La MOVIOLA a cura di Romanews.eu – Al 6‘ giallorossi che passano in vantaggio col protagonista che non ti aspetti: Florenzi crossa in area per lo stacco di Doumba che segna il primo gol con la Roma. Partita sostanzialmente corretta, poi al 21‘ fallo di Floccari da dietro su De Rossi. L’ex laziale rifila un calcetto al numero 16 giallorosso che poteva anche costargli il giallo. Al 27Florenzi si traveste da superman e si inventa il gol del mercoledì con un’azione personale fantastica finita con un destro senza scampo per Consigli. Al 35‘ il primo giallo del match per Ibarbo per un tocco di braccio volontario secondo Mazzoleni: punito per il movimento del corpoverso il pallone, decisione al limite. A stretto giro di posta ammonizione anche per De Rossi per un colpo proibito su Missiroli, stavolta il giallorosso non protesta e accetta la sanzione. Al 42′ giallo anche per Astori per qualcheparola di troppo rivolta all’arbitro.

IL SECONDO TEMPO – Al 2‘ intervento duro su Pjanic che si fa male, ma il tackle del neroverde Missiroli era sul pallone, poi però finito anche sul bosniaco. All’11‘ giallo anche per Paolo Cannavaro, che interrompe con la mano un’azione di contropiede potenzialmente letale da parte di Gervinho. Decisione inevitabile. Pochi secondi dopo anche Zaza finisce sul taccuino di Mazzoleni. Doppia buona segnalazione dei guardalinee, prima su Zaza che era in posizione regolarissima al momento della sua acrobazia, poi su Doumbia che invece era in offside. Giallopoi anche per Taider a causa di un fallo su Ibarbo, più che altro punita la gratuità dell’intervento. Al 29‘ arriva anche il tris giallorosso con la rete di Miralem Pjanic.  

IL VOTO – Match a dir la verità abbastanza agevole per Mazzoleni, che non ha difficoltà alcuna nel gestirlo. Diepisodi in area di rigore significativi praticamente non ce ne sono, così come le ammonizioni distribuite sono tutte corrette. Buona anche la prestazione dei guardalinee, sempre concentrati e in partita. Ovviamente però ilbasso coefficiente di difficoltà della sfida per il bergamasco non può che far stazionare la valutazione sul 6. 

Francesco Iucca