Contro una squadra con la maglia azzurra, quest’anno, in trasferta, ha già fatto gol. Ma gli è accaduto altre tre volte in carriera. Matteo Brighi, romagnolo di Rimini, 27 anni festeggiati il giorno di San Valentino, è pronto a confermare, contro il Napoli, le buone prestazioni sempre espresse negli scampoli di gara riservatigli, in questa stagione, da Spalletti. E contro i partenopei potrebbe avere un’ottima possibilità. Perché quando vede azzurro, lui colpisce. Non a caso, l’esordio assoluto di Matteo, in serie A, arriva proprio contro il Napoli. Allo stadio San Paolo, il 1° ottobre del 2000, Ancelotti lo fa entrare a partita in corso, nella Juventus, in un Napoli-Juve terminato, poi, due reti a una per i torinesi. Ma la predilezione dell’ex Bologna nel segnare contro squadre azzurre risale all’anno prima. Il diciottenne Brighi, nel 1999, faceva parte della squadra della sua città, il Rimini. E proprio contro gli ‘azzurri’ del Tempio Pausania, il centrocampista mise a segno il suo primo gol da professionista, in serie C2. Dopo cinque anni, è arrivato il turno della Lazio. Sesta giornata di serie A, all’Olimpico va in scena Lazio-Chievo Verona, e gli scaligeri vincono per 1-0 proprio grazie al gol di Matteo. E ancora, nel marzo del 2006. L’attuale numero 33 giallorosso spedisce in fondo alla rete dell’Empoli il gol della bandiera del Chievo, fissando il punteggio sul 2-1 a favore dei toscani. In maglia giallorossa, in questa temporada, ha segnato di nuovo al ‘Castellani’: stavolta di testa, nello sfortunato 2-2 romanista, qualche giorno prima della trasferta di Champions a Lisbona. Napoli, però, ricorda lui solo successi. È accaduto, come detto, all’esordio, ma anche in uno Juve-Napoli (3-0), sempre nella stagione del tricolore giallorosso (00/01). In quella gara del ‘Delle Alpi’, il Brighi juventino giocò financo da titolare. Domenica, gli azzurri del Napoli si ripresentano sulla strada del romagnolo. E dovranno fare attenzione alla sua smania di far bene. Perché quando vede azzurro, lui colpisce. In attesa del derby…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here