi. Di Pellegrini ne abbiamo solo uno e oggi non c’è. Mi fido degli altri, la rosa serve anche a questo. Non è giusto che non ci sia ma dobbiamo dimenticare questo.”

Contro il Torino la Lazio ha sofferto il pressing alto, lei è un grande tattico quanto ha preparato questa partita?
“Paragonare noi con il Torino è una perdita di tempo. Siamo completamente diversi, questa partita non è attendibile per noi.”

Ha preparato il match sulla Lazio?
“Lo facciamo sempre, non perdiamo l’identità ma cerchiamo i punti forti e meno del nostro avversario.”

24 Commenti

  1. Un altro talebano in panchina che non adatta le proprie scelte ai giocatori che ha a disposizione. Veretout e Cristante sono due zombie perchè giocano tutte le partite per 90 minuti, ma Villar e Cristante non si toccano. Abraham non ha strusciato palla oggi ma sempre titolare fisso, Borja Mayoral 17 goal la scorsa stagione. Ci hanno dato un rigore inestite a favore su Zaniolo, roba che se te lo fischiano contro impazzisci ed hai il coraggio di parlare degli arbitri. Questa squadra non ha un gioco, esattamente come quella di Fonseca, palla lunga e speriamo che succede qualcosa.

    • Potrei essere d’accordo con te fono a B Mayoral; ma il rigore è stato dato “a compensazione” e impazzisco per quello VERO negato sull’1-0 che poteva cambiare la partita.
      P.s. non credo che Mou sia bollito, penso che bisogna dargli tempo e comprargli i giocatori che chiede anche se io giocherei col 4-3-3 e Villar me lo terrei stretto. Ma io non sono Mou.
      Forza Roma SEMPRE (ahime’)

    • Un rigore dubbio sul 3 a 1, non è paragonabile a uno che ti farebbe andare in parità e che invece ti fa andare sul 2 a 0… Sui cambi potresti avere ragione, ma secondo me, la nostra panchina è veramente poca roba… Un conto è quando giochiamo con squadre più deboli, un conto è quando il livello si alza (anche se non di tantissimo, come vorrebbe far credere Mourinho).

    • Ecco n’altro che viene qui a criticare uno degli allenatori più vincenti della storia, dall’alto di qualche trofeo vinto su Fifa, per non aver schierato campioni del calibro di Diawara, Villar e Borja Mayoral.. (ricordo male o erano in campo quando da febbraio a maggio hai preso schiaffi da chiunque con una media punti da squadra che lotta per non retrocedere?).
      Goditi un derby vinto (tanto voi vi accontentate di vincere due partite all’anno)

    • Dai che quest’anno avete raggiunto il vostro scopo di vita: vincere il derby. Perché non avete altro nella vita, è il massimo a cui la squadra può aspirare. Noi abbiamo fatto due semifinali europee in tre anni. Abbiamo altre aspirazioni

  2. Adesso lo manderanno ad arbitrare una partita di Serie B, tanto per far vedere che è tutto regolare, e poi lo riproporranno per la prossima por…ta. Un film già visto. Tuttavia, se la Roma ha perso, non può essere solo colpa dell’arbitro. Per lunghi tratti di partita ho rivisto la squadra di Fonseca.
    Forza Roma SEMPRE

  3. Ma dai Mourinho non fare il gioco delle tre carte cosi non si parla della partita impostata male, il centrocampo a due che viene regolarmente sopraffatto dagli avversari di turno e l’incapacità della difesa a difendere, e con ricambi nettamente peggiori dei scarsi titolari. Questo è un film che vedremo regolarmente quest’anno, speriamo che Pinto ci metta una pezza e prenda il regista che abbiamo bisogno come il pane. La difesa andrà poi rivoluzionata l’estate prossima.

  4. non avevo letto le edternazioni di Mou e avevo, anzi, scritto di un Guida napoletano e anche pro lazio in questo match .. confermo il mio pensiero e vedo che Mou la pensa come me .. arbitri sfacviati r corrotti.

  5. Mourinho : le uniche tre vittorie convicenti col Trabzonspor, Salernitana e CSKA . Continua a giocare con Veretout e Cristante centrali e a considerare Mancini titolare inamovibile. Kumbulla molto meglio

  6. rigore del pareggio non concesso – leiva da espellere – giallorossi ammoniti a oltranza … altro? lq domanda è: riusciva ugualmente a vincere il derby quello scaccolantore di sarri senza arbitro a favore?

  7. Purtroppo giocatori come Cristante, Vina, Elsha, Karsdorp e diversi altri sono giocatori medi, da metà classifica. Va detto che se paragonato al derby dello scorso anno si apprezza la differenza tra Fonseca e Mou, non tanto nel gioco quanto nella tigna. E questo porta a 9 corner a 1, a 20 tiri contro 9, non basta ma il progresso c’è. Ci vogliono ancora un paio di anni per smaltire la tassa Pallotta.

  8. La squadra prende tre gol (a partita) e la colpa è di Abraham che tira fuori il 100% dai palloni (ingiocabili) che riceve. Avoja.

  9. Per fortuna che il VAR dovrebbe eliminare gli errori: che regole del ca**o! Ma possibile che nel 2021 si discute ancora di queste cose?
    Inaccettabile! Il VAR si usa per risolvere problemi. In tutte le situazioni, punto e a capo. Senza se e senza ma…
    Partita falsata e grazie

  10. Noi lo sappiamo che uno scudetto alla Roma ne vale 10 degli altri. Mourinho non se lo ricorda a Milano Inter-Roma, ci stavamo giocando lo scudetto, arbitro Rizzoli, la Roma vinceva 1-0, Rizzoli invece di ammonire Burdisso per un fallaccio ed espellerlo per seconda ammonizione, espulse Mexes, e l’Inter pareggiò, e vinse lo scudetto.
    Benvenuto dall’altra parte della barricata Mourinho.
    Ci sono rigori che si possono dare e non si possono dare senza gridare allo scandalo, ma a favore della Roma non li fischiano mai, contro sempre. E’ così e basta. Ma tutti i rigori regalati alla Lazio l’anno scorso, e il rigore di Muriqì con il TORino all’ultimo minuto non è uguale a quello non fischiato a Zaniolo? Io sono orgoglioso di essere della ROMA proprio per questo, le schifezze lasciamole al ‘grande’ Lotirchio, che nonostante tutti i regalini lo scudetto lo vede col binocolo.

Comments are closed.