EDITORIALE ROMANEWS.EU – Dolcetto o scherzetto? Nella notte di Halloween la Roma di Di Francesco fa vedere le streghe al Chelsea di Antonio Conte. Per Eusebio non esiste notte più dolce, all’Olimpico i giallorossi godono già dal primo minuto, quando il Faraone El Shaarawy esce ancora una volta dal sarcofago tre giorni dopo la perla col Bologna e con una prodezza gela i blues, dopo 44 secondi. Il gol più veloce in campo europeo della Roma spiana la strada per una serata di quelle memorabili: al 36esimo resta pietrificato l’ex Rudiger ed El Shaarawy porta per la seconda volta i giallorossi al settimo cielo. Nella ripresa Perotti corona la sua grande partita con una prodezza dal limite dell’area, un destro che non lascia scampo al belga Courtois. Lo scherzetto è per il Chelsea, la Roma dopo le tre vittorie consecutive per 1-0 conferma di fare veramente sul serio ritrovando lo smalto migliore, lo stesso che aveva già mostrato di avere a Stamford Bridge.

TIFOSI AL SETTIMO CIELO – La Roma ritrova la vittoria interna in Champions League che mancava da due anni (4 novembre 2015 contro il Bayer Leverkusen) vola in testa al girone e lancia un chiaro messaggio alle altre italiane impegnate in Europa. La Juventus non va oltre l’1-1 in casa dello Sporting Lisbona, domani il Napoli ospiterà il Manchester City. Con un risultato del genere Di Francesco non può certo nascondersi, tra i pretendenti al campionato c’è anche lui. Il dominio visto in campo per larghi tratti è per certi versi sorprendente, ma per una sera il pensiero va in primis ai tifosi, sempre caldissimi in questa prima parte di stagione e ora premiati con una grande e indelebile emozione. Senza dubbio una serata di quelle da custodire con gelosia nell’album dei ricordi a tinte giallorosse. “Spero non sia un sogno”, è uno dei commenti più frequenti postati in rete nell’immediato post partita del 3-0 rifilato al Chelsea.

ALTA TENSIONE – Questa è una Roma tosta, gagliarda e con tanta voglia di vincere anche contro avversari di alta caratura. Ben venga un pizzico di euforia, ma ora l’attenzione va mantenuta alta, prima della sosta si va a Firenze per affrontare la Fiorentina. L’impegno è da non sottovalutare, i tre punti sono d’obbligo per tenere il passo della vetta della classifica. “Credo in quello che propongo, i ragazzi ci hanno messo un po’ ma ora stiamo raccogliendo i frutti”, gongola il mister dopo la vittoria contro il Chelsea. Intanto la rete resta inviolata per la nona volta in stagione, la quarta consecutiva. Qualità e forza, fisica e mentale: per restare in tema Halloween Eusebio si traveste da stregone fa la magia incartandola a Conte. L’anti-Zeman Di Francesco regala sogni, e anche solide realtà.

Gian Marco Torre

1 commento

  1. Mamma mia quanta retorica. Ne bastava la metà. E’ stata una grande vittoria di una squadra che finalmente ha imparato come si gioca in Europa. Punto.

Comments are closed.