ROMA MAURIZIO COSTANZO – In settimana la Roma ha collaborato ad un’iniziativa di stampo sociale. I giallorossi hanno sostenuto la campagna vaccinale con hub appositi per incoraggiare le persone, ed offrendo sconti su biglietti come incentivo. A commentare l’idea Maurizio Costanzo, advisor esterno per la comunicazione con focus sullo stadio. Questo uno stralcio del suo editoriale sulle pagine del Corriere dello Sport:

Leggi anche:
Stadio Olimpico, dosi di vaccino disponibili fino ad oggi alle 20

L’editoriale

Ma sì, ci auguriamo proprio che gli stadi siano sempre più aperti e che aumenti, giorno dopo giorno, la capienza dei medesimi. Riavere gli stadi pieni è la dimostrazione visiva, vorrei dire la certificazione, che la pandemia è passata, almeno in gran parte se non del tutto. Vuol dire che siamo usciti dai lunghi mesi di lockdown e in qualche modo di solitudine. Lo stadio significa stare insieme. E’ bella l’iniziativa della Roma che offre biglietti scontati a chi si vaccina. E’ una iniziativa che aiuta a vaccinarsi come e più del green pass. Sono tante, forse, le persone che per avere un biglietto scontato superano paure ritrosie e si vaccinano.  Dall’altra parte la Roma, già in passato, si era impegnata contro il Covid. Continua perciò su questa strada. Continua sulla strada della ripresa anche Mourinho che guarda con interesse a Roma-Udinese. Mi piacerebbe che una squadra di calcio mettesse nel suo stemma un cinghiale. Magari, una squadra giovanile, perché i cinghiali sembrano sempre gagliardi e tosti.