23 Gennaio 2023

DI GIOVAMBATTISTA: “Anche il Siviglia è su Zaniolo”; FERRAJOLO: “Ieri Mourinho è stato saggio e misurato”

SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Camelio a Radio Radio Lo Sport: “La situazione Zaniolo è stata gestita male. Secondo me, neanche con la squadra c’è un grandissimo rapporto. Non è più contento di restare a Trigoria, non c’è un bel clima negli spogliatoi”

Ferrajolo a Radio Radio Lo Sport: “Ho trovato un Mourinho stranamente saggio e misurato, ha detto delle cose che condivido”

Focolari a Radio Radio Lo Sport: “Mourinho è stato molto schietto e furbo su Zaniolo, lui dice che Pinto non è il problema. Se poi Zaniolo resterà, lo tratterà alla stessa maniera. Se alla Roma arrivasse un’offerta di 25 milioni, dovrebbe darlo”

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Lo Sport: “Zaniolo non si è ribellato alla convocazione prima della gara contro lo Spezia. Ma come si può passare dall’essere l’idolo dei tifosi al traditore nel giro di pochi giorni? Sulle tracce di Zaniolo c’è anche il Siviglia. Monchi vorrebbe riavere l’attaccante che ha preso ai tempi della Roma”

Trevisani a TeleRadioStereo: “La Roma con la squadra che ha, deve andare in Champions. La mia previsione è che concluda il campionato a 76 punti. La Spezia non è un campo facile, è la Roma che l’ha fatta sembrare così. Le dichiarazioni di Mourinho su Zaniolo? Ha ragione il mister, ad oggi la possibilità che arrivi un’offerta per Zaniolo è quasi un miracolo”

Alessandro Austini a TeleRadioStereo: “Se la Roma dovesse riuscire a vendere Zaniolo, ha scelto di prendere Ziyech. L’obiettivo numero uno è il marocchino. Ad oggi, se dovessero verificarsi queste operazioni, la Roma sarebbe più forte. Il Brighton ha fatto un’offerta per Zaniolo ma da Trigoria hanno smentito.”

Marione a Centro Suono Sport: “Due a zero tranquillo, Roma padrona del campo, a loro mancavano 5 o 6 titolari, ma non è mica colpa nostra. Parlare di Dybala è una noia, migliore in campo come al solito. Abraham ha fatto bene, ha ricordato come si gioca a calcio, e poi bravo El Shaarawy. Serviva questa prestazione, e la prestazione c’è stata. La Roma ora è terza e questo dà un po’ fastidio, specialmente per chi odia Mourinho. Zaniolo? Secondo me è stato scaricato in malo modo da Pinto e recuperato in modo molto più intelligente da Mou, che ha ammortizzato quelle che sono le cose che devi dire alla stampa. Se fossi in Friedkin, se la Roma raggiungesse la Champions farei un contratto di 15 anni a Mourinho. La Roma non ha soldi, e per di più cerca di perdere a zero i propri giocatori.”

Roberto Maida a Radio Radio Mattino: “Non mi risulta che ci siano stati screzi tra Mourinho e Zaniolo. Se guardiamo anche le dichiarazioni dell’allenatore sono state sempre concilianti. Le cose si sono incancrenite tra Zaniolo e Pinto. Io penso che Mou abbia lanciato un segnale per stanare eventuali compratori, ma anche a chi deve venderlo, perchè in caso gli servirà un giocatore”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Zaniolo? Ognuno ha la sua verità. Mou ieri è stato sincero, ma per come la vede lui. Pinto è stato categorico, Zaniolo la penserà in un altro modo, la sua verità non è quella. Ma io non ho mai sentito essere così netti su un argomento importante, non hanno fatto zero a zero. Ma è evidente che qualcosa non va, altrimenti perché si dovrebbe rifiutare di giocare? C’è qualcosa che a Zaniolo non piace, e la sua verità è diversa da quella della Roma. Potenzialmente è un grandissimo, ma lui non ti sta dando nulla. E chi te li dà 40 milioni, ti danno al massimo 25 in diritto di riscatto, e questo dimostra che il giocatore è terribilmente svalutato”.

Stefano Agresti a Radio Radio Mattino: “Su Zaniolo c’è un cortocircuito sulla sua valutazione, su quello che può essere, secondo me moltissimo, e quello che è, e cioè molto poco. E’ un giocatore d’attacco che non segna mai, che ha avuto problemi fisici seri. Dal punto di vista comportamentale non è mai stato una garanzia. Lì si crea il contrasto tra l’entourage e la Roma. Ora Zaniolo sta forzando la mano per andarsene subito. Quando Mou dice che si aspetta Zaniolo il primo febbraio, lo fa perchè sa che è molto difficile che possa concretizzarsi qualcosa in così pochi giorni. L’unica squadra è il Tottenham, che non vuole impegnarsi su Zaniolo.”

Tony Damascelli a Radio Radio Mattino: “Secondo me Zaniolo deve andare via da Roma. Lui è un professionista non solo uno che gioca a pallone. Le sue complessità caratteriali lo fanno tirare fuori da alcune situazioni. Nessuno può discutere le sue qualità. Se hai un buon agente puoi andare altrove. La voce del Milan è significativa mentre quella del Tottenham è solo perché Paratici è innamorato di questo giocatore.”

Mario Mattioli a Radio Radio Mattino: “Mourinho ha detto che è convinto che a febbraio sarà ancora qua. Zaniolo mi preoccupa dal punto di vista umano perché non ha mai avuto una guida sicura che gli avrebbe potuto illuminare la strada. Qui a Roma la società gli è stata vicina nel momento degli infortuni ma ora meno. All’inizio c’erano problemi con la mamma, poi la paternità precoce e questo conta. Senza una guida importante è difficile per lui.”

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “I contratti si fanno in due. Zaniolo forse ha esagerato nei comportamenti e forse non è un grande giocatore. Però non vorrei che si parlasse di lui come il lupo cattivo perché anche le società fanno i loro interessi. La situazione è simile a quella di Skriniar.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

13 commenti

  1. Simon Templar ha detto:

    E adesso sono diventati tutti laureati in psicologia? Ma “mi faccia il piacere!” Come diceva il grande Totò.
    Forza Roma sempre con o senza Zaniolo, (ma io preferisco con…)

  2. giovannib ha detto:

    Skriniar è un top player e se lo può permettere, Zaniolo sono anni che sarà un “futuro top player” ma non lo diventa mai, basta vedere in queste tre partite dove lui non c’era, la manovra era molto più fluida perchè i giocatori si passano la palla, giocano guardando i compagni, due tocchi al massimo ecc quando la palla arriva a lui sai che resterà tra i suoi piedi fino a che non la spara alta con qualche tiro o non gliela rubano gli avversari, i giocatori forti giocano con la testa e con i compagni, una categoria a cui lui non appartiene, per ora sembra più della categoria di Balotelli, quelle eterne promesse che non esplodono mai. L’unica attenuante può essere che forse non è adatto al gioco di Mourinho, dico forse, ma tra i due scelgo Mourinho

  3. gae 57 ha detto:

    Ma cosa hanno fatto Roma ed in particolare la Roma a Damascelli che non perde occasione per parlarne in termini negativi?

  4. Domi ha detto:

    Zaniolo potenzialmente è un grande ma questa grandezza si è vista solo prima dei due infortuni. Il dopo è stato un susseguirsi di top player per il gossip ed i social ma non in campo. Questa è la cruda verità, tutti lo hanno aspettato Mancini la Roma tutti poi lui si è stranito con l’arrivo di Dybala. Invece di prendere esempio da un top player vero si è stranito si è intestardito su giocate impossibili, gioca da solo e non per la squadra queste è il pensiero della Roma. Dovrebbe essere meglio consigliato da qualche veterano e da Mourinho per il bene della Roma e di lui stesso.

  5. Frank ha detto:

    Zaniolo è un attaccante nelle mani di mou ogni attaccante e costretto a difendere anche lo stesso dybala farà la stessa fine solbakken il problema è l allenatore quando lo capirete nessuno ha il coraggio di dirlo

  6. Frank ha detto:

    Vi faccio una domanda chi vorreste alla roma mou o gasperini ?secondo voi la stessa rosa nelle mani di Gasp a che posto sarebbe?ogni anno gli vendono i migliori ed e sempre li facendo spettacolo e poche parole Gasp tutta la vita

  7. A Roma solo la ROMA! ha detto:

    Finalmente ieri ho rivisto un minimo (senza esagerare, perchè conosciamo bene il gioco di Mou) giocare a calcio e non a rugby, e penso che il fatto che mancasse Zaniolo non fosse una mera coincidenza.

    Zaniolo non sa giocare con i compagni, sembra ormai la bella (sicuri che sia bella, a me sembrano simili ormai) copia di Iturbe. Palla a lui vuol dire non vederla più, perchè parte come un toro provando a saltare chiunque gli si metta davanti, per poi tirare puntualmente fuori (le rare volte in cui non perde palla).

    Raramente l’ho visto dialogare con i compagni, cambiare gioco, fare un uno due, niente.. Continui dribbling che quando è in giornata magari riescono pure e ti spacca la partita, ma quando è nervoso o altro finisce puntualmente per essere placcato, come un rugbysta.

    BASTA!! Abbiate pietà di noi tifosi.. Lo ringrazierò eternamente per il gol in finale di Conference ma direi che ora le strade possono anche dividersi, con 25-30 milioni giocatori di calcio e non di rugby, che magari ti fanno più di 3 gol in 40 partite di campionato, li trovi tranquillamente.

    P.S. Pinto svegliati!!! C’è Baldanzi dell’Empoli che è un potenziale crack, dovresti bloccarlo (girando qualche giovane, che non ci mancano) già ora così come Parisi a sinistra, Holm a destra, e come dovevi bloccare già un anno fa Vicario.. Sui calciatori arriviamoci quando valgono già oltre i 20 milioni, mi raccomando!

  8. giovannib ha detto:

    Caro Frank, stai scherzando vero? Tra Gasperini e Mourinho prendo Mou tutti i giorni feriali e due volte la Domenica. Poi cosa significa “Anche Dybala farà la stessa fine”? Gioca con Mou da 6 mesi, nonostante vari infortuni, ed è già in doppia cifra di gol più vari assist e rigori procurati, con esattezza di cosa stai parlando? No, per sapere, magari mi è sfuggito qualcosa. L’anno scorso Abraham ha fatto 27 gol, ricordi? C’era Mou pure l’anno scorso

  9. Dan ha detto:

    MA LE MxxxE LAZIALI COME MAI CONTINUANO A OCCUPARSI DELLA ROMA ? …

    PENSASSERO AR CACCOLOSO CHE C’HANNO IN PANCA