MOURINHO ROMA – E’ la settimana di Roma-Inter. Per Mourinho non una partita come le altre, ma lui per ora fa finta di niente. “Preferisco pensare solo al Bologna del mio amico Mihajlovic. Dopo cercherò di prepararmi emotivamente, perché a me interessa solo la mia ora Roma. Cercherò di dimenticare che dall’altro lato c’è la mia storia“. La sua Roma adesso va bene, ha superato i problemi dell’ultimo mese e va bene nonostante l’emergenza.

“Stiamo imparando a non piangerci addosso e a trovare soluzioni”

Un nuovo modulo e giocatori più motivati, scrive Il Messaggero: “Sono loro che trovano le soluzioni, non io. Mi aspettavo di segnare di più, anche se difensivamente loro sono bravi. Mi piace tanto vincere così, a me questo successo fa più piacere di un 5-0 perché è figlio dello sforzo, della sofferenza, del gruppo. I tre giocatori di centrocampo non li avevamo, Diawara è stato equilibrato, Miki bravissimo e anche Perez ha giocato benissimo in una posizione non sua. E’ una vittoria di squadra e questo mi piace. Abbiamo le nostre limitazioni, questo è ovvio. Ma stiamo imparando tutti a fare dei problemi una forza e non piangerci addosso, cercando di trovare sempre una soluzione“.