18 Febbraio 2022

Mkhitaryan è il regista della Roma ma a termine: il contratto è in scadenza a giugno

Foto Tedeschi

ROMA RINNOVO MKHITARYAN – Una delle notizie positive per la Roma in queste ultime partite è l’adattamento di Henrik Mkhitaryan al ruolo di regista. L’armeno è diventato uno dei calciatori fondamentali per Josè Mourinho anche se ha il contratto in scadenza nel prossimo giugno con un rinnovo tutto da trattare.

Leggi anche:
La Roma prepara la sfida contro il Verona

Per il numero 77 3 gol e 7 assist in stagione

Continua a vivere di anno in anno Mkhitaryan che ha voluto lo scorso anno un rinnovo solamente annuale dalla Roma. Secondo Il Messaggero, l’armeno deciderà tra poco il suo futuro e al momento si è reso indispensabile per la formazione di Josè Mourinho. Il centrocampista ha vissuto anche momenti bui in maglia giallorossa tra infortuni e scelte tecnico-tattiche come in questa stagione. Lo Special One non l’ha mai mollato e da quando si è scelto il 3-5-2 lo ha scelto prima come mezz’ala ed ora come regista. Il rendimento sotto porta non è come quello della scorsa stagione ma l’importanza di Mkhitaryan ora è molto tattica. In caso di rinnovo di contratto la Roma diventerebbe la squadra con la quale registrerà il record di presenze, attualmente è a 104, il suo record è con il Dortmund a quota 140.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 commenti

  1. Vincent Vega ha detto:

    Io non sono affatto convinto che Mikhitaryan sia il regista della Roma, quello che so per certo è che, qualora la squadra avesse un regista, questi dovrebbe essere considerato il primo responsabile della totale assenza di gioco della squadra oltre che delle enormi difficoltà a far partire l’azione dal basso…

  2. elconde ha detto:

    Tra qualche mese festeggeremo la liberazione! E comunque Nonno Miki è sempre uno dei migliori in campo, finchè ne ha (30-60 minuti massimo come lo impiega Mourinho, pretendendo che corra a tutto campo come ai bei tempi)

  3. DGHG ha detto:

    Bisogna rinnovargli il contratto per almeno 4 anni raddoppiando lo stipendio, è così che si fa
    Anzi, rinnoviamo tutti i contratti raddoppiando ad ognuno lo stipendio…

    VIA TUTTI, MOU PER PRIMO

  4. Vincent Vega ha detto:

    E niente, siamo schiavi dei luoghi comuni. Mikthitaryan è senz’altro un bravissimo ragazzo e persona seria, purtroppo, già dal girone di ritorno dello scorso anno, mi pare di ricordare, ma senz’altro dall’inizio di questa stagione, il suo rendimento si è fatto via via sempre più impalpabile: non uno spunto, non un guizzo, non un’idea o una rifinitura significativa per i compagni, quanto ai tiri in porta, meglio stendere un velo pietoso. Leggo che gioca più in dietro, come regista…Può anche essere, ma in questo caso dovrebbe, oltretutto, farsi carico almeno pro-quota della clamorosa incapacità della squadra di uscire razionalmente dal primo pressing avversario. COn tutta la buona volontà, io queste prestazioni significative dell’armeno proprio non le vedo…