14 Agosto 2022

Pagelle Salernitana-Roma: decide l’intoccabile Cristante. Zaniolo il migliore anche senza gol. Dybala palo senza gioia

Riparte la Serie A! I voti ai protagonisti giallorossi di Salernitana-Roma con le pagelle della partita.

foto tedeschi

La Roma centra il primo successo stagionale all’esordio in casa della Salernitana. All’Arechi finisce 1-0 grazie alla rete di Cristante, dopo diverse occasioni fallite in particolare da Zaniolo e Dybala che colpisce anche un palo. Massimo risultato con il minimo sforzo per Pellegrini e compagni

LE PAGELLE DELLA ROMA

Rui Patricio 6,5.
Ottimo riflesso e coordinazione sul pericolo da lontano portato da Bonazzoli nel primo tempo. Parte con un prezioso clean sheet.

Mancini 7.
Puntuale a disinnescare Botheim, chirurgico quando c’è da lanciare in profondità Zaniolo come nella notte di Tirana. Dietro si rischia poco e allora si fa insistente quando si fa 60 metri per innescare Abraham in area.

Smalling 7
Con calma serafica ed eleganza tarpa le ali a Bonazzoli, l’unico a impensierire con una certa pericolosità la retroguardia romanista. Bravo a leggere e anticipare gli attaccanti come da copione. Sua la primaammonizione stagionale.

Ibañez, 6,5
Buone coperture e anche qualche amnesia già vista, con errori in controllo e palloni regalati all’avversario. Quando può si fa vedere anche in maniera propositiva in avanti.

Karsdorp 6
Grande chiusura in area su Mazzocchi che scatena anche proteste granata per un possibile rigore. Che palla ruba al 94′ e va a sfiorare il raddoppio tanto cercato dalla Roma per chiudere il match.

Pellegrini 6,5
Fa notizia quando non i suoi assist e le sue conclusioni non decidono il tabellino. La sua è una partita intensa e onesta senza acuti. Con l’uscita di Abraham, Mourinho lo sposta sulla linea degli attaccanti e prova il gol in acrobazia che non gli riesce.

SEGUICI ANCHE SU TELEGRAM

Cristante 7
Pronti-via è lui a sbloccare il tabellino stagionale con la rete dell’1-0, bravo a colpire di mancino dal limite trovando una deviazione di Coulibaly che impedisce a Sepe di intervenire. Ci ha abituato alle sue performance non appariscenti ma tanto sostanziose, e a Salerno riparte come aveva finito. Una certezza assoluta, l’intoccabile di Mourinho, il “tuttocampista” riconfermato titolare per la gara d’esordio, nonostante gli acquisti prestigiosi di Matic e Wijnaldum.

Spinazzola 7
Partita lucida, attenta, affonda con coscienza e mostra al nuovo arrivato Dybala di che pasta sono fatti i suoi assist. Tiene bene anche nella ripresa quando ha ancora le energie per seminare il panico nell’area granata.

LEGGI ANCHE

Dybala 6,5
E’ lui il più atteso della partita, il gioiello del mercato estivo chiamato a far sognare e segnare. Sfiora lo specchio alla prima occasione su punizione, anche se il portiere c’era. Poco prima del riposo, si presenta a tu per tu con Sepe, angola la conclusione e prende il palo. Attacca bene la profondità e va ancora vicino al gol. I movimenti sono quelli giusti, manca lo spunto negli ultimi 20 metri. (Dall’88’ El Shaarawy: SV).

Zaniolo 7,5
Con una condizione fisica invidiabile, fa paura ai granata con quattro buone chance e mette lo zampino nell’azione del gol di Cristante, bravo a tener vivo un buon pallone. Quando si invola dalle parti di Sepe, si porta dietro mezza difesa di Nicola. Nettamente il migliore della partita! (Dal 79′ Wijnaldum 6: debutta nel nostro campionato con un gol annullato per fuorigioco).

Abraham 6
Giocate importanti e intesa già collaudata con Dybala e Zaniolo. Da applausi l’azione con cui nella ripresa va a rubare palla e a lanciarsi da solo in campo aperto, lui che quando vede i salernitani si esalta. Poi il meno sostituito della passata stagione, diventa il primo cambio 2022/23 ordinato da Mourinho. (Dal 68′ Matic 6: bagna l’esordio assoluto in Serie A con un magnifico assist per Dybala, peccato che l’arbitro annulli tutto).

Mourinho 7
Fatta eccezione per Dybala, riparte dalla vecchia guardia e a decidere il match ci pensa proprio uno dei suoi fedelissimi, Cristante. Lui sa quanto è importante partire con una vittoria e non stecca l’esordio. Vorrebbe che i suoi la chiudessero senza arrivare al 90′ con lo striminzito vantaggio di un gol e richiama uno a uno il tridente dei sogni per far spazio ai nuovi. Alla fine la spunta lui.

GSpin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Giuliano ha detto:

    Zaniolo non puo’ essere il migliore in Campo, troppi goal sbagliati.