ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la Web Radio di Romanews.eu. Si parte con “Non Rassegniamoci”, dalle 7.30 alle 9.30 Alessandro Tagliaboschi e Luca Loghi vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi e collegamenti con gli inviati presenti in ritiro. Dalle 9.30 andrà in onda direttamente da Pinzolo ‘Non Ritiriamoci’, con Federico Prosperi, Paolo Sparla e Mattia Emili che vi aggiorneranno in diretta sulle notizie dal ritiro giallorosso fino alle 13.30 e nel pomeriggio dalle 16.00 alle 19.00.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook Web Radio Romanews, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Nelle prime due ore di trasmissione spazio alla rassegna stampa. Dalle 9.30 la linea passa a Pinzolo, con la fascia mattutina di ‘Non Ritiriamoci’ che vi intratterrà con collegamenti con gli inviati dal campo di allenamento e dalle 12.00 con l’aperitivo di Romanews.eu dall’Hotel Pineta. Nel pomeriggio la Romanews Web Radio vi terrà compagnia dalle 16.00 alle 19.00, con aggiornamenti in tempo reale dal ritiro, notizie, commenti e collegamenti con opinionisti e giornalisti.

LE PAROLE DI TRENTA (storico tifoso della Roma) “La stagione si preannuncia non facile, ci sono delle situazioni completamente nuove e da analizzare. Colmare il gap contro la Juventus è molto difficile. Alisson? Possiamo stare tranquilli in porta, Savorani ha lavorato bene con lui. Quando ha giocato, ha sempre fatto bene. Szczesny è più forte del brasiliano tra i pali, ma Alisson lo vedo più dentro alla partita. Profilo basso? Non è un problema, le alte aspettative possono creare problemi: meglio così. Mi fido completamente di Monchi, sono fiducioso. Perotti può essere uno degli uomini chiave di questa stagione. Totti? Spero che possa tornare nelle vesti di dirigente”.

LE PAROLE DI PIACENTINI – “Finché non c’è l’ufficialità direi di non sbilanciarci per Defrel. Se la Roma può permettersi 20 milioni di euro per lui e 20 milioni per Under, allora è una buona notizia per la Roma, vuol dire che c’è disponibilità da parte della società giallorossa per investire. Abbiamo l’abitudine di valutare i giocatori per il prezzo, ma se guardiamo Gonalons, dobbiamo vedere la funzionalità al tipo di gioco, le caratteristiche, le richieste dell’allenatore. Vi ricordate Mazzone che per portare Festa alla Roma avrebbe dato Aldair? Il valore del mercato è suscettibile alle idee degli allenatori ed alle possibilità. La valutazione di Berardi, è veramente esagerata, se lui vale 50, allora Salah valeva 90. Un grande colpo è stato fatto con Gonalons, gli altri calciatori già arrivati sono stati pagati il giusto dalla Roma, da Pellegrini a Moreno. I ragazzi hanno messo in campo quanto dettato da Di Francesco, un calcio diverso rispetto all’anno scorso. Perotti è arrivato come aveva finito, forse anche meglio, perché l’anno scorso aveva fatto una stagione non facilissima, con l’utilizzo a contagocce di Spalletti. Mi è sembrato uno di quelli che potrà beneficiare maggiormente del cambio modulo della Roma, nel 4-3-3, e l’altro giocatore è Gonalons, un giocatore al quale Di Francesco ha affidato la squadra, almeno fino al rientro degli altri. Se Di Francesco chiede due esterni alti, vuol dire che Florenzi è nei centrocampisti. Castan è una valutazione complicata, non possiamo non tenere conto della sua vicenda personale. Prima dell’infortunio avrebbe fatto il capitano in questa squadra, come difensore ha qualità a livello mondiale. Altro che titolare, sarebbe stato un giocatori più importanti della rosa. Al momento non può offrire garanzie. Guadagna 2,5 milioni di euro quindi se lo tieni devi farlo giocare, nel reparto mi sembra ci sia abbondanza quindi immagino che lui possa andare altrove a rilanciare la sua carriera, magari anche in Brasile e glielo auguro per rivederlo ai livelli che merita”.