Claudio Lotito, presidente della Lazio, ha parlato all’Ansa del derby. “Questo derby Lazio-Roma del 19 marzo 2008 – dice il numero uno laziale – deve rimanere nella storia del calcio italiano come un esempio di grande spettacolo sportivo, all’insegna del rispetto e della solidarietà tra le squadre contendenti e le rispettive tifoserie”. Sarà la stracittadina in cui Giorgio Sandri, padre di Gabriele, il ragazzo biancoceleste ucciso nella piazzola di un’autostrada e Gabriele Paparelli, figlio del sostenitore laziale ucciso da un razzo sparato dalla curva Sud, assisteranno al primo tempo della partita dal cuore del tifo romanista, mentre Francesco Totti, capitano e simbolo della Roma, porterà un mazzo di fiori sotto la curva Nord, in memoria di Gabriele Sandri. Questo è il motivo per cui, secondo Lotito, “la capitale non deve perdere questa occasione per dare al mondo del calcio prova del grado di maturità che i suoi tifosi hanno raggiunto. L’antagonismo sportivo – prosegue Lotito – anima le due tifoserie e le squadre sul campo, ma deve rimanere contenuto nei rigorosi limiti della civiltà, dell’educazione e del decoro personale che ognuno deve mantenere”. Essendo, domani, la festa del papà, il presidente della Lazio invita i supporter a dare il buon esempio ai loro figli. “Dico ai tifosi: immaginate di avere a fianco i vostri figli, ai quali dovete trasmettere esempio di entusiasmo, gioia ed incitamento sportivo, sempre nel rispetto dell’avversario: anche lui ha il diritto di combattere per vincere”, il consiglio del presidente. Poi, il ricordo di Gabriele, detto ‘Gabbo’. “Domani sarà allo stadio la famiglia di Gabriele Sandri – ricorda il presidente della Lazio -, la cui morte ci ha sconvolto: i suoi familiari vogliono che la sua tragica fine costituisca un richiamo costante contro ogni forma di violenza sportiva, e hanno promesso di assistere alla partita un tempo fra noi ed uno fra i tifosi romanisti: accogliamoli con l’affetto dovuto non solo al loro dolore, ma anche al messaggio che, con la loro presenza, hanno voluto trasmettere per un impegno civile di ognuno, dentro e fuori lo stadio”. “Mi auguro, per noi laziali, sarà entusiasmante”, la speranza finale di Lotito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here