5 Maggio 2017

Manichini al Colosseo. L’ultimo atto della partita giocata dai ‘tifosi’ (FOTO)

NOTIZIE AS ROMA – Vicenda molto particolare, quella avvenuta a pochi passi dal Colosseo. Nel corso della giornata odierna sono circolate molte versioni per cercare di ricostruire le vicende avvenute nella notte tra giovedì e venerdì. Se inizialmente si era potuto pensare che la matrice dell’ignobile gesto potesse essere stata giallorossa, è arrivata quasi subito la rivendicazione degli ultras biancocelesti vista la portata mediatica che ha assunto la faccenda. Per risalire all’origine della questione bisogna tornare a domenica, giorno del derby. La curva biancoceleste (al contrario di quella giallorossa, rimasta in sciopero) ha deciso di cimentarsi in una coreografia colorata che recitava “Arrivederci, al prossimo incubo”, riprendendo i toni della coreografia andata in scena nel derby di ritorno di Coppa Italia che recitava “…Da sempre il vostro incubo peggiore!”.

In quest’ultimo derby però, qualcosa nell’organizzazione della coreografia non deve esser andata per il giusto verso. Nello stesso momento in cui è comparsa la coreografia laziale, dalla tribuna tevere è stato esposto uno striscione, con su scritto “…da sempre dormiamo sogni tranquilli!”, che faceva capire come in realtà, quella coreografia, per i giallorossi fosse tutt’altro che una sorpresa. Infatti, rispondendo con uno striscione a tono, il tifo giallorosso ha fatto capire come più di qualche spiffero fosse arrivato su quali intenzioni avessero i tifosi laziali per la coreografia stessa.

Questo deve aver infastidito gli ultras biancocelesti, che avrebbero replicato prima imbrattando Trigoria con bare, sagome di cadaveri e lumi da cimitero e successivamente nel modo poco felice di cui si è venuti a conoscenza e che ha scatenato l’indignazione, tra gli altri, anche della sindaca della capitale Virgnia Raggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.