MOURINHO EURO2020 – Continua il commento del prossimo allenatore della Roma, Jose Mourinho, sugli Europei in corso. Lo Special One ha parlato a Talk Sport sulla giornata di Euro2020 appena andata in archivio. Ecco le sue parole:

Inghilterra-Repubblica Ceca vista dallo Special One

“Gli inglesi hanno fatto vedere grande movimento in attacco e grande creatività nel primo tempo, nella ripresa invece è rimasta in posizione e ha controllato la gara, un aspetto fondamentale in vista della fase finale. La gente chiede sempre di più e un altro tipo di calcio, ma probabilmente i giocatori sanno di aver fatto bene il lavoro e si sono preparati per il prossimo turno. È importante che la squadra sappia cosa fare in momenti diversi. Southgate avrebbe sicuramente preferito un secondo tempo come il primo, magari facendo un altro gol, ma la partita è andata in una direzione diversa. Hanno gestito il gioco nel modo in cui volevano, con pragmatismo. Togliendo Grealish e portando Bellingham con Henderson e Phillips e le ali in difesa, la squadra era più compatta. La cosa buona per me è che l’Inghilterra sembra essere in buone condizioni, ha le conoscenze tattiche e può affrontare situazioni diverse. Il livello tattico della squadra è alto e penso che siano pronti a far fronte a ciò che è il calcio moderno chiede. Penso che abbiano giocato tutti bene: Kane, Grealish, Saka, Sterling. Nel primo tempo sono stati molto bravi. C’era molta mobilità, molta creatività, c’era un grande dinamismo e intensità. Ho visto una grande transizione difensiva quando la squadra ha perso la palla. Kane è stato molto più mobile, ha vinto duelli aerei, contrasti, ha tenuto la palla, guadagnato calci di punizione per fermare il gioco. Mi è piaciuto molto la sua partita oggi. È prezioso perché non perde la palla, la tiene e Grealish può venire a giocare. Hanno giocato tutti molto bene e hanno dimostrato che possono continuare a farlo.”

Gli ottavi di finale di Euro2020

“Il prossimo turno sarà contro una squadra di alto livello. Sicuramente è un vantaggio giocare a Wembley, ma ti mette anche pressione perché sarà contro un grande avversario. Se dovessero andare ai quarti di finale, quella partita potrebbe essere quella che li spinge fino in fondo. Sarà molto difficile mantenere il controllo del gioco per tutto il tempo. Ogni avversario ha un grande potenziale. Come in Premier League se non chiudi la partita, sei sempre a rischio. Questo accadrà d’ora in poi perché ci sarà probabilmente la Francia o la Germania, poi nei quarti e nelle semifinali sarà qualcun altro”.

Leggi anche:
Smalling pronto per rilanciarsi, con Mourinho ha già vinto tre trofei