16 Luglio 2022

Mourinho idolo giallorosso: il tatuaggio dello Special One celebra la Conference

José si tatua la vittoria a Tirana sulla pelle

La prima stagione di Josè Mourinho alla Roma si è conclusa con la vittoria della Conference League e un trofeo regalato ai tifosi giallorossi dopo 14 anni. L’ondata di amore e di entusiasmo è stata enorme tanto che lo Special One ha voluto incidere il ricordo della vittoria a Tirana sulla propria pelle.

Empatia totale con il mondo giallorosso

Chissà se oggi, prima della terza amichevole stagionale della Roma, Mourinho farà vedere il suo tatuaggio. O forse magari aspetterà ancora qualche giorno, per creare ancora più suspense, si legge su La Gazzetta dello Sport. E’ stato proprio lo Special One a svelare il suo nuovo tatuaggio (sulla spalla destra) sui social, promettendo di mostrarlo a breve. I tifosi non vedono l’ora di scoprire cosa c’è davvero in quel misterioso tattoo: certezze assolute ovviamente non ce ne sono. Alcuni indizi però sono già arrivati e portano tutti ad un tatuaggio fatto per celebrare la vittoria della Conference League. Un modo per celebrare l’orgoglio di essere il primo allenatore della storia del calcio ad aver vinto tutte e tre le principali competizioni europee e per rimarcare la sua empatia (totale) con Roma e la Roma. Il rapporto tra Mou e i tifosi giallorossi è talmente forte che José ha deciso di tatuarselo anche sulla pelle. Per sempre lo Speciale One resterà nella storia della Roma: è stato lui a far tornare un trofeo a Trigoria dopo 14 anni di astinenza ed è stato lui a rilanciare l’entusiasmo intorno alla squadra. Insomma, l’empatia con il mondo giallorosso è totale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.