Mourinho: “Non sono il problema della Roma. Con la squadra c’è empatia, ma mi aspetto di più” (VIDEO)

Valerio Bottini
01/10/2023 - 16:24

Tutte le dichiarazioni di José Mourinho in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Frosinone

Getty Images
Mourinho: “Non sono il problema della Roma. Con la squadra c’è empatia, ma mi aspetto di più” (VIDEO)

CONFERENZA STAMPA MOURINHO – La Roma è chiamata a rialzare la testa dopo la pesante sconfitta per 4-1 rimediata in casa del Genoa. Oggi alle 20:45 arriva all’Olimpico il Frosinone dell’ex Di Francesco, che si trova quattro punti più avanti dei giallorossi in classifica. Alla vigilia del match, ieri sabato 30 settembre, si è tenuta a Trigoria la conferenza stampa di José Mourinho, trasmessa live sui canali social della Roma, Twitter, Facebook e YouTube. Di seguito la diretta testuale delle dichiarazioni del tecnico portoghese.

La conferenza stampa di Mourinho alla vigilia di Roma-Frosinone

Come deve ripartire la squadra e cosa si aspetta dai giocatori?
“Dobbiamo vincere, non dobbiamo cercare nessun tipo di alibi. Abbiamo avuto tre partite prima di finire il mercato dove quel punto unico ci ha lasciato una situazione che ha dato un peso a tanti giocatori. Dopo l’incredibile risultato contro l’Empoli pensavo che quel peso potesse uscire dalle spalle della gente in campo e fuori. Così non è successo. Quel punto con il Torino dopo una buona partita è diventato un punto negativo. A Genova mi aspettavo continuità e un miglioramento, non è successo. Sono successe tante cose, dall’entrare male e prendere gol al pareggiare e poi peggiorare subito. Il giocatore più consistente che abbiamo, Cristante, è stato costretto a giocare in difesa. La squadra ha perso stabilità e quando sembrava che poteva riarrivare il pareggio abbiamo preso il terzo gol da palla inattiva. Quello che dobbiamo fare domani è avere il coraggio di entrare in campo e accettare una reazione di grande romanismo, che può essere un supporto fantastico o una manifestazione negativa. Dobbiamo avere il rispetto per questa manifestazione e avere il coraggio di giocare contro una buona squadra che sta bene. Dobbiamo avere coraggio”

Se oggi Friedkin le offrisse il rinnovo Lei lo firmerebbe?
“Stiamo parlando di una situazione ipotetica. Non è una risposta che ti posso dare. Quello che posso dire è che tre mesi fa c’era quasi un dramma a pensare che io potevo andar via. A Budapest ho detto ai giocatori che rimanevo. Poi l’ho detto anche ai tifosi. Tre o quattro giorni dopo ho parlato con Friedkin e gli ho detto che rimanevo. In estate poi ho ricevuto l’offerta più pazza che potesse arrivare ad un allenatore e l’ho rifiutata per rispettare la parola che ho dato ai tifosi, ai giocatori e alla società. Ora sembra che io sia un problema e questo non l’ho accetto. Io non sono un problema. Non si può dire chi è il responsabile, lo siamo tutti. Sono cose che succedono all’interno di un’azienda e di un club. Io la mia parola la rispetto fino al 30 giugno del 2024, sarò quì fino a quel momento a lottare per questa squadra. L’unica persona che può dirmi che devo lasciare questo posto è Friedkin, può essere Dan o Ryan. Loro sono gli unici che mi possono mandare via, non ho paura che domani tutto lo stadio mi possa fischiare. Domani sarò lì come sempre con i miei giocatori a prendermi la responsabilità di quello che può succedere”

In che ruolo giocherà Cristante domani e nelle prossime partite?
“Pinto è stato qui nei primi giorni di agosto e ha fatto una buona spiegazione del modo in cui la Roma è obbligata ad interpretare l’accordo con la Uefa per il mercato. Vi siete dimenticati che Ibanez non c’è più e che Kumbuilla non è disponibile. Quando Smalling si è infortunato siamo rimasti in tre in difesa e ora anche l’infortunio di Llorente ci ha messo in difficoltà. Però non è il momento di incolpare qualcuno, è una conseguenza di una situazione legata al Fair Play Finanziario. Con il Genoa nel momento in cui abbiamo fatto il gol la squadra è stata forzata a fare un cambio. Cristante in questo momento è un giocatore che ci dà di più, è diventato un giocatore più sveglio, più bravo con la palla e anche in attacco. Per giocare a 4 in difesa dovrei far giocare Joao Costa titolare domani. Se qualcuno di voi mi dice che Dybala può giocare da ala io vi dico che lui è stanco e se lo è a giocare da interno figuriamoci da esterno. Abbiamo un partita difficile, con una pressione extra e la dobbiamo giocare al massimo delle nostre potenzialità. Mi aspetto più da me stesso e dai giocatori. Questo ragazzi sono miei amici, siamo un bel gruppo. C’è empatia tra di noi e questa è una base che non ha prezzo. Io con loro non sono mai solo, se sono solo è perchè mi piace starci ed isolarmi in alcuni momenti. Anche i nuovi che sono arrivati penso che cresceranno, per esempio tra Ndicka e Ibanez c’è differenza, Ndicka non è un guerriero come Ibanez. Come facciamo a fare gol da palla inattiva se non abbiamo il coraggio di attaccare l’area”

Spalletti disse che il terzo anno in una squadra è il più difficile per un allenatore. E’ d’accordo?
“Non la penso così. Se una persona sta bene non cambia, non c’è differenza. Io ho degli amici che ho conosciuto da bambino e che dopo 60 anni sono ancora amici miei. La vita è una maratona. Il problema è che quando tu non senti questo amore allora dici basta. Ci sono allenatori che hanno tanti soldi da spendere, noi non lo possiamo fare. Il punto di partenza non è mai quanti anni sei una squadra ma se c’è il rapporto. in questo caso il rapporto esiste. Qui dentro mi piace tantissimo lavorare con i miei giocatori. Non c’è nessun club in cui mi è piaciuto di più”

C’è una mossa “alla Mourinho” per risollevare la Roma?
“Questa è la risposta che ti volevo dare quando ti ho dato quella risposta di merda (si riferisce al giornalista Lo Monaco ndr.) e poi mi sono pentito. In questo tipo di momenti uno si deve isolare, non perchè gli altri ti vogliono isolare, ma perchè lo hai scelto tu. Questo è il mio caso adesso. Negli ultimi due giorni sono andato a letto alle 6 di mattina per pensare da solo. Ci sono tante persone che danno la loro opinione tra i miei collaboratori. Ho iniziato la riunione di ieri con i giocatori che dovevamo farmi delle domande e io dovevo rispondere. Nessuno di loro mi ha mai detto che avevo risposto in maniera sbagliata alle loro domande”.

Vedi tutti i commenti (48)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Ma quante figure di M dovremo ancora fare xke ti esonerano???
    Quante xke tu capisca che pellegrini è INUTILE e dannoso x la squadra?
    Quante xke tu capisca che serve un gioco?? Puoi avere lukaku e dybala ma se non gli arriva un pallone che fanno???
    Quante xke tu capisca che in porta hai una super pippa???
    Ogni tiro è un gol,mai una parata,uscite a vuoto o papere.
    Hai allenato in tutti i campionati e in premier e i tuoi giocatori tutti gli anni sono bolliti,non corrono.
    Ma come è possibile sbagliare sempre la preparazione atletica???
    Ti ricordo che hai pareggiato con la Salernitana e il Torino.
    Hai perso con verona e Genoa.
    Con la rosa che hai queste partite vanno vinte,zero alibi.
    Te ne devi anna,te e pinto.
    VERGOGNA

    1. Mi piace che finalmente qualcuno oltre me faccia notare che Pellegrini e’ ed e’ sempre stato un mediocre giocatore , nullo anzi dannoso ,basta vedere come col Genoa toglieva spazio a Spinazzola ( cadavere che cammina) in quelle uniche discese che tentava. Per favore mettiamo striscione con Fuori lui Kristensen, Ndicka da Roma. Grazie. Sempre forza Roma ma viaaaa questa gente

  2. Ma qualcuno si accorge del fatto che per questo allenatore non esistono questioni tattiche? Secondo lui stiamo andando malissimo solo per motivi mentali quando è palese che ci sono dei problemi anche strutturali, non si può risolverla solo con la “cazzimma”, che comunque sta mancando. Poi dire che nessuno può dire che lui è un problema solo perché ci ha fatto “la grazia” di rimanere a Roma è imbarazzante, sei rimasto perché evidentemente ti conveniva, se ti chiamava il Real voglio vedere se rimanevi e comunque la Roma c’era prima di José e ci sarà anche dopo quindi abbassa la cresta! Poi si passa nuovamente a rimpiangere ibanez e a mortificare ndicka, mossa geniale direi. Il bluff dovrebbe essere ormai scoperto a tutti ma il pifferaio portoghese riuscirà anche stavolta a farsi seguire dai più e non grazie ai fatti ma alle sole parole. Io aspetto pazientemente di potermi di nuovo divertire (un giorno) e intanto continuo a tifare soffrendo e sbadigliando.

    1. Per fortuna che ci sei tu a spiegare la tattica a Mourinho! Ah fenomeno!
      Non hai capito nulla delle parole di Mourinho, né su Ibanez, né su Ndicka!
      Le spiegazioni sono 2: o hai dei limiti mentali, e la cosa mi dispiacerebbe e mi farebbe avere per te compassione e comprensione, o sei in malafede, e questo mi lascerebbe indifferente e mi limiterei a compatirti.

  3. Bella conferenza stampa, vinceremo le prossime tre partite prima della sosta e arriveremo in finale di Europa League. E per chiarire non faccio ironia.

  4. Questo pensa solo a se stesso. Ha un ego smisurato. I problemi non sono mai di gioco. Solo infortuni, Ibanez che non c’è più, Fair Play Finanziario, N’DICKA che non è un guerriero. Ma pensasse a dare uno straccio di gioco alla squadra.

    1. Infatti oggi ha perso contro una squadretta ….sono d’accordo questi pseudo tifosi non sono lupi famelici ma cani randagi o acquilotti travestiti…..prima di buttare via quello che Mourinho ha fatto per i colori giallorossi di ROMA…magari questi lamentatori potrebbero cambiare squadra così il mercoledì hanno la ciampions(traduzione in ciociaro).Ai lupi veri dico che il branco di fronte alle difficoltà si uniscono con ancora piu rabbia ….quindi forza Roma sempre e per sempre….

      1. si la rabbia, in un mondo ideale, ma sai che gli frega a giocatori che guadagnano 300.000 euro al mese…a quelli basta che gli arriva il bonifico a fine mese sono contenti

  5. Scusatemi, ma leggendo i vostri commenti mi convinco che ha ragione chi dice che il nostro problema sono quei tifosi che assieme a certa stampa condizionano l’ambiente intero e persino la squadra con giudizi affrettati e inconsistenti.
    La Roma e’ a ritardo di condizione e con una infermieria che si riempie . Abbiamo soli Lukaku e un buon Cristante. I giocatori sono in gran parte mediocri … nessuno ce li chiede…ve ne siete accorti? Hanno più richieste quelli del Lecce o del Frosinone… E quelli forti (Dibala, Sanchez , Smolling , Spinazzola…che non giocherebbero titolari nel Milan, Inter, Juventus e Napoli) sono fragili. La colpa e’ della tattica? Potrebbero mai giocare come il City? Non hanno tecnica di base… Date a Mou la squadra che aveva Di Francesco in semifinale Champions…Ops scusate non sapreste nemmeno ripeterla. Parlate a vanvera. Possiamo sperare solo che Mou riporti i giocatori al loro top e che i fragili si riprendano… Un saluto ai vedovi di DI Francesco e degli altri allenatori inconcludenti. Romanisti di nome e Laziali di fatto. Mou ci tirerà fuori dal guado. Voi sparirete o salirete sul carro… indegnamente.

    1. Ma di tutte queste problematiche chi sarebbe il responsabile? Noi tifosi? O forse la società tutta compreso il vostro vate e messia Mourigno? Date dei laziali a chi non segue il credo del portoghese ma voi intanto tifate per l’allenatore e non per la Roma. Te do na notizia: la Roma esisteva anche prima di Mourinho ed esisterà anche dopo!

    2. Bravo Gio, ha fatto una fotografia realistica ed impeccabile della situazione.
      Sbagli solo – perché sopravvaluti i social – nel ritenere che 4 troll laziali dal click facile possano influenzare squadra e proprietà.
      I fatti dicono che i Friedkin vanno dritti per la propria strada e questa è la migliore garanzia per i veri tifosi!

  6. A rieccolo di nuovo ad attaccare un terzino. L’anno scorso Karsdorp, certo li incoraggia bene i giocatori. E’ ora di chiarire: mandarlo via è l’unica strada da seguire, in un’altra squadra lo avevano già silurato. Purtroppo penso che dobbiamo tenercelo per tutto l’anno.

  7. Ma perche chi sono i guerrieri? dove stanno? quando mai ho visto 11 guerrieri in campo con te in Panchina? Pallone gonfiato che non sei altro, se ero N’Dika domani anziche spazzare la palla in avanti miravo la panchina e lo prendevo in bocca!!!!!

  8. Mourigno non ti scordare mai che sei il compagno di merenda del super PIPPA RUI PATRICIO da te sponsorizzato devi semplicemente andare via ai creato danni insormontabili ai capito. BRUNO

  9. Roger era l unico forte veloce sempre presente…perche lo hai lasciato andar via??per 5 srr di tifosi inutili che si lamentano di due inutili derby…quando era sempre tra i migliori??? Ma che ca…ci fai con 2 derby adesso voglio vedere se ssmalling torna senz ail suo scudiero… Grande Roger

    1. Ora spuntano persino le vedove di Ibanez!
      E sono gli stessi che lo mettevano in croce per le cappelle nei derby, che tutto sono tranne che partite inutili!
      Almeno per i veri romanisti.

      1. se è per questo con mou siamo sempre dietro la lazie e di brutto ,mi chiedo se a chi va bene questo non sia un laziale.

  10. I Friedkin devono avere il coraggio di mandarlo via non può dare più niente.
    E poi devono avere il coraggio di andarsi a inventare un loro allenatore Tudor sarebbe perfetto

  11. Ercole, Ciccio, Bruno, Geppo 67, Valte, Umby
    … non siete tifosi. Nessun tifoso attacca con odio e livoore come fate voi un allenatore della propria squadra. Fa ridere poi che voi vi sentiate competenti e che pensiate che uno che ha vinto 30 coppe e scudetti in tutta Europa senza mai avere la squadra più forte (tranne FORSE un suo Real) della competizione capisca di calcio meno di voi. Questa sola considerazione spazza via le vostre chiacchiere come chiacchiere da latrina. So che oggi sperate che la Roma perda per avere ragione e mandare via Mou, pronti a fare il tifo per l’avversario di turno. Ma vi andrà male. Cambiate squadra. Roma vi rifiuta.

    1. Quello che me piace de Mourinho è che un’ambiente, condizzionato per la stragrande maggioranza da radio composte da assoluti incompetenti, se teve arrampica sugli specchi per difendere uno che ha vinto tanto, ma no qui. È uno spettacolo impeerdibile sentire gente che se lamenta dell’organico della Roma dopo che ha preso la sveja da Verona e Genoa che notoriamente sono composte da 22 fenomeni. Me ricordate il perido Di Helenio Herrera (er mago che aveva vinto tutto, ma ha Milano). Detto ciò Daje Mourinho finchè sara l’allenatore della Roma.

    2. A Gio ma chi c…o sei te? ma aripiate……..non sete tifosi? e chi saresti te per dare la patente di tifoso a qualcuno? Ma fatte na vita e vatte a fa na passeggiata che è mejo!!!!!

  12. Capisco e condivido la stato d’animo attuale della tifoseria romanista , per quello che penso sono un po tutti coinvolti in questo pessimo inizio di campionato. I paletti UEFA hanno condizionato tutto il mercato ma non e` molto chiaro il perche` ci siano molte eccezioni ,comunque pareggiati i conti con giovani promettenti la grande perdita di tempo la fissazione di Morata e Scamacca e la novela Leonardo. Si sono prasi due giocatori a parametro zero il cui valore e` ancora tutto da dimostrare ,si e` rinnovato per Llorente , poi tanti tentativi a costo zero naufragati. Cessione Ibanez , altri tentativi e arrivano giocatori Rotti tranne Paredes che fenomeno non e`,Sanchez e Ozmoun . In ultimo inaspettatamente Lukaku. Ma un giocatore simile avrebbe bisogno di una squadra pimpante ,veloce e ricevere palloni giocabili, ma come il povero Abraham solo palloni anzi scarpate dalla difesa alla va e spera in … oggi Lukaku. Troppo poco per le ambizioni . Il mea culpa lo facessero tutti da Mou ai giocatori passando per Pinto e la Proprieta.

    1. Mi pare che nessuno si sia tirato indietro dalle proprie responsabilità e questo è positivo
      È troppo presto per dare giudizi sui calciatori.

  13. Con la squadra c’è empatia, ci fa piacere per lui, ma però purtroppo dopo sei partite i punti sono cinque.
    Meglio non avere empatia con la squadra ma fare i punti.
    Comunque non è più il Mourinho di quando era special, bastava vedere le immagini di quando allenava in Spagna in Inghilterra o anche l’Inter in che modo stava in panchina e comandava la partita, invece adesso è seduto, come fosse seduto su un divano, uno spettatore assente ogni tanto si alza per andare a sgridare il quarto uomo
    Esonero immediato

  14. A chi contesta Mourinho: ch ‘a portato 2 finali in due anni, a quelli che lo contestano dico che c’erano pure loro al circo massimo per la conference, e ci sarebbero andati anche se avessimo vinto la finale col Siviglia. Con Tutti gli altri allenatori siamo arrivati al massimo al circo Orfei.. con una squadra molto più forte di questa di ora. Serve rifondare la squadra non l’allenatore . Via RUI, PELLEGRINI, SPINA, KARSDORP, CELIKKE.
    Bove si capisce quando lo mette perché non è titolare ..

    1. Mi sarebbe piaciuto vedere muorinho con radja alisson, salah , Rudiger pjanic, dzeko de rossi manolas.. pure a gioca in 8 con loro e con mou avremmo vinto tutto!! Grande Sabatini pinto via subito

    2. Guarda che quando parli di allenatori che al massimo ci hanno portato al circo orfei, con la eccezione di fonseca disputavamo la champions league, non la conference league…

      Pensi davvero che servisse un grande allenatore per vincerla? Credi che Spalletti o anche il solo Di Francesco (si addirittura lui alla sua prima stagione arrivó terzo e in semi finale di champions league) non sarebbero riusciti a vincere una conference league con quella squadra che si ritrovavano?

      Questa seconda parte é rivolta piú in generale:

      Potrá pure aver vinto un sacco di titoli nel passato (vien da ridere a leggere certi commenti in cui si dice che non abbia mai avuto la squadra piú forte nella competizione che disputava, incredibile), ma nelle ultime due squadre inglesi in cui ha allenato lo hanno cacciato, e nessun grande club si é mosso per averlo a parte l’arabia saudita che ha coperto d’oro uno come mancini…

      Se per voi esistono scusanti per aver collezionato 5 punti su 18 con un calendario che piú agevole non si poteva con l’eccezione del milan (tolto il quale abbiamo fatto 5 punti su 15 contro squadre da metá classifica/salvezza in termini di ambizioni), allora non so che dire.

      Ci serve un allenatore che sappia mettere i giocatori in campo e insegnargli come giocare collettivamente, poi magari se sapesse pure scegliere chi ci manda evitando robe tipo butto dentro tutti gli attaccanti anche come terzini, sarebbe meglio per evitare se non la sconfitta almeno le figure di merda.

  15. “Non sono io il problema della Roma” è puro vittimismo. La rosa della Roma non mi piace ma è meglio di quella di Genoa, Salernitana, Verona & co. e lui, purtroppo, la peggiora anziché migliorarla. Le finali? Casuali (potevamo ripetutamente uscire giocando mediamente di m. piú o meno come in campionato) e la Conference è oggettivamente coppa di serie C. La (triste) verità la dice il campionato: sesti e settimi posti insulsi, mai competitivi con le prime 5.

    1. A Vincent per me vedere un’ambiente, che ha massacrato allenatori e giocatori per molto meno, difendere Mourinho condizionati dalla comunicazione delle radio (questo ambiente si nutre di questi personaggi ) è uno spettacolo imperdibile. Ripeto W Mourinho finchè sara l’allenatore della Roma

  16. Con la squadra c’e’ empatia…in panchina abbiamo un abile psicologo, grande comunicatore, super call center che convince i giocatori, ottimo gestore del gruppo….ma un caxxo di allenatore che insegni a giocare a calcio come una squadra di serie A ce lo possiamo avere???? questo conosce solo il catenaccio?? possibile che i giocatori vivano costantemente di episodi casuali e non sappiano minimamente cosa devono fare quando hanno la palla tra i piedi? un’organizzazione di gioco no? chiedo per un amico…

  17. MISTER,TUTTI NOI ROMANISTI SIAMO CON TE ! SCUOTI LA SOCIETA’ E QUESTI PSEUDO-GIOCATORI. CON MOU FINO ALLA MORTE !

  18. Arrivato a rimpiangere Ibanez. Non sa più cosa dire. Ma la colpa non è solo sua. Stampa tifosi radio in pochissimi a dire che praticava o il peggiore gioco in Europa

  19. Un calciomercato di ex giocatori a costo zero …un accozzaglia di squadra senza senso dettata dal Fair Play e da una Presidenza scandalosa peggio di Pallotta …

  20. Voglio dire a tutti i tifosi Giallorossi di rimanere compatti,archiviare la figuraccia di Genova,siamo all’ inizio possiamo recuperare.Sicuramente vincere e convincere ci darà morale e sicurezza.Ricordo anche con MOURINHO siamo arrivati a fare due finali di coppa,di cui una vinta e una rubata. Forza ROMA.

  21. Forza Roma! Dai ragazzi! Ce la possiamo ancora fare. Tutti insieme squadra e tifosi. Compatti. Siamo ancora agli inizi. Daje!!!

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...