MAZZONE SU TOTTI E LA ROMA – Carlo Mazzone
, all’indomani del derby vinto dalla Roma si sofferma, a Radio IES,  sulla prova di Francesco Totti: “Sono estremamente contento, ultimamente era stato linciato senza motivo. Accadde la stessa cosa pure per Giannini, le bandiere vanno sempre ricordate e rispettate. Da lontano ho la sensazione che tante persone che si spacciano per opinionisti si divertono a massacrare i giocatori solo per diventare famosi….se semo capiti? E’ arrivato il messaggio?
Sono giocatori che vanno gestiti, dalla preparazione agli aspetti psicologici. L’età purtroppo è un grande avversario, non solo nel calcio ma nella vita. A Francesco non dobbiamo chiedere le prestazioni ma le giocate! Ieri ha fatto entrambe le cose ma è normale che non sia sempre così. Lo dovrebbero capire tutti, dagli allenatori, ai giornalisti fino ai tifosi. Pensate a Baggio, era stato emarginato dal calcio prima di giocare con me per altri quattro anni. Stesso discorso per Beppe Signori. Ripeto, ci sono tanti che giudicano con durezza questi campioni per diventare famosi loro.”

Ecco l’opinione dell’ex allenatore giallorosso sul centrocampista numero 7 della Roma: “Pizarro? Io lo farei giocare pure con una gamba ingessata, è un giocatore importantissimo di altissimo valore. Lui è un regista, un punto di riferimento per il gioco. Sa fare tutto, dalla fase difensiva alla rifinitura.”
Meno entusiasti i commenti dedicati a Menez: “A lui manca la maturità dell’uomo più che del calciatore, è strano, non sorride mai… (ride, ndr) Bisogna lavorare più sull’uomo che sul calciatore.”
Sul futuro della Roma: “La Roma ha ritrovata se stessa e la consapevolezza del proprio valore. E’ una delle squadre più forti del campionato, questo è scontato. Mi auguro che la famiglia Sensi, che per me è come fosse la mia famiglia, riesca a risolvere tutto con la massima chiarezza.”

L’ex tecnico della Roma è intervenuto anche a forzaroma.info:”Tutti quelli che hanno sparato a zero su Francesco Totti si dovranno ricredere, per l’ ennesima volta. A me dispiace e dà fastidio che ci sia parecchia premeditazione nei suoi confronti, una sorta di caccia In mezzo a voi giornalisti ci sono persone che si pubblicizzano attaccando le persone importanti, come Totti. La vittoria della Roma è stata meritata ma non è stata una bella partita. Avrei voluto vedere un bel derby a livello tecnico ed invece ci sono stati tanti episodi poco simpatici, qualcuno ha perso la testa e si è scaduti nella polemica finale. La squadra giallorossa ha comunque dimostrato la propria superiorità tecnica ed ha portato a casa un ottimo risultato”

Adesso, Fiorentina e Juventus in rapida successione. Previsioni?
“Saranno delle partite molto toste, sono entrambe squadre importanti; la Fiorentina ha ritrovato morale e la Juventus deve necessariamente farlo per dare un senso a questa stagione”.

Siamo alla volata finale. La Roma ha quasi raggiunto la Lazio in classifica ma l’ Udinese continua a volare oltre al Napoli. Ce la farà la squadra di Montella a raggiungere il quarto posto?
“Prima di tutto faccio i complimenti a Napoli e Udinese, squadra e società, per la classifica che hanno in questo momento e per il buon calcio che hanno espresso e che stanno continuando a farci vedere in ogni partita. Tuttavia, la Roma può raggiungere la quarta piazza perché ha più qualità rispetto a queste due compagini, oltre alla Lazio che ancora la precede, ma non sarà affatto una passeggiata. I giallorossi non dovranno farsi più sorprendere.”