Borja Mayoral Roma
Foto Tedeschi

BORJA MAYOARAL ROMA INTERVISTA – A poche ore dal fischio d’inizio di Roma-Bologna, Borja Mayoral ha rilasciato un’intervista a Roma TV. Il centravanti spagnolo si è soffermato su diversi argomenti: dall’ambientamento alla Roma, alla situazione attuale con la maglia giallorossa. Ecco le sue parole.

L’intervista a Borja Mayoral

Sul passaggio alla Roma.
“All’inizio ho avuto un po’ di dubbi, si sa che in Serie A le difese sono molto forti, gli attaccanti devono imparare a prenderle. Io la vedo come una sfida, ho giocato 3 anni in Spagna e uno in Germania, adesso gioco in un campionato molto difficile per gli attaccanti. Ho trovato qualche difficoltà, non tanto a livello di gol, ma nel trovare gli spazi e affrontare tanti difensori e difese molto folte. È una sfida che mi sta stimolando, spero di continuare a segnare e imparare molto, godermi il calcio”.

Leggi anche:
ROMA-BOLOGNA: TORNA MAYORAL IN ATTACCO. CHANCE PER FAZIO E PEREZ

Gli altri spagnoli in squadra.
“Per me è sicuramente un aiuto, è arrivato anche Pedro anche se due mesi prima di me. Con Villar, Pau Lopez e Perez è stato più facile perché erano qui già da diverso tempo. Quando ti trasferisci in un nuovo club e poi ti ambienti subito, diventa tutto più facile. È quello che è successo a me, mi sono ambientato subito”.

Sulle precedenti esperienze.
“Non è stato facile in Germania, era la prima volta che andavo via di casa e all’estero. Sono tornato al Real Madrid, che è il mio habitat, poi mi sono trasferito a Valencia per giocare nel Levante e non ci sono stati problemi: stessa lingua, stesso campionato. I due anni passati lì sono stati molto importanti”.

Sulla squadra e la città.
“Roma è una città molto grande dove si possono fare tante cose. Il tempo è ottimo, poi qui si lavora bene, si fanno le cose molto bene. Stiamo vivendo una situazione complicata, vorremmo uscire di più ma bisogna avere pazienza. Sono sicuro che tra poco potremo goderci la città. Qui alla Roma mi trovo molto bene, sono molto contento. Sto diventando un attaccante maturo, è il mio obiettivo. Sto migliorando e acquisendo esperienza”.

12 Commenti

    • Allora non volete proprio capì! Lo ha detto lui stesso che l’ambientamento è difficile, lo hanno detto decine di giocatori prima di lui, ma si continua a non voler capire.

      • È spagnolo non Coreano.
        Stesse abitudini,stesso modo di vivere,una lingua non impossibile da comprendere ed imparare,e non ha 15 anni.Non cerchiamo scuse per favore,anche perché l’ambientamento è quello che tirano fuori tutti appena le cose vanno male.
        Dalla sua ha ancora l’età,ma se il suo valore è quello visto fino ad ora non può fare neanche la prima riserva in una squadra di livello,i gol in Europa League con Colleferro e Tor de Cenci m’interessano,ma fine ad un certo punto.
        Se la Roma poi non vuole crescere e si accontenta di galleggiare tra il sesto/ottavo posto in campionato,allora va benissimo Borja Mayoral come prima alternativa.

        Ps..speriamo che oggi faccia tre gol perché l’ho messo anche titolare al fantacalcio.:)

  1. I soldi che guadagnano i calciatori sono tanti. Ma dalla mia personale esperienza che a 16 anni mi arruolati in Marina Militare, posso dire che la lontananza da casa e la lingua in questo caso (non nel mio), sono una grossa barriera mentale che un ragazzo si trova ad affrontare. Zan Celar il primo anno di Roma Primavera, ha trovato ad esempio queste difficoltà e non si è espresso al meglio. L anno successivo ha fatto più gol che partite giocate. Dal mio canto però, i primi mesi ho percepito di paga quanto un calciatore percepisce in un ora! L aspetto mentale conta enormemente nel calcio! Forza Roma.

  2. non prendi un rinvio del portiere, non fai salire la squadra una volta che sia una, non hai senso della posizione , segni gol facili che ti confezionano i compagni, non hai visione di gioco.
    puoi tranquillamente tornare da dove sei venuto.

  3. Bene Mayoral .. chi capisce di Calcio ha notato che si muove bene, si smarca, ha corsa, gamba, qualche difettuccio , ma anche qualita’ .. anche oggi ha segnato e un bel gol .. bravo ..

    • Il goal che ha fatto ha saltato difensore e portiere apposta la porta era vuota.Per essere una riserva non mi dispiace.14 reti non sono un caso

    • Su questo non ci sono dubbi.
      Bisonga solo capire quali sono le ambizioni della Roma.Come ho già detto,lui dalla sua ha l’età,quindi la speranza che possa crescere c’è.Alle condizioni attuali non è un calciatore che ti fa fare il salto di qualità.

Comments are closed.