L’IDENTIKIT DI MALCOM – Malcom Filipe Silva de Oliveira, meglio noto come Malcom, è un calciatore brasiliano di 1,71 m e 71 kg. E’ un esterno d’attacco classe 1997, in forza al Bordeaux diventato obiettivo numero uno di Monchi per rinforzare l’attacco della Roma, su cui è forte la concorrenza di Everton e, da una posizione più defilata, dell’Inter. Andiamo alla scoperta del giocatore, analizzando la sua storia e le sue caratteristiche.

LA CARRIERA – Malcom nasce a San Paolo il 26 febbraio del 1997 e tira i primi calci al pallone nel quartiere di Buraco Quente, zona est della città. Il suo nome è in onore di Malcom X, uno dei personaggi più importanti della storia delle due Americhe dal secondo dopoguerra in poi. Già all’età di 11 anni fa il suo ingresso nelle giovanili del Corinthians, dove da subito viene visto come un vero e proprio ‘predestinato’. A farlo esordire in prima squadra è lo storico allenatore verdeoro Mano Menezes, che vede in lui qualità importanti: “Dobbiamo prenderci cura di lui, perché è un giocatore di talento e promettente”, dirà qualche giorno dopo l’esordio, mentre i media brasiliani si sbizzarriscono nei paragoni: da Neymar a Robinho, tutti sono sicuri che sia nata una nuova stella. Diventa titolare con Tite, che lo definirà un ‘diamante’, disputando poi 31 partite e mettendo a segno cinque gol. Alla fine della stagione, però, Malcom decide che è arrivato il momento del grande salto nel calcio europeo: il 31 gennaio 2016 passa al Bordeaux per la modica cifra di 5 milioni di euro. In Ligue 1 continua costante il suo percorso di crescita, come testimoniano i suoi bottini personali, migliorati anno dopo anno: 1 gol nei primi sei mesi, 7 lo scorso anno e 12 nell’ultima stagione. Ora è pronto per un top club, con il quale spera di accendere definitivamente i riflettori sulle sue qualità e con cui conquistare la nazionale brasiliana.

LE CARATTERISTICHE – Malcom è un calciatore non dotato di grande fisicità, a cui però compensa con elevate qualità tecniche: abile nel dribbling, nella progressione palla al piede e nel tiro, è un mancino naturale ma ha dalla sua parte un piede destro molto educato, che gli consente di giocare con facilità su entrambe le fasce. Ama muoversi dall’esterno verso l’interno e dialogare con i compagni, capace all’occorrenza di muoversi anche come una seconda punta. Il brasiliano è l’elemento polivalente per l’attacco che Monchi sta cercando a prezzi più contenuti per lo standard ‘Roma. La valutazione che, infatti, il Bordeaux assegna al classe 1997 è di circa 40 milioni di euro.

Alessandro Tagliaboschi

10 Commenti

  1. Cominciamo ad essere tantini in attacco:
    Perotti Kluivert El Shaarawy Dzeko Shick Defrel Under Malcom senza dimenticare il jolly Florenzi.
    Considerando Defrel dato ormai per partente, uno tra Perotti ed El Sha farà le valigie secondo me, spero più il secondo, giocatore eternamente incompiuto, ti gioca bene 10 partite su 40, le altre 30 naviga nella mediocrità più assoluta. Anche ieri visto dal vivo, nonostante le gambe pesanti, mi è sembrato il solito copione visto e rivisto. Giocatore “molto fumo e poco arrosto”

  2. Ok Malcom mi sta bene…. come mi vanno bene tti gĺi altri già acquistati…Mi andrà bene anche olsen o chi arriverà … Ma invece di prendere 5 esterni di attacco nn vi sembra il caso di acquistare uno tipo versaljko che secondo me ci sistemerebbe la difesa??? Nn possiamo avere 10 attaccanti in formazione

  3. Prenderei in considerazione un esterno basso di sinistra, Kolarov è un tantino “datato” (anche se con un fisico da “ragazzo”), Santon speriamo risorga, ma di fatto in quel ruolo siamo secondo me un po deficitari.

  4. probabilmente in quel ruolo di fra vede benissimo pellegrini dietro a kolarov per poi diventare titolare…oltre lo sfigato santon..che chissá puo´anche risorgere qua a Roma..secondo me a destra invece stiamo peggio visto che l´olandese e´un rebus e florenzi non e´nulla…ne carne ne pesce..sicuramente in difesa e´ridicolo..con il solo santo santon eventuale sostituto….grande rischio…….Ebbene si venderei el sha o perotti per un terzino alla vrsaljko ottimo a destra..piu´in uscita defrel e juan jesus

  5. C’è qualcosa che non torna, i conti erano poco in negativo prima della cessione di Alisson, ora entrano 65 milioni, ai quali aggiungerei almeno 20 per uno tra Perotti ed El Shaarawy, ipotizzando che Defrel vada via in prestito (quindi 0, perché trovo difficile capire quanto possa valere) più 5/10 milioni per Gonalons arriviamo ad almeno 90 milioni, ma più realisticamente 100/110.
    Gli acquisti che stiamo facendo sono Malcom 35, Olsen 15 e N’Zonzi 30, per un totale di 80 milioni, sinceramente qualcosa non mi torna, sono profili di livello troppo basso considerata la disponibilità economica che abbiamo, a meno che venga ceduto anche Jesus e a quel punto arriverebbe un centrale, un mercato così sarebbe un mercato tipico dell’era Sensi, autofinanziamento fatto un po’ a casaccio. Io mi auguro che almeno un altro grande colpo venga fatto, Malcom e N’Zonzi sono quasi top player, ma di top player accertati ne abbiamo preso solo uno (pastore) e venduti 2 (Alisson e Radja), sicuramente La Rosa è più ampia e giovane, ma insomma, mi aspettavo decisamente di meglio con due cessioni di questa portata. Il mercato è ancora lungo, ma sinceramente tra porta e difesa non siamo messi meglio di Atalanta o Fiorentina, l’anno scorso avevamo una buona difesa ma Fazio e Kolarov iniziano ad invecchiare, senza il portiere più forte del mondo i gol li salverà soprattutto la difesa, Jesus, Marcano e Bianda in 3 non fanno alcuna certezza. A vedere le cifre di cui si parla io mi fionderei su Bonucci, anche perché se vendessimo El Shaarawy dovremmo aggiungere per forza di cose un altro italiano in squadra…

    • Ci credo che non tornano..calcoli i premi Champions che ancora non sono arrivati..al momento fra acquisti e cessioni stiamo in attivo di 21 milioni..c’è un articolo su Romanews che ti fa’ vedere la classifica cessioni in Europa e li puoi leggere la differenza di 21 milioni..mi sembra che i premi Champions arrivino all’inizio della nuova competizione..ma potrei sbagliarmi..
      FORZA ROMA

  6. Defrel verrà mandato altrove così come uno tra Perotti o Elsharawy sperando vada via il secondo visto che è una fighetta.Pero quest’anno hai prima comprato e poi ceduto.Forza Roma dajeeeeeeee

Comments are closed.