2 Novembre 2019

Irrati paga l’espulsione a Fazio: fermato un turno insieme a Giacomelli

Foto Getty

romanews-roma-udinese-irrati

STOP IRRATI GIACOMELLI- Irrati e Giacomelli non sono stati designati dall’Aia per il prossimo turno di campionato. I due arbitri, protagonisti in negativo, nel turno infrasettimanale di Roma e Napoli resteranno fermi nell’undicesimo turno di Serie A. Uno stop dovuto, per l’arbitro di Pistoia, al grossolano errore che ha portato all’espulsione di Fazio per un fallo inesistente su Okaka nel match della Dacia Arena contro l’Udinese. L’Aia, dunque, ha deciso per il pugno duro dopo un turno da campionato completamente da dimenticare per la gran parte della classe arbitrale.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

6 commenti

  1. Papa Max ha detto:

    allora .. stamattina ho rivisto Udinese Roma e Napoli Atalanta .. cambio giudizio su Irrati .. se fosse stato “contro” la Roma, avrebbe di certo assegnato un bel rigore contro per un fallo in area di Santon su un giocatore dell’ Udinese al minuto 4 , mi sembra .. rigore , per me, netto .. il fallo di Fazio, invece, sfocia in una manata che fa “volare” Okaka, che piccolo non e’, e che quindi si e’, secondo me, buttato come un saltimbanco .. se Irrati avesse semplicemente “guardato la Var” forse non avrebbe espulso Fazio .. quindi secondo me Irrati commette tre errori in due episodi .. non da un rigore “giusto” all’ Udinese ma poi “compensa” cacciando “ingiustamente” Fazio .. e mai guarda la Var .. o il Var .. Giacomelli idem .. mica va a guardare il video .. si accorgerebbe di persona che il difensore dell’ Atalanta non guarda nemmeno il pallone che arriva in area ma si butta su Llorrente e lo blocca come in un incontro di lotta libera .. nemmeno di Rugby ma proprio di Lotta ! basta con arbitri che se ne fregano delle regole e della giustizia .. basta .. cacciamoli via tutti .. mettiamo giovani che dimostrino che vogliono davvero giustizia e verita’ .. questo si chiede ad un arbitro .. non che appaia ma che sia giusto .. sbagliare e’ umano ma qualcuno qui sembra che lo faccia apposta ..

    • ALESSANDRO ha detto:

      Concordo in quello che dici ma siccome se sbagli, in questi ambiti, non lo fai solo perchè è un tuo desiderio, non ti sembra che chiunque nuovo e giovane venga sia comunque portato dal sistema a fare lo stesso “errore”?

      • Nuwanda ha detto:

        Hai perfettamente ragione! Mercoledì hanno mandato in giovane alla sua seconda in serie A ad arbitrare la Juventus allo stadium. Ovviamente a fine partita mancavano almeno due rossi alla Juventus ed il rigore dato al 95′ è tutto fuorché solare… Come si può pretendere che nel dubbio un giovane agli albori della carriera rischi di sbagliare contro la Juventus??? E se dopo 100 moviole i rossi risultino eccessivi? Che fine farebbe questo arbitro? È il sistema che è sbagliato. L’arbitro buono deve stare al var in modo che se il giovane sbaglia può essere aiutato.

  2. Matteo ha detto:

    Secondo me il problema non è VAR o non VAR, il problema è che un episodio deve poter essere rivisto sempre (magari anche su chiamata dell’allenatore come in altri sport)! Nel caso di episodi come quello di Fazio o quello di Llorente l’arbitro deve andare sempre a rivedere di persona l’episodio e decidere a mente fredda. Non si può non guardare un episodio perché non si può valutare questo o quell’altro… sennò ritorniamo ai tempi di Moggi, dove alla Juve, nel dubbio, fischiano sempre a favore (vedi rosso a Cassata e rigore pro Ronaldo per citare due episodi dell’ultima giornata) e agli altri no.

  3. Papa Max ha detto:

    comunque, come ne discutiamo noi tifosi, spero ne discutano anche gli arbitri in ambito AIA .. il problema e’ che loro in parte rifiutano il Var e in parte non accettano critiche alle loro decisioni .. secondo loro sembra che non sbaglino mai !

  4. cobland ha detto:

    Devono indirizzare le partite e lo strumento è l’arbitro