romanews-roma-antonio-mirante-juventus-olimpico
Foto Tedeschi

MILAN MIRANTE – “Le mie sensazioni sono ovviamente positive, soprattutto per il modo in cui è arrivata questa chiamata e questa trattativa. Questo sicuramente mi da un’ulteriore spinta, anche perché ho la consapevolezza e anche l’età per non farmi prendere dal panico, visto che questa cosa è arrivata all’improvviso”. Sono le prime parole di Antonio Mirante da giocatore del Milan. Il portiere è stato ingaggiato dai rossoneri dopo l’infortunio di Maignan. La trattativa “è stata un fulmine, immediata. La chiamata è arrivata dopo l’infortunio di Mike, al quale faccio un grande in bocca al lupo. Lo aspettiamo presto. Ho accettato subito il Milan perché è una cosa che non si poteva nemmeno discutere”, ha spiegato ai canali sociali della società rossonera. “Alla mia età è giusto che porti anche delle qualità umane all’interno di uno spogliatoio che, dall’esterno, sembra essere già ad alti livelli. È una squadra che dà l’impressione di avere grande entusiasmo e grande spinta, di essere sempre positiva, e questo per me è un grande valore”, ha proseguito Mirante. Una battuta su Pioli: “Io e il mister non abbiamo mai lavorato insieme, ci siamo sempre affrontati. Ho sempre avuto l’impressione di un allenatore preparato, magari arrivato al Milan nel momento migliore e questo ha permesso a lui e alla squadra di avere una grande crescita esponenziale. Credo che questo matrimonio durerà a lungo”. “La cosa che risalta agli occhi guardando le partite il Milan – ha sottolineato il portiere – è quella di una squadra che dà sempre l’idea di quello che fa, di andare forte, la percezione di sapere quello che deve fare in campo. Ha un’idea e un’identità ben precise e in questo momento può dare del filo da torcere a tutti”. Infine un messaggio ai tifosi: “Sono felice di essere qua, ci vediamo sabato a San Siro”.

Leggi anche:
Roma, Glen Johnson su Abraham: “Ritorno al Chelsea? Non lo escluderei”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here