ROMA MANCHESTER UNITED, L’AVVERSARIA – La Roma dovrà provare l’impresa dopo il 6-2 del match dell’Old Trafford. Quella di giovedì all’Olimpico sarà una sfida quasi impossibile contro il Manchester United nel ritorno della semifinale di Europa League. La formazione di Fonseca vorrà comunque fare una bella figura in questo match per provare a cancellare, seppur in parte, le ultime prestazioni molto sottotono soprattutto in Serie A.

Leggi anche:
Roma-Manchester United, le probabili formazioni

Prossimi impegni

Roma-Manchester United (ritorno della semifinale di Europa League, 6 maggio ore 21.00, Stadio Olimpico)
Aston-Villa Manchester United (35° turno di Premier League, 9 maggio ore 15.05, Villa Park)
Manchester United-Leicester City (36° turno di Premier League, 12 maggio ore 19.00, Old Trafford)
Manchester United-Fulham (37° turno di Premier League, 19 maggio ore 20.45, Old Trafford

Come il Manchester United arriva al match contro la Roma

Il Manchester United non ha giocato il match contro il Liverpool nell’ultimo turno di Premier League a causa della protesta dei propri tifosi contro la dirigenza per la scelta di partecipare, almeno inizialmente, alla Superlega. I Red Devils arrivano da ben sette risultati utili consecutivi con sei vittorie e un solo pareggio contro il Leeds per 0-0. L’ultima sconfitta risale al 21 marzo nel match di FA Cup contro il Leicester di Rodgers. In classifica rimane in seconda piazza con 67 punti, dietro solamente al City di Guardiola che si appresta a vincere il campionato.

Leggi anche:
Ufficiale il rinvio di Manchester United-Liverpool

Palmarès

Il palmares dello United fa invidia a qualsiasi squadra di calcio: sono ben 20 i campionati d’Inghilterra (record), ben 12 le FA Cup e 5 Coppe di lega Inglese. Sono molti anche i trofei vinti a livello europeo e mondiale: 3 Coppe dei Campioni/Champions League, una Europa League, una Coppa del Mondo per Club, una Coppa Intercontinentale, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa Uefa.

Il percorso in Europa del Manchester United e i precedenti

Il percorso europeo del Manchester United in questa stagione è iniziato con la fase a gironi di Champions, terminata al terzo posto del Gruppo H, dietro a PSG Lipsia. I Red Devils sono quindi retrocessi in Europa League, dove ai sedicesimi hanno affrontato la Real Sociedad. La squadra di Solskjaer ha battuto gli spagnoli 4-0 e ha poi pareggiato 0-0. Agli ottavi contro il Milan è invece stata decisiva la vittoria per 1-0 nel match di ritorno, dopo l’1-1 dell’andata. Ai quarti ha ottenuto due successi per 2-0 contro il Granada. Nel match d’andata ha anche battuto la Roma per 6-2 proseguendo la striscia positiva. Negli ultimi 9 anni lo United ha partecipato 4 volte all’Europa League, arrivando agli ottavi in due occasioni, una volta in semifinale e conquistando il trofeo nel 2016-2017.

Punti di forza e debolezze

In 7 match di Europa League il Manchester United ha ottenuto 4 vittorie e 2 pareggi, ha messo a segno 16 gol (media di 2,29 a gara) e ne ha incassato solo tre, uno contro il Milan e due nel match d’andata contro la Roma. I Red Devils hanno effettuato 85 tiri, 35 dei quali nello specchio della porta (41%) e 112 cross, 40 dei quali utili (36%). La loro percentuale di precisione dei passaggi è stata invece pari all’86%. Inoltre, hanno tenuto palla in media per il 55% della gara e hanno battuto 28 corner (media di 4 a partita). Un’occhiata al cronometro rivela che la squadra di Solskjaer tende ad essere più pericolosa nel primo quarto d’ora del primo tempo (30% dei gol realizzati tra il 45′ e il 60′). Dei tre gol subiti, due sono arrivati nella prima frazione di gioco e uno nella ripresa. Il rendimento dello United è migliore in trasferta, dove ha ottenuto 3 vittorie, ha realizzato 7 gol e ha mantenuto la porta inviolata. In casa invece sono arrivati due pareggi e due, sono stati messi a segno 9 gol e ne è stato incassato tre (media di 2 punti a gara).

I numeri dei singoli

Il miglior marcatore dello United in Europa League è Bruno Fernandes, autore di 5 gol in 7 partite. Il portoghese è anche il giocatore che ha effettuato il maggior numero di tiri a partita (media di 2.7). Lindelof vanta la più alta percentuale di precisione dei passaggi (93.5%). Maguire invece domina nei duelli aerei (media di 2.3 vinti a partita). I giocatori più utilizzati da Solskjaer nella competizione europea sono GreenwoodWan-BissakaBruno Fernandes, tutti in campo in 7 match su 7. Henderson de Gea hanno mantenuto la porta inviolata in 5 gare su 7. Il primo ha ottenuto 3 clean sheet in 4 partite, il secondo 2 su 3.

Leggi anche:
Faccia a faccia: Mancini sfida Cavani

Le scelte di Solskjaer per Roma-Manchester United

Il modulo sarà sempre il 4-2-3-1 che tanto piace al tecnico Solskjaer per il suo Manchester United sia in Premier che in Europa League. Il tecnico norvegese dovrà fare a meno di  Jones (infortunio al ginocchio) e Martial (rottura parziale del legamento). In porta dovrebbe essere confermato De Gea, difesa composta da Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire e Shaw, in mediana Fred e Pogba, sulla trequarti Greenwood, Fernandes e Rashford con Cavani prima punta.

La probabile formazione

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): 26 Henderson; 29 Wan-Bissaka, 2 Lindelof, 5 Maguire, 27 Telles; 31 Matic, 39 McTominay; 21 James, 18 Fernandes, 6 Pogba; 11 Greenwood.
A disp.: 1 de Gea, 3 Bailly, 4 Jones, 7 Cavani, 8 Mata, 9 Martial, 13 Lee Grant, 17 Fred, 19 Diallo, 23 Shaw, 30 Bishop, 31 Matic, 34 van de Beek, 38 Tuanzebe, 56 Elanga.
All.: Ole Gunnar Solskjaer

BALLOTTAGGI: Shaw-Telles, James-Rashford, Greenwood-Cavani, Rasbford-James.
IN DUBBIO:-.
INDISPONIBILI: 4 Jones (infortunio al ginocchio), 9 Martial (rottura parziale del legamento).
DIFFIDATI:-.
SQUALIFICATI:-.