MOURINHO DERBY – Dopo la conferenza stampa della vigilia, José Mourinho ha risposto anche alle domande di Sky Sport sul match contro lo Zorya Luhansk. Queste le parole di Mourinho sulla condizione psicologica del suo gruppo dopo il derby perso: “I giocatori li ho visti bene: per noi la partita è finita, ormai non si può più vincere e non c’è più niente da fare, se non vincere la prossima, che è domani”. Poi ha aggiunto: “Al di là degli episodi, da inizio anno la partita contro la Lazio è stata quella in cui abbiamo messo di più in difficoltà gli avversari: la mia squadra si è sentita più grande e ha sentito gli avversari più piccoli. Poi, ovviamente, quello che interessa è solo il risultato: abbiamo perso la partita, ma noi lo abbiamo accettato in maniera professionale”. E sulla formazione che scenderà in campo domani, Mou ha detto: “Ci saranno quattro giocatori che hanno giocato anche domenica: per me è importante avere una spina dorsale con giocatori che giocano sempre. Abbiamo lasciato Veretout Karsdorp per lavorare e recuperare. Darò un’opportunità ad alcuni giocatori che meritano di giocare e che finora hanno giocato poco, perché siamo tanti”.

Sul rinnovo di Pellegrini

Infine, Mourinho ha parlato anche della situazione legata a Lorenzo Pellegrini. La situazione legata al suo rinnovo è vicina a sbloccarsi, ma lo Special One non ha fretta. È sicuro, al 100%, del buon esito delle trattative: “Da qualche settimana ho detto che il rinnovo era più vicino: avevo avuto il 100% di garanzie che lui e i nostri dirigenti erano d’accordo per continuare insieme. Questo basta. Se poi firma oggi o domani non m’interessa perché sono sicuro che rimarrà con noi”.

Leggi anche:
ZORYA-ROMA: LA CONFERENZA STAMPA DI MOURINHO

6 Commenti

  1. Giusto e scontato tenere su il morale della squadra dopo questa grave sconfitta. Ovviamente la realtà è diversa, e cioè che dopo 20 minuti scarsi avevi già regalato (sì regalato totalmente) 2 gol agli avversari, mostrando limiti individuali, di reparto e di fase (di non posesso) che aprono dubbi enormi sulla capacità di questa rosa di migliorare il settimo posto dello scorso anno.

  2. Mou lo si conosce, sarà un suo modo per caricare, motivare la squadra. “Dominato” è una parola grossa … ha avuto un pò più possesso palla, la partita sarebbe stato giusto finisse in pareggio … ricordiamoci i primi 25min: da incubo, per la difesa della Roma !

    • Io ricorderei anche i secondi 65 in cui TUTTO l’Olimpico sbiadito, Guida compreso, ha tenuto che tanti ladrocini non sarebbero bastati per portare a casa la partita.

  3. Purtroppo qualsiasi commento che vada oltre il 19′ lascia il tempo che trova dato che da lì in poi avremmo dovuto assistere a un altro film. Non necessariamente diverso, ma che comunque non possiamo commentare.
    Possiamo commentare solo quei primi 18 minuti e mezzo in cui abbiamo preso un gol da polli e non è successo molto altro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here