romanews-roma-coreografia-curva-sud-roma-lazio-derby

LAZIO ROMA TIFOSI – Nei giorni che precedono il derby di Roma, in città si respira sempre un’aria particolare, densa di attesa e di aspettative. Il primo round tra Lazio e giallorossi è andato in scena ieri e ha visto la squadra di Sarri vincere 3-2 dopo un match combattuto, in cui è successo di tutto.

Leggi anche:
Lazio-Roma, gaffe biancoceleste: Mourinho diventa “Muorihno” nel tabellone dell’Olimpico (FOTO)

Le curve colorano l’Olimpico

Rigori, presunti ed assegnati, cartellini dubbi, gol e soprattutto tanto spettacolo. Ma non solo in campo. Il Tempo mette l’accento infatti sul tifo, che è tornato a vedere un derby dopo due anni dall’inizio della pandemia. L’Olimpico era pieno (per quanto consentito dalla capienza massima), cori e canti hanno saturato l’aria di entusiasmo. Durante l’accesso, riferisce il quotidiano, nessuna problematica, solo qualche coro di scherno. I tifosi biancocelesti si sono radunati a Ponte Milvio, quelli della Roma arrivavano dal versante sud. All’interno dell’impianto, prima della partita, un qualche incidente con il maxischermo, che ha scritto ‘Muorinho’ invece di Mourinho, ma poi spazio alle coreografie: la Nord si è presentata con l’enorme scritta «Roma», con l’aquila (simbolo del club) al centro della curva, dove si leggeva la scritta: “La nostra città, la nostra Lazio, la nostra vita”. La Sud ha ribattuto con un tricolore a tinte giallorosse e lo striscione che recitava così: “Voi sulle maglie, noi in curva, con questi colori uniti per la vittoria”. Insomma, un derby che sa tanto di ‘normalità’.