27 Agosto 2022

Pagelle Juventus-Roma: si sblocca Abraham, Dybala non brilla ma è decisivo. Male Spinazzola, Karsdorp e Cristante

Primo big match per la squadra di Mourinho, i voti dei giallorossi.

Foto Tedesci

Pari per 1-1 tra Juventus e Roma nell’anticipo della terza giornata di Serie A, disputato all’Allianz Stadium di Torino. Al vantaggio dei padroni di casa grazie alla rete di Vlahovic su punizione al 2′, risponde al 69′ Abraham su assist del grande ex Dybala. Giallorossi sornioni bravi a tornare in partita nel secondo tempo. In classifica salgono a quota 7.

LE PAGELLE DELLA ROMA

Rui Patricio 6
Immobile sulla punizione micidiale di Vlahovic dai 20 metri, chiude bene lo specchio a Cuadrado evitando il 2-0.

Mancini 5,5
Primo tempo in apnea. Non riesce a trovare la quadra della retroguardia e anche in fase offensiva manca all’appello. Nella ripresa rimane negli spogliotoi per un cambio tattico di Mourinho. [Dal 45′ El Shaarawy 6,5: dà ritmo a soluzioni alla manovra, fa salire il baricentro della squadra e sfiora il colpaccio nel finale.]

Smalling 6,5
Fa scintille nel duello con Vlahovic. Gli tocca il lavoro sporco, a fare a sportellate e ad azzeccare tutte le letture. Continua il suo momento magico.

Karsdorp 4,5
Puntualmente surclassato. Compassato, perde palloni e rovina anche alcune buone scelte con errori di misura. Il cambio è tardivo. [Dal 62′ Celik: 6: dentro nella fase calda della partita, concentrato e sicuro, fa rimpiangere la scelta iniziale di Mourinho].

Ibañez 6,5
Serata complicatissima, tuttavia alla fine risulterà uno dei migliori della Roma. Solido e concentrato.

Cristante 4,5
Miretti e Vlahovic gli creano più di un grattacapo, altri problemi se li crea da solo, sbagliando appoggi pericolosissimi. Si abbassa troppo, perdendo la gran parte dei duelli. Per fermare Rabiot è costretto a spendere un cartellino.


Spinazzola 4,5
Pesa l’errore in avvio con cui regala palla agli avversari nell’azione della punizione di Vlahovic. Prova a farsi perdonare cercando tempi e spazi per sfondare ma è il grande assente della partita: poco lucido e impreciso. [Dal 45′ Zalewski 6: parte dalla panchina per la terza gara consecutiva, tuttavia si fa trovare pronto e si candida per un posto da titolare per la prossima]

LEGGI ANCHE

IL RACCONTO DI JUVENTUS-ROMA di Teresa Tonazzi


Matic 5.
Il fallo ingenuo su Cuadrado causa la punizione da cui arriva l’1-0 juventino. Subisce anche lui l’agressività dei portatori di palla avversari. Troppo lento in fase di impostazione, non brilla alla sua prima partita con la maglia da titolare.

Pellegrini 5,5
Primi 45′ di grande sofferenza, puntualmente risucchiato nel palleggio juventino, non pervenuti i suoi inserimenti. Se la macchina Roma non va, è anche perchè la sua guida è inceppata. Cresce dopo il corner che apre al gol del pari, di lì in poi tutto bene. [Dal 93′ Bove: SV]

Dybala 6
L’emozione si fa sentire nella prima parte, con tante difficoltà ad andarsi a prendere palla e un assist regalato ai suoi ex compagni. La ripresa inizia con gli stessi bassi ritmi, in attesa del guizzo in acrobazia che regala l’assist fatale (il suo 50esimo in Serie A) per il gol del pari, bravissimo a coordinarsi con una mezza rovesciata. Non brilla ma è decisivo. [Dal 77′ Kumbulla 6: non fa in tempo a entrare che è chiamato subito a una chiusura decisiva. Pronto]

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

Abraham 6,5
Impalpabile nel primo tempo, per demeriti suoi ma anche perchè mai innescato dai compagni. Il primo tiro nello specchio scocca al 67′, la prova generale del gol che arriva due minuti dopo. Premiata la reazione. Si sblocca alla terza di campionato proprio come lo scorso anno.



Mourinho 6
Roma a due facce. Primo tempo da dimenticare, mai capace di impensierire la porta di Szczesny. Giro palla lento e tanti errori d’impostazione. Dopo l’intervallo passa al 4-2-3-1 e acciuffa il pari, poi fa uscire Dybala e si rimette a 3 dietro. Con un pizzico di convinzione in più si poteva provare il colpaccio nel finale.




GSpin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

13 commenti

  1. Fabrizio ha detto:

    Surclassati tecnicamente, tatticamente, atleticamente e emotivamente. Le uniche sufficienze Smalling, Mancini, Matic forse.
    Cristante è patetico così come Karsdorp. Entrambi sono elementi per fare numero in panca. Urgono rinforzi in difesa. Non si può affrontare la stagione con Mancini e Ibanez.
    Zaniolo è imprescindibile per l’atteggiamento difensivo di Mou. È l’unico che crea transizioni.

    • gino cali ha detto:

      Sicuramente avrei visto un’altra partita. praticamente Ibanez è stato per distacco il migliore in campo, la difesa l’unica cosa positiva in questo inizio di campionato, mah, senza parole…

    • LUCIANO SIBIO ha detto:

      Io francamente il problema non lo vedrei in difesa dove manca un centrale sinistro di rincalzo e basta in ottica difesa a tre.Il vero problema è a centrocampo dove manca un incursore veloce che rimpiazzi Veretout o Mikitarian. In queste prime partite il compito è stato svolto in maniera molto spregiudicata da Zaniolo,che guarda caso oggi mancava e difatti quando è entrato El Sharawi le cose sono migliorate. Manca poi nei due centrali di centrocampo arretrati,e cioè Cristante e Matic la cattiveria agonistica e i muscoli per esercitarla. Ecco perchè oggi saretbbe necessario a centrocampo acquisire almeno un elemento che sia veloce ma muscolare nel contempo e possibilmente di colore come fanno molte squadre.Giocatore che, Att.ne,non è Wijnaldum.
      In attacco con l’arrivo di Belotti stiamo a posto consIderato che quest’anno dovrebbe entrare in pianta stabile Volpato considerato che oltre a Felix e Perez partirà anche shomurodov.
      Per le fasce oramai s’è capito che Celik è poca cosa come Vina,ma è troppo tardi per porvi rimedio, la cosa migliore è usare Spinazzola a dx facendo entrare in pianta stabile a sinistra Zalensky o viceversa.

  2. papa max ha detto:

    Stavolta sono abbastanza d’accordo con le pagelle di romanews .. solo voto troppo alto a Rui Patricio davvero inutile nella parte iniziale ..

  3. Giorgio ha detto:

    Matic e Cristante male Elsha alla grande Celik bene la prodezza di Dybala vale tutta la partita

  4. Amor ha detto:

    Basta con Pellegrini. Nel primo tempo abbandona sia Matic che Cristante esponendoli a figuracce. Nel secondo scompare completamente. 6 milioni di euro buttati nel cesso.

    • Renato Biscetti ha detto:

      Tutto il centrocampo dellla Roma ha ballato, Abraham non tornava e i terzini, unica alternativa al gioco di centrocampo, sono stati inesistenti, e tu te la prendi con Pellegrini…sarai un genio in tutto il resto dello scibile, ma dammi retta, il calcio non è cosa per te.

  5. YELLOW&RED LIVES MATTER ! DAN , CACCIA LI SORDI! FACTA,NON VERBA ha detto:

    I soliti punti deboli , e i nuovi (i riciclati) sono tali. Un applauso a chi a Torino ci ha rispettato,non entrando. FACTA!

  6. NICOLA ha detto:

    Karsdorp non può essere titolare in una squadra competitiva.
    Ormai lo conosciamo tutti…..

  7. La mia Roma di tanti E di MOURINHO ma non vostra ha detto:

    Cristante non può giocare in una grande squadra. Un centrocampista che sbaglia decine di passaggi, lentissimo Nell impostare rischiando sempre di farsi rubare palla, non può giocare quantomeno titolare NELLA ROMA. FORZA ROMA SEMPRE E COMUNQUE

  8. guidone ha detto:

    Matic mi e’ piaciuto molto, ma la squadra ancora non ha un centrocampo valido. Serve qualcuno che dia la sveglia o il cambio a Cristante esattamente come Belotti la dara’ a Abraham. E cmq preferisco la difesa a 4, ma questa e’ estetica…

  9. massimo Piselli ha detto:

    Sono in linea di massima d’accordo con le valutazioni di Romanews salvo lo scostamento di 1/2 di punto in più per: Smalling – Ibanez – Matic. Ed in meno per: Rui Patricio (insicuro se uscire o no) Pellegrini (scarsa personalità e ritmo blando) Abraham (non ha mai trattenuto un pallone per far salire la squadra)