Foto Tedeschi

ROMA ZORYA MOURINHO – Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso, Josè Mourinho, in occasione di Roma-Zorya, match valido per la 5a giornata di Conference League.

Mourinho a Sky Sport

Ci sono segnali incoraggianti?
“Il primo segnale è la responsabilità di andare avanti nel girone. Questa partita era difficile ma abbiamo fatto molto bene. Abbiamo creato tanto, l’avversario non è di alto livello ma creano difficoltà. Siamo contenti perchè siamo avanti”

Cosa gli ha fatto bene a Zaniolo?
“La panchina con il Venezia era motivata anche dai problemi fisici. La seconda magari un po’ del pensiero mio anche per il sistema nuovo e pensavo che Shomurodov era più adatto. Oggi però Nicolò veramente bene. Mi aspettavo lui con la squadra e sono contento. Ha giocato bene e mi è piaciuto”

Vedo che la squadra ce l’hai in mano. Fammi capire quanto deve crescere ancora Abraham
“Io penso che anche lui sta facendo una strada come gli altri. Lei (riferendosi a Bergomi) capisce di calcio. I miei uomini sono buoni e non sono arrabbiato con loro. Abbiamo difficoltà di posizione e di qualità però la verità è che non sono mai arrabbiato con loro. Tammy viene da una realtà diversa e doveva fare solo gol. Qua invece deve ancora lavorare e oggi doveva fare pressione sul loro numero 4. Per lui questo è un processo che anche dal punto di vista fisico. Anche lui sta capendo il concetto di squadra. Farà più gol e sta migliorando tanto. Potevamo stare meglio in Serie A o vincere il girone ma sono contento del nostro lavoro”

Ci siamo divertiti questa sera a vedere la Roma. Lei dove colloca Zaniolo?
“Grande potenzialità ma tanto da imparare nei suoi comportamenti in campo. Ha tanto talento ma gli serve fiducia. Penso sempre che un giocatore in difficoltà deve avere sempre la consapevolezza del potenziale. Lui deve capire che la cicatrice emozionale di un ragazzo che ha avuto infortuni improntanti e soffre di sensazioni negative. Contro la Juventus stava giocando al massimo ma al primo segnale al ginocchio ha avuto paura tipica di chi ha sofferto tanto. Non bisogna inventare storie tra di noi e le bugie vendono di più. Devono lasciarci lavorare tranquilli e anche Mancini sarà felice se gli lasciamo uno Zaniolo disponibile per la Nazionale”

Mourinho in conferenza stampa

Mkhitaryan può giocare ancora mediano?
“Se giochiamo con questo modello di gioco penso di sì perché come attaccante no, come terzino o giocatore di fascia no. Per me la posizione è quella di oggi. I calciatori si devono adattare, anche Carles ha fatto una grande qualità. Abbiamo giocatori di qualità che vogliono la palla e in queste tre partite, dico anche a Venezia dove abbiamo creato tanto, mi è piaciuta la squadra per il gioco espresso”.

E’ soddisfatto della voglia di sacrificarsi delle punte?
“Se giochiamo con tanta gente offensiva dove praticamente abbiamo solo i tre difensori prima di tutto è importante avere la palla in una percentuale alta e non farsi trovare fuori posizione in fase di non possesso. Quando l’avversario ha la palla poi è importante che tutti lavorino come hanno fatto Zaniolo e Abraham oggi. Karsdorp, El Shaarawy anche hanno fatto tanto lavoro senza palla. E’ importante crescere come squadra e con questo spirito”.

Questa partita può essere utile per i prossimi impegni?
“Penso di aver già risposto. La prossima non avrò Cristante e Veretout, per la rosa che abbiamo dobbiamo far adattare i calciatori al modulo che adottiamo. Vina ci sarà la prossima partita e questo per noi è importante. Partita dopo partita vediamo. Ora abbiamo un ciclo terribile con Torino, Bologna e Inter. La nostra rosa non è ricca come le altre squadre della parte alta della classifica e i calciatori devono fare questo sacrificio”.

Come sta Karsdorp?
“Karsdorp ha fatto una partite incredibile. Domani quando leggerò i dati del GPS su intensità e chilometri mi verrà un colpo, soprattutto in vista di domenica. Stavo per cambiarlo con Missori, ma poi Zaniolo ha detto di avere un fastidio al polpaccio. Se avessi potuto ne avrei cambiati dieci. Lorenzo è infortunato. E quando dico infortunato è infortunato”.

Mourinho a Dazn

Una serata perfetta?
Si, siamo qualificati, ovviamente il secondo posto non è il primo ma abbiamo vinto con tranquillità, segnando bei gol e con prestazioni individuali positive. Sono tranquillo.

Soddisfatto di Zaniolo?
Zaniolo e Abraham, dopo Shomurodov e Mayoral, Felix a casa: in attacco non abbiamo problemi, abbiamo opzioni e numeri. Abbiamo perso un giocatore top come Dzeko, ma su quello non posso piangere…

Abraham le ha regalato un gioiello.
Il cambio era in programma, ma il secondo gol è stato perfetto.

Il pallone regalato a Missori?
Ha 17 anni, la sua prima partita con la sua amata Roma. Ieri pomeriggio sono andato nella sua scuola, oggi ha giocato in prima squadra. E’ una vittoria per lui e per gli altri che erano a scuola con lui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here