ROMA COSTANZO – La rivoluzione dei Friedkin ha avuto conseguenze in tutti i settori, non solo in panchina. Anche il reparto comunicazione è stato coinvolto, e la nuova proprietà ha scelto Maurizio Costanzo come responsabile di strategie della comunicazione. Sul Corriere dello Sport il giornalista ha pubblicato un editoriale, nel quale espone il suo pensiero sui più recenti accadimenti in casa giallorossa: l’arrivo di Mourinho e l’infortunio di Spinazzola. Eccone uno stralcio:

Leggi anche:
Mourinho non perde un attimo, e anche il suo ufficio è ‘Special’

Maurizio Costanzo sull’arrivo di Mourinho e non solo

“Dico la verità: ho sentito la Roma importante quando ho visto atterrare a Ciampino un volo privato dove alla guida c’era il proprietario della squadra medesima e l’unico passeggero era l’allenatore Mourinho. Mi dispiace che a fronte di un bel vedere ci sia stato l’incidente in campo di Leonardo Spinazzola che compromette, per qualche mese, l’attività del bravo calciatore. Ho incontrato tante radio che parlano della Roma e del calcio. Lo dico: le radio sono importanti, nel bene e nel male. Sono una realtà nessuno sport ha così in gran numero. Solo il calcio, ma principalmente solo a Roma. Mi piacerebbe chiedere ai tifosi: da uno a dieci, quanto desiderano che riprenda il campionato e che loro possano tornare a distrarsi con il medesimo. Forse potrebbero domandarlo le radio così ascoltate in città.”