Anche il Manchester United parteciperà all’incontro di oggi a Roma, organizzato per predisporre le migliori misure di sicurezza in occasione della sfida di Champions League tra la squadra di Luciano Spalletti e i Red Devils, in programma il primo aprile. Una delegazione guidata dal segretario generale Ken Ramsden è volata in Italia per incontrare le forze dell’ordine e i dirigenti romanisti. La preoccupazione inglese – scrive oggi il Guardian – è di evitare il ripetersi degli incidenti dello scorso anno quando i tifosi dello United, sia all’interno che all’esterno dello stadio, vennero coinvolti in violenti scontri con i tifosi giallorossi e gli agenti della polizia italiana. È previsto che per la gara all’Olimpico verranno impiegati diversi steward dello stesso United e numerosi agenti della Greater Manchester Police a testimonianza delle preoccupazioni inglesi. Già lo scorso dicembre, per la gara tra i due club nella fase a gironi, lo United aveva pensato di non richiedere biglietti per i propri tifosi. Nonostante non si siano verificati incidente nell’ultima trasferta, anche Sir Alex Ferguson il giorno del sorteggio ha sottolineato l’importanza di garantire la massima sicurezza ai tifosi dello United.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here