28 Maggio 2019

Milan, l’addio di Gattuso: “E’ la scelta giusta”

MILAN GATTUSO – Dopo il colloquio di ieri con l’ad rossonero Gazidis, ormai è certo: Rino Gattuso non è più l’allenatore del Milan. Le parti hanno deciso di separarsi per divergenze sui progetti futuri ed una mancata qualificazione alla prossima Champions che ha deluso tutti.

LE DIMISSIONI – Il tecnico oggi formalizzerà la decisione, rinunciando a cinque milioni e mezzo di euro netti fino al 2021. “Decidere di lasciare la panchina del Milan non è semplice. Ma è una decisione che dovevo prendere – le sue parole riportate da la Repubblica -. Non c’è stato un momento preciso in cui l’ho maturata: è stata la somma di questi diciotto mesi da allenatore di una squadra che per me non sarà mai come le altre. Mesi che ho vissuto con grande passione, mesi indimenticabili. La mia è una scelta sofferta, ma ponderata. Rinuncio a due anni di contratto? Sì, perché la mia storia col Milan non potrà mai essere una questione di soldi”. Si conclude, dunque, dopo 18 mesi l’avventura di Gattuso in rossonero: il suo futuro potrebbe essere all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Newthor ha detto:

    Tanto di cappello a Ringhio, uomo serio e professionista impeccabile.
    Una mosca bianca in un mondo di venditori di fumo ed apprendisti stregoni.
    Ad occhio e croce il Milan è messo peggio di noi….
    Ciò che ci accomuna è (ahimè) l’autolesionismo a livello dirigenziale e la mancanza di visione imprenditoriale.
    La differenza è che mentre la proprietà del Milan è di un fondo che di mestiere lucra su asset, acquisiti in saldo, valorizzati e poi ceduti, la proprietà americana della Roma, invece,….oops……..fa lo stesso!